header rsport
 
.

 

.

 

FIRENZE – Con gli esami finali e la discussione delle tesi, si è concluso a Coverciano il corso per “Allenatore Professionista di Prima Categoria-UEFA Pro”.


Definito volgarmente “Master”, il corso UEFA Pro è il massimo livello riconosciuto dalla FIGC in termini di formazione tecnica e abilita a poter guidare anche le squadre partecipanti ai campionati di Serie A e Serie B.

La commissione d’esame ha ritenuto particolarmente brillanti le prove sostenute da Francesco Calzona, Fabio Celestini, Matteo Villa, Pier Francesco Battistini e Cristian Brocchi.

Di seguito, l’elenco dei nuovi allenatori UEFA Pro abilitati:

Antonino Asta, Pier Francesco Battistini, Roberto Beni, Daniele Berretta, Alessandro Birindelli, Cristian Brocchi, Francesco Calzona, Fabrizio Cammarata, Fabio Celestini, Stefano Cusin, Ivan Franceschini, Nicolò Frustalupi, Christophe Gamel, Giorgio Gorgone, Giovanni Koetting, Bernardo Mereu, Simone Pavan, Giampaolo Saurini, Enrico Maria Sbardella, Alessio Tacchinardi, Corrado Urbano, Matteo Villa e Giovanni Zichella.

EMPOLI - Mercoledì big-match allo stadio comunale ‘Carlo Castellani’, è atteso il pubblico delle grandi occasioni per la gara del campionato di Serie A Tim, Empoli – Inter, in programma mercoledì 21 settembre, alle 20.45.


Come sempre avviene in occasione di match di cartello, che richiamano a Empoli un numero notevole di tifosi ospiti, arriva un appello alle tifoserie. “Chi può vada allo stadio a piedi o in bicicletta”. E’ la raccomandazione che parte dal Gos, Gruppo operativo sicurezza, attraverso il Commissariato di Pubblica Sicurezza, la Polizia Municipale dell’Unione dei Comuni e il Comune di Empoli. 

Nell’ambito delle misure organizzative previste dalla Questura di Firenze, insieme al Commissariato di Empoli, anche l’amministrazione comunale invita gli sportivi e i tifosi empolesi a recarsi alla partita a piedi o pedalando in bicicletta. 

Stavolta a incidere su questa richiesta è il fatto che il piazzale sterrato del Parco di Serravalle non possa essere utilizzato dalla tifoseria empolese come parcheggio in quanto già occupato dall’allestimento del Luna Park che prende il via Sabato 24 settembre e che durerà fino al 2 ottobre. 

Per i tifosi che arrivano da fuori città si ricorda che l’uscita consigliata lungo la Fi-Pi-Li è quella di Empoli Est.  I sostenitori dell’Inter sono invitati a utilizzare i parcheggi posti lungo la strada Tosco Romagnola/Viale Petrarca, a Sud e Ovest, rispetto allo stadio. 

Mentre i tifosi locali sono invitati, come detto, a recarsi allo stadio senza auto, o comunque va evitato il piazzale del Parco di Serravalle. I tre parcheggi nella zona di via Bisarnella, all’intersezione con la statale, compreso quello davanti al palazzetto dello sport (dietro Curva Sud), saranno occupati dai mezzi dei sostenitori ospiti. 

Non si registrano particolari questioni legate all’ordine pubblico, ma in ogni caso quella di raggiungere lo stadio a piedi o in bicicletta è una sollecitazione e un appello accorato per agevolare al massimo la viabilità. 

Il traffico lungo la strada Tosco Romagnola (statale 67) si preannuncia intenso nelle ore immediatamente precedenti al fischio d’inizio della gara e anche al suo termine, previsto attorno alle 22.30. In particolare potrebbero crearsi rallentamenti per consentire un rapido passaggio delle tifoserie ospiti nel tratto dallo stadio verso svincolo Empoli Est Fi-Pi-Li, in uscita dalla città. 

Proprio per questo, per motivi di sicurezza, come ormai avviene di consuetudine, dalle 22.30 (orario approssimativo della fine della partita) alle 23.30, lo svincolo Empoli Est della ‘superstrada’ sarà chiuso in uscita, sia in direzione Firenze sia in direzione Livorno. Chi si deve recare a Empoli può utilizzare gli svincoli di Montelupo o Empoli Centro o Empoli Ovest. 

Inoltre la Tosco Romagnola sarà chiusa in quell’intervallo di tempo sempre per il deflusso dei tifosi: in sostanza, alle 22.30 circa, dal Ponte Alcide De Gasperi fino a Empoli Est la circolazione sulla Tosco Romagnola sarà chiusa per agevolare il veloce deflusso dei tifosi i quali, in uscita dalla zona stadio, potranno svoltare solo verso Est. Chi transita sulla Statale da Montelupo Fiorentino verrà deviato sulla Fi-Pi-Li.

Mercoledì, 28 Settembre 2016 14:19

54 nuovi allenatori professionisti Uefa A

FIRENZE – Sono stati ufficializzati dal Settore tecnico della Figc i nuovi allenatori professionisti di seconda categoria Uefa A abilitati che, dopo aver seguito il corso che si è tenuto a Coverciano dal 9 giugno al 14 luglio scorso, hanno superato la settimana scorsa gli esami finali tenuti nello stesso Centro tecnico federale.


Con questa qualifica, i 54 nuovi allenatori professionisti potranno guidare tutte le squadre giovanili – comprese le formazioni Primavera – e le prime squadre fino alla Lega Pro inclusa; potranno inoltre essere tesserati come vice allenatori nei campionati di Serie A e Serie B.

Da sottolineare, le brillanti prove finali sostenute da Alberto Corradi, Fabio Bazzani, Paolo Bianco, Andrea Consumi, Giacomo Curioni e Cesare Natali.

Di seguito, l’elenco completo dei nuovi allenatori professionisti abilitati:

Roberta Ardemagni, Andrea Ardito, Salvatore Aronica, Fabio Bazzani, Paolo Bianco, Tiziana Biondi, Vitaliano Bonuccelli, Daniele Bortolotti, Nicola Antonio Calabro, Giuseppe Cardone, Mauro Carretta, Fabrizio Casazza, Davide Ciampelli, Raffaele Ciccarelli, Aldo Clementi, Gianluca Colavitto, Andrea Consumi, Alberto Corradi, Filippo Cristante, Andrea Cupi, Giacomo Curioni, Giovanni Dall'Igna, Andrea Danesi, Daniele Di Donato, Raffaele Di Napoli, Dario Dighera, Massimo Epifani, Enrico Fantini, Giacomo Filippi, Aldobrando Franceschini, Simone Fusaro, Edoardo Gorini, Enrico Gutili, Vincenzo Iaquinta, Giovanni B. Ignoffo, Renato Lauria Pinter, Luigi Lavecchia, Francesco Libro, Roberto Malotti, Giuseppe Manari, Omar Manuelli, Gennaro Monaco, Stefano Morrone, Santos Batista Mozart, Cesare Natali, Fabio Nistico, Massimo Paci, Fabrizio Paris, Conversindo Perrone, Maurizio Rossi, Riccardo Scirea, Natale Serafino, Sandro Siciliano e Andrea Sussi.

FIRENZE - Il Bisonte Firenze si aggiudica la prima edizione del Trofeo Geovillage, giocato a Olbia, grazie a tre vittorie (e una sconfitta ininfluente nell’ultimo match) sulle quattro partite disputate contro le due formazioni di A2 dell’Entu Olbia e di Soverato.


All’ultimo momento la manifestazione ha dovuto cambiare format per il forfait delle campionesse di Francia del Saint-Raphaël, che a causa della cancellazione del loro volo non hanno potuto raggiungere la Sardegna: si è proceduto così a un triangolare in cui ogni squadra ha affrontato le altre due per due volte (una sabato e una domenica) in partite al meglio dei tre set con tie break a 15 nel terzo. Nella prima giornata il Soverato ha battuto l’Entu Olbia per 2-1 (29-31, 25-20, 15-9), poi Il Bisonte ha superato sia le padrone di casa per 2-0 (25-16, 25-14) che le calabresi per 2-0 (25-18, 25-16). Nella seconda giornata invece le bisontine hanno vinto con Olbia 2-1 (20-25, 25-23, 15-11), e poi hanno perso con Soverato per 1-2 (25-20, 16-25, 11-15) dopo essersi aggiudicate il set che serviva loro per conquistare matematicamente il Trofeo, mentre nell’ultima gara le calabresi hanno battuto le sarde per 2-0 (25-19, 25-15). La classifica finale ha quindi visto Firenze prima con 9 punti, davanti a Soverato con 7 e Olbia con 2. 

Test tutto sommato positivo quindi per Il Bisonte, con coach Marco Bracci che ha potuto ruotare tutte le giocatrici a sua disposizione ad eccezione dell’indisponibile Rosso. Nella prima giornata il tecnico ha scelto in entrambe le partite lo stesso sestetto, con Bechis in palleggio e Sorokaite opposto, Pietrelli ed Enright in banda, Melandri e Calloni al centro e Parrocchiale libero: sia contro Soverato che contro Olbia, Firenze è stata sempre in controllo, e Bracci ha potuto far entrare Norgini, Brussa (applauditissima dal suo ex pubblico di Olbia), Bonciani e Repice, queste ultime tre partite titolari nel secondo set del match contro la Entu.

Nella seconda giornata, contro Olbia Il Bisonte parte con Bechis-Sorokaite, Brussa-Enright, Repice-Calloni e Parrocchiale libero, perdendo però il primo set in cui rimane sempre sotto nonostante gli ingressi di Melandri e Pietrelli (20-25); nel secondo ci sono Pietrelli per Sorokaite (con Brussa spostata opposto) e Melandri per Calloni (uscita precauzionalmente per un problema al piede), poi entra anche Norgini e Firenze impatta nonostante la rimonta finale delle ospiti (25-23); stesso sestetto nel tie break, in cui le bisontine controllano e chiudono 15-11, ancora con l’ingresso di Norgini. Contro Soverato invece Bracci schiera Bonciani-Brussa, Pietrelli-Enright, Melandri-Repice e Norgini libero, formazione che manterrà per tutta la gara con qualche ingresso di Parrocchiale: il Bisonte porta casa il set che gli serve per vincere il torneo (25-20), poi cala e perde il secondo 16-25 e il terzo 11-15. 

“Abbiamo fatto un test interessante – racconta Marco Bracci – anche se speravamo di incontrare la squadra francese che era più vicino al nostro livello. Fortunatamente in questa seconda giornata Olbia ha giocato molto bene e questo mi ha fatto piacere, perché abbiamo incontrato delle difficoltà ed è stato un bene: in questo modo abbiamo potuto pensare a cosa fare per migliorare, mentre se avessimo giocato sempre in scioltezza come ieri sarebbe stato peggio. Nell’ultimo match contro Soverato invece abbiamo accusato anche un po’ di stanchezza, comunque nel corso del torneo ho avuto modo di ruotare tutte le giocatrici e questo è stato sicuramente importante”.

SEDONI 300x425banner