Toscana http://reportsport.it Thu, 15 Nov 2018 02:41:03 +0100 Joomla! - Open Source Content Management it-it Siragusa e Vallortigara relatrici all'Università di Siena http://reportsport.it/index.php/toscana/item/10881-siragusa-e-vallortigara-relatrici-all-universita-di-siena http://reportsport.it/index.php/toscana/item/10881-siragusa-e-vallortigara-relatrici-all-universita-di-siena Irene Siracusa

SIENA - Giovedì 15 e venerdì 16 novembre, Elena Vallortigara, l’azzurra che si allena a Siena sotto la guida di Stefano Giardi da quest’anno seconda di sempre in Italia nel salto in alto, e Irene Siragusa, la velocista azzurra cresciuta nell’Atletica 2005 e protagonista tra l’altro anche quest’estate agli Europei di Berlino, saranno tra i relatori del Convegno internazionale organizzato dall’Università per Stranieri di Siena.

 

Il tema del convegno : “Dinamiche sociolinguistiche e interculturali nei contesti sportivi”. “Sarà un piacere per me partecipare – posta la saltatrice sul suo profilo Facebook - portando la mia testimonianza: le lingue e culture straniere sono da sempre una delle mie più grandi passioni ed è bello che l’Università si interessi allo sport anche in questa interessante prospettiva”. Elena ed Irene saranno di scena insieme ad altri atleti tra cui, Ezekiel Kemboi, Marco Rossi e la Mens Sana Basket 1971, sarà giovedì mattina dalle 9.30. 

]]>
ginanesti@hdsjh.cop (Gina Nesti) Toscana Wed, 14 Nov 2018 15:57:35 +0100
Primo collegiale di Pallanuoto paralimpica FINP in Toscana http://reportsport.it/index.php/toscana/item/10870-primo-collegiale-di-pallanuoto-paralimpica-finp-in-toscana http://reportsport.it/index.php/toscana/item/10870-primo-collegiale-di-pallanuoto-paralimpica-finp-in-toscana Primo collegiale di Pallanuoto paralimpica FINP in Toscana

FIRENZE - 16 entusiasti partecipanti, ragazzi e ragazze con disabilità fisica, hanno preso parte domenica 11 novembre al primo collegiale di pallanuoto paralimpica FINP in Toscana.

Il collegiale, fortemente voluto dal delegato regionale FINP, Federazione Italiana Nuoto Paralimpico, Antonio Venturi con la collaborazione dell’allenatore tecnico FINP Marco Passerini della Po.Ha.Fi, si è svolto alla Piscina Comunale di Sesto Fiorentino dalle 9 alle 12. I partecipanti sono arrivati da tutta la regione, in rappresentanza di quasi tutte le realtà di nuoto paralimpico del territorio; a dar loro man forte anche 5 ragazzi normodotati della locale società ASD Sesto Sport e Associazionismo Sestese. L’importanza dell’iniziativa, che sancisce la nascita della pallanuoto paralimpica sotto l’egida della Federazione competente nella nostra regione, è stata accompagnata da numerose autorità: Eugenio Giani, Presidente Consiglio Regionale Toscana e delegato CONI Firenze, Damiano Sforzi, vicesindaco di Sesto Fiorentino e referente sport dell’ANCI Toscana, il delegato del Comitato Italiano Paralimpico Gianluca Ghera, Andrea Nesti, Consigliere Regionale FIN (Federazione Italiana Nuoto) con delega alla pallanuoto, Andrea Bruschi, tecnico della Rari Nantes già campione di pallanuoto, Annalisa Sabiozzi, vicepresidente UISP Firenze, il Consigliere Nazionale FINP Roberto Melissano, il Dott. Mario Migliolo, medico FINP Toscana. Lo staff tecnico, dando esecuzione al protocollo di intesa nazionale FIN-FINP, era composto da Giacomo Grassi, tecnico nazionale FIN, Valerio Caporali e Martina Pacini, tecnici e allenatori di ASD Sesto Sport, Mario Borsellini ed Eleonora Bologna, tecnici FINP. L’iniziativa è stata propedeutica alla nascita della squadra rappresentativa toscana, che sarà promossa dalla società Toscana Disabili Sport di Livorno.  

]]>
ginanesti@hdsjh.cop (Gina Nesti) Toscana Tue, 13 Nov 2018 15:26:52 +0100
Massimiliano Allegri vince la Panchina d'oro http://reportsport.it/index.php/toscana/item/10863-massimiliano-allegri-vince-la-panchina-d-oro http://reportsport.it/index.php/toscana/item/10863-massimiliano-allegri-vince-la-panchina-d-oro Massimiliano Allegri vince la Panchina d'oro

FIRENZE - È Massimiliano Allegri il vincitore della Panchina d’oro 2017/2018.

Secondo il giudizio dei colleghi, il tecnico della Juventus è stato il miglior allenatore della scorsa stagione di Serie A. Un premio che arricchisce ulteriormente il ricco palmarès personale del tecnico livornese: Allegri ha infatti ricevuto dalle mani del presidente federale Gravina la sua quarta Panchina d’oro della carriera (tre da Mister della Juventus e una quando era alla guida del Cagliari), la quinta in assoluto, se si considera anche la Panchina d’oro di Prima Divisione quando nel 2007/2008 era il tecnico del Sassuolo in Lega Pro. “Il mio ringraziamento – ha subito sottolineato Massimiliano Allegri – va alla società e ai giocatori: sono loro che vanno in campo vincendo le partite. Salire su questo palco per ricevere la Panchina d’oro mi emoziona, come sempre.

Naturalmente devo ringraziare tutti quelli che lavorano insieme a me, che hanno permesso che io potessi ottenere questo riconoscimento: è uno staff straordinario”. Le premiazioni della Panchina d’oro si sono inserite, come di consueto, nel corso di aggiornamento obbligatorio per allenatori professionisti, iniziato in mattinata con un simposio tecnico a cui hanno partecipato alcuni tra i più rinomati allenatori italiani, come il Ct Roberto Mancini, Massimiliano Allegri, Carlo Ancelotti, Fabio Capello, Massimo Carrera, Antonio Conte, Gianni De Biasi e Luciano Spalletti. Il dibattito - a cui era presente anche il direttore della Scuola Allenatori, Renzo Ulivieri - ha toccato vari argomenti, tra cui le esperienze internazionali dei tecnici presenti e la cultura calcistica nel nostro Paese. “La formazione degli allenatori – ha commentato il presidente Gravina prima dell’inizio del dibattito – è una delle eccellenze del calcio italiano. Per questo voglio ringraziare tutti i tecnici qui presenti oggi in questa splendida giornata, perché dimostrano come il calcio giocato sia posizionato al centro”. Nel corso della cerimonia della Panchina d’Oro sono stati premiati anche i migliori tecnici dei campionati di Serie B e Serie C, Serie A e B femminile, e Serie A – maschile e femminile – di calcio a cinque.

Miglior tecnico della passata stagione del campionato cadetto è stato votato Aurelio Andreazzoli: “Tutto questo – ha affermato l’ex allenatore dell’Empoli, riferendosi al recente esonero – fa parte del calcio. Ma devo ringraziare l’Empoli per avermi permesso di condividere il lavoro con giocatori bravi e seri, con cui abbiamo vissuto una straordinaria cavalcata la scorsa stagione, culminata con la promozione in Serie A”. Un incredulo Paolo Zanetti ha invece ricevuto la Panchina d’oro di Serie C: “Essere qui – ha detto l’allenatore del Sud Tirol – è motivo di grande orgoglio. Sono sorpreso e raggiante, e voglio condividere questa gioia col gruppo di giocatori che ho al mio fianco”. Giampiero Piovani è stato eletto, appena al termine della scorsa stagione, il miglior allenatore della passata Serie A femminile, dopo aver perso soltanto ai rigori lo spareggio scudetto alla guida del Brescia: “Le ragazze – ha spiegato il tecnico, quest’anno sulla panchina del Sassuolo – sono molto recettive e volenterose, ed è un piacere poter fare il proprio mestiere da tecnico di una squadra femminile. C’è grande umiltà e voglia di lavorare in questo movimento”. La Panchina d’argento del calcio femminile è andata invece a Manuela Tesse, votata miglior tecnico della passata stagione di Serie B. “Anch’io – ha sottolineato l’allenatrice della Lazio Women – ho una figura a cui mi ispiro ed è un vero piacere per me poter conoscere oggi dal vivo Antonio Conte”. Per la seconda volta, quest’anno sono stati premiati anche i due migliori tecnici dei campionati di Serie A, maschile e femminile, di calcio a cinque. Per quel che riguarda la Serie A maschile, i colleghi hanno votato quale miglior allenatore della scorsa stagione il tecnico spagnolo Faustino Perez-Moreno Gomez, cha ha condotto l’Acqua e Sapone al suo primo e storico scudetto. Per la Serie A femminile, la Panchina d’argento è invece stata assegnata a Gianluca Marzuoli, tecnico del Montesilvano.

LE VOTAZIONI NEL DETTAGLIO PANCHINA D’ORO Massimiliano Allegri (Juventus), voti 17 Simone Inzaghi (Lazio), voti 8 Maurizio Sarri (Napoli), voti 8 PANCHINA D’ARGENTO Aurelio Andreazzoli (Empoli), voti 30 Roberto D’Aversa (Parma), voti 9 Filippo Inzaghi (Venezia), voti 4 PANCHINA D’ORO SERIE C Paolo Zanetti (Sud Tirol), voti 11 Fabio Liverani (Lecce), voti 10 Andrea Sottil (Livorno), voti 8 Piero Braglia (Cosenza), voti 8 Pierpaolo Bisoli (Padova), voti 8  

]]>
ginanesti@hdsjh.cop (Gina Nesti) Toscana Mon, 12 Nov 2018 16:07:44 +0100
Campionati italiani, la Toscana si prepara ad ospitare grandi eventi http://reportsport.it/index.php/toscana/item/10843-campionati-italiani-la-toscana-si-prepara-ad-ospitare-grandi-eventi http://reportsport.it/index.php/toscana/item/10843-campionati-italiani-la-toscana-si-prepara-ad-ospitare-grandi-eventi Campionati italiani, la Toscana si prepara ad ospitare grandi eventi

FIRENZE - Fidal Toscana - A Firenze il prossimo anno ci sarà la Finale scudetto assoluta, a Campi Bisenzio i Tricolori Master, e poi ancora Grosseto e Arezzo.

Il Consiglio federale della Fidal ha assegnato le sedi di svolgimento dei principali Campionati federali outdoor su pista per il periodo 2019-2021 e la Toscana ospiterà manifestzioni importanti. Su tutte la Finale di Serie A Oro dei Campionati italiani di società assoluti che verrà organizzata a Firenze all'Asics Firenze Marathon Stadium, dove peraltro la squadra di casa, l'Atletica Firenze Marathon, si è già assicurata la partecipazione sia con la squadra femminile, lo scorso anno quarta, sia con quella maschile.
Un'altra rassegna nazionale arriva nel 2019: a Campi Bisenzio allo stadio Zatopek ci saranno i Campionati italiani Master.
Ma non mancano le date anche per i prossimo anni. Ancora i Tricolori Master saranno ospitati da Arezzo nel 2020, mentre nel 2021 torneranno a Firenze i Tricolori Juniores e Under 23 dopo il grande successo del 2017, a raccogliere il testimone da Grosseto che li organizzerà anche nel 2020. E a Grosseto nel 2021 ci saranno anche i Campionati italiani Allievi già ospitati nel 2009.

Campionati federali 2019-2021: le assegnazioni del Consiglio federale

Campionati Italiani Assoluti
2019 Bressanone (BZ)
2020 La Spezia
2021 -

Campionati Italiani Juniores e Promesse
2019 Rieti
2020 Grosseto
2021 Firenze

Campionati Italiani Allievi
2019 Agropoli (SA)
2020 Rieti
2021 Grosseto

Campionati Italiani di Società - Finale Oro
2019 Firenze
2020 Padova
2021 Caorle (VE) o Jesolo (VE)

Campionati Italiani Master
2019 Campi Bisenzio (FI)
2020 Arezzo
2021 Rieti

 

]]>
ginanesti@hdsjh.cop (Gina Nesti) Toscana Sun, 11 Nov 2018 12:10:38 +0100
Basket Le Mura, Lucca vince e diverte al PalaTagliate http://reportsport.it/index.php/toscana/item/10840-basket-le-mura-lucca-vince-e-diverte-al-palatagliate http://reportsport.it/index.php/toscana/item/10840-basket-le-mura-lucca-vince-e-diverte-al-palatagliate Basket Le Mura, Lucca vince e diverte al PalaTagliate

LUCCA - La Gesam Gas & Luce torna alla vittoria e lo fa in modo convincente grazie ad un secondo quarto magistrale amministrando poi dopo l'intervallo.

Le biancorosse chiudono con 4 giocatrici in doppia cifra segno sempre positivo per un gruppo che si sta formando dopo un'estate di grandi cambiamenti

La cronaca

Primo quarto a ritmo elevatissimo su entrambe le metà campo, a risentirne sono le percentuali e lo spettacolo è migliore a livello agonistico che tecnico.

Parte ancora a rilento Lucca che va sotto 4-8 a 4.21 da fine quarto ma stavolta la reazione delle lucchesi c'è e si fa sentire soprattutto in difesa, il quarto si chiude con le biancorosse avanti 10-8.

Il secondo quarto è un monologo biancorosso, in difesa granitiche (solo 11 punti concessi) in attacco travolgenti, grazie ad un gioco veloce a campo aperto e ai chili di Graves che sotto canestro è immarcabile.

All'intervallo lungo Lucca comanda 38-19.

Parte bene anche dopo lo stop Lucca che allunga al massimo vantaggio (+23), il Geas si affida a Williams per provare la rimonta ma Gatti da 3 punti rintuzza i tentativi ospiti. Si va agli ultimi 10 minuti con Gesam Gas & Luce avanti 54-37.

Le biancorosse giocano sotto controllo con la guida di Reggiani e scavano subito un parziale di 6-0 per il 60-37 ma le ospiti hanno un moto di orgoglio e piazzano un controparziale di 0-13 per il 60-50 a 3 minuti dal termine.

Si alza l'intensità e con Sesto in bonus è fredda Lucca a mettere in ghiaccio la partita.

Il tabellone recita 70-55.

A fine partita è molto soddisfatto coach Serventi:”Oggi faccio davvero i miei complimenti alle ragazze, abbiamo giocato molto bene sui due lati del campo, difendendo riusciamo a correre anche coi nostri post. Ma devo fare i complimenti davvero a tutte, bene le guardie, i playmaker, abbiamo ruotato tutte le giocatrici e anche questo è un bel segnale.”

Coach Serventi resta coi piedi per terra “Io resto comunque sul chi va là, ogni partita fa una storia a sé, non mi illudo di aver risolto tutto. Stasera sono molto contento di aver dato un buono spettacolo al nostro pubblico e alla società, se lo meritavano entrambi. Dobbiamo fare un passo per volta, io non mi illudo di aver risolto tutto, certo oggi abbiamo visto una squadra che ha messo tanta dedizione e applicazione”.

Sollecitato dai giornalisti Serventi parla di Reggiani “Il progetto della Società è chiaro, vogliamo aprire un ciclo, Reggiani ne fa parte, ha fatto una buona partita però dobbiamo vivere giorno dopo giorno perché poi basta mollare un po' l'attenzione e caliamo. Oggi ha fatto una buona partita ma sono tante quelle che stasera l'hanno fatta. Sono davvero contento di tutte le mie giocatrici”.

Gesam Gas & Luce vs Allianz Geas Sesto San Giovanni 70-55 ( 10-8; 28-11 ; 16-18 ; 16-18 )


Gesam Gas & Luce Le Mura Lucca: Vaughn 10, Orazzo 5, Gatti 11, Reggiani 6, Ngo Ndjock, Graves 17, Carrara ne, Ravelli 5, Treffers 16, Salvestrini. All. Serventi


Allianz Geas Sesto San Giovanni: Schieppati 3, Arturi 5, Galbiati 2, Verona 13, Williams 18, Panzera 8, Nicolodi, Grassia ne, Ercoli 2, Brunner 4. All. Zanotti

Note

Antisportivo Graves 35.45

5 falli Panzera 39.26

]]>
emiliano@dskl.dfs (Emiliano Nesti) Toscana Sat, 10 Nov 2018 22:45:21 +0100
Le iniziative dell'Unione Nazionale Veterani dello sport della Toscana http://reportsport.it/index.php/toscana/item/10838-le-iniziative-dell-unione-nazionale-veterani-dello-sport-della-toscana http://reportsport.it/index.php/toscana/item/10838-le-iniziative-dell-unione-nazionale-veterani-dello-sport-della-toscana Le iniziative dell'Unione Nazionale Veterani dello sport della Toscana

Le iniziative dell'Unione Nazionale Veterani dello sport della Toscana

 

LUNEDI A VOLTERRA LA SUPERCOPPA DI CALCIO TRA UNVS E VVFF

Freme l'attesa per lunedi 12 novembre, quando allo stadio di Volterra l'undici della sezione locale dei Veterani dello Sport presieduta da Fosco Maielli, affronterà la formazione dei Vigili del Fuoco della Lombardia. In palio la Supercoppa. Volterra ha infatti vinto sorprendentemente, ma con pieno merito, il titolo tricolore di calcio UNVS over 40, mentre i lombardi si sono aggiudicati il campionato nazionale del corpo.   NOZZE D'ORO DEI VETERANI CON LO SPORT A PISA Una vita per lo sport. Passione, continuità ed esempio per i giovani. E' con queste motivazioni che a Tirrenia si sono premiati gli iscritti UNVS che hanno contribuito nel tempo alla promozione della pratica sportiva in simbiosi con i valori etici. L'evento, denominato “Nozze d'oro e d'argento con lo Sport”, tra i più prestigiosi nel ricco panorama UNVS, è stato organizzato dalla sezione di Pisa presieduta da Pierluigi Ficini, alla presenza del vice presidente vicario nazionale dell'UNVS Gianfranco Vergnano, del presidente emerito Giampaolo Bertoni, del segretario nazionale Ettore Biagini, del delegato regionale toscano Paolo Allegretti e di numerosi altri dirigenti di sezione. Presente anche il sindaco cittadino Michele Conti e ricordato il noto pugile pisano Piero Del Papa, recentemente scomparso. Nella circostanza sono stati consegnati gli attestati di benemerenza ai Veterani con 50 anni di attività sportiva, alla sezioni per il mezzo secolo di appartenenza all'UNVS e alle Veterane con 25 stagioni di sport alle spalle. Diciotto i riconoscimenti assegnati, uno femminile gli altri maschili e quattro le sezioni premiate.

A FIRENZE CONVEGNO UNVS SUI DEPORTATI DELLO SPORT

Giovedi 15 novembre il delegato regionale toscano Paolo Allegretti e la sezione fiorentina dell'UNVS presieduta da Alessandro Padovani, organizzeranno il Convegno di “Campioni nella Memoria”. Un evento che si terrà presso la villa Salviati, e che racconterà le storie degli atleti deportati nei campi di concentramento durante la seconda guerra mondial A FOLLONICA L'UNVS IN ASSEMBLEA STRAORDINARIA La sezione dei Veterani dello Sport di Follonica si riunirà in Assemblea Straordinaria sabato 24 novembre, per eleggere il nuovo presidente di sezione, nonchè il consiglio direttivo e il collegio dei revisori. Tra le performances degli iscritti da segnalare invece l'exploit di Claudio Mariotti, che ha vinto il Campionato Nazionale UNVS di lancio del giavellotto, e di Giovanna Pellegrino che si è imposta nella categoria F70-74, in occasione della maratona di Mosca, dopo aver gareggiato anche a New York, Helsinki e Gerusalemme. Sempre in chiave di risultati, da segnalare che il nuotatore Saverio Marchi è stato premiato come Giovane Emergente Toscano dall'UNVS regionale. La consegna del riconoscimento è avvenuta a Pisa alla presenza del vice presidente nazionale Francesca Bardelli e dei dirigenti Giuseppe Orioli, Paolo Allegretti, Pier Luigi Ficini e Ferido Ferrari.

CECINA SI PREPARA PER LA GIORNATA DEL VETERANO UNVS

Si avvicina l'importante scadenza di Cecina. La sezione UNVS della città toscana presieduta da Enrico Cerri, organizzerà il prossimo 25 novembre la 32a Giornata del Veterano Sportivo. Nella circostanza saranno premiati con riconoscimenti i vincitori dei titoli l'Atleta dell'Anno, l'Omino di Ferro, l'Amore per lo Sport, il Giovane Emergente, il Premio alla Carriera, Fedeltà e Passione, nonchè numerosi altri sportivi, tecnici e dirigenti.

PIOMBINO E CECINA PRONTE PER IL TORNEO DI CALCIO UNVS

In vista del torneo regionale di calcio UNVS, le sezioni di Piombino presieduta da Claudio Mazzola e di Cecina guidata da Enrico Cerri, si sono affrontate in una partita amichevole disputata sul rettangolo Valentino Mazzola di Venturina Terme. Gara molto combattuta e alla fine successo per 2-1 di Piombino. Oltre alle due sezioni suddette, al torneo toscano UNVS parteciperanno anche Casale Marittimo, Siena e Volterra.

]]>
ginanesti@hdsjh.cop (Gina Nesti) Toscana Sat, 10 Nov 2018 17:54:21 +0100
Lunedì 12 novembre a Coverciano la cerimonia della “Panchina d'Oro” http://reportsport.it/index.php/toscana/item/10801-lunedi-12-novembre-a-coverciano-la-cerimonia-della-panchina-d-oro http://reportsport.it/index.php/toscana/item/10801-lunedi-12-novembre-a-coverciano-la-cerimonia-della-panchina-d-oro nella foto Massimiliano Allegri l’ultimo nome sull’albo d’oro

FIRENZE - Si svolgerà lunedì 12 novembre, nel rinnovato Auditorium del Centro Tecnico Federale di Coverciano, la 27a edizione della Panchina d’oro, l’evento che intende celebrare una delle eccellenze italiane invidiate nel mondo: quelle dei nostri allenatori e delle loro conoscenze calcistiche. La cerimonia chiuderà le celebrazioni per i 120 anni della FIGC.

Secondo il giudizio dei colleghi tecnici, verranno premiati i migliori allenatori della passata stagione. L’ultimo nome sull’albo d’oro è quello di Massimiliano Allegri, che lo scorso marzo fu nominato migliore tecnico della Serie A 2016/2017 e ottenne così il suo quarto riconoscimento personale (3 Panchine d’oro in Serie A e una d’oro di Prima Divisione quando era alla guida del Sassuolo).

Oltre al miglior allenatore del massimo campionato calcistico italiano, verranno premiati i migliori tecnici dei campionati 2017/2018 di Serie B e Serie C, e – per la seconda volta, dopo l’edizione di marzo – anche i migliori tecnici di Serie A, maschile e femminile, di calcio a cinque.

Riceveranno la Panchina d’oro e d’argento anche gli allenatori giudicati più meritevoli dai colleghi per quel che riguarda la Serie A e la Serie B femminile: in questo caso, le votazioni sono già avvenute al termine della scorsa stagione calcistica e a trionfare nelle rispettive categorie sono stati Giampiero Piovani, un anno fa alla guida del Brescia, e Manuela Tesse, allenatrice della Lazio Women.

La cerimonia della Panchina d’oro verrà effettuata nell’ambito del consueto corso di aggiornamento per allenatori professionisti, alla presenza del presidente federale Gabriele Gravina e del presidente del Settore Tecnico, Gianni Rivera. Durante questa edizione, a parlare in un simposio tecnico (diretta su RaiSport+HD a partire dalle ore 10.30), davanti alla platea composta dai tecnici di Serie A, Serie B e Serie C, interverranno alcuni tra gli allenatori che, negli ultimi anni, hanno portato alla ribalta il nome della scuola di Coverciano anche oltre i confini italiani: il Ct Roberto Mancini, Massimiliano Allegri, Carlo Ancelotti, Fabio Capello, Massimo Carrera, Antonio Conte, Gianni De Biasi e Claudio Ranieri.

Moderatori del dibattito saranno il direttore della Scuola Allenatori e presidente dell’AIAC, Renzo Ulivieri, e il giornalista Rai Alberto Rimedio.

Durante la mattinata verrà presentato anche il francobollo per il 60° anniversario del Centro Tecnico Federale di Coverciano.

]]>
emiliano@dskl.dfs (Emiliano Nesti) Toscana Tue, 06 Nov 2018 19:56:26 +0100
Sanzo (CONI Toscana): "Coverciano, eccellenza storica italiana che sa guardare al futuro" http://reportsport.it/index.php/toscana/item/10800-sanzo-coni-toscana-coverciano-eccellenza-storica-italiana-che-sa-guardare-al-futuro http://reportsport.it/index.php/toscana/item/10800-sanzo-coni-toscana-coverciano-eccellenza-storica-italiana-che-sa-guardare-al-futuro Sanzo (CONI Toscana):

COVERCIANO - “Coverciano è una delle grandi eccellenze italiane, un luogo magico che ha saputo conservare il fascino della storia, della tradizione e delle imprese sportive, e che al tempo stesso si pone come punto di riferimento nel campo delle nuove tecnologie”.

Queste le parole di Salvatore Sanzo, presidente del CONI Toscana, nella giornata celebrativa dei 60 anni del Centro Tecnico Federale della FIGC, inaugurato nel 1958 nell’omonimo quartiere di Firenze e negli anni confermatasi struttura all’avanguardia nella formazione di tecnici e di arbitri, oltre che sede dei raduni delle rappresentative italiane di calcio.

Sottoposto proprio quest’anno a un’importante opera di restyling, il Centro Tecnico Federale della FIGC ha ospitato oggi un convegno per ricordare due figure-chiave legate alla storia di Coverciano: il Marchese Luigi Ridolfi e Ottavio Baccani, rispettivamente ideatore del progetto e primo direttore della struttura. “Mi piace anche menzionare il nome dell’ex presidente di FIGC e UEFA Artemio Franchi che fece di Coverciano la sede stabile della Nazionale - continua Sanzo – e quelli di Ferruccio Valcareggi, Enzo Bearzot e Marcello Lippi, allenatori che hanno conquistato i titoli europei e mondiali impostando il proprio lavoro su questi campi. Senza dimenticare il patrimonio culturale presente nell’adiacente Museo del Calcio.

Ancora oggi il Centro Tecnico Federale della FIGC è un modello didattico che tutto il Mondo ci invidia. Il fatto che proprio a Coverciano sia nato il primo centro permanente di formazione VAR è la conferma di come questa Università del calcio sappia non solo custodire la storia ma anche rinnovarsi e guardare al futuro”. 

]]>
emiliano@dskl.dfs (Emiliano Nesti) Toscana Tue, 06 Nov 2018 17:35:59 +0100
Coverciano compie 60 anni: il Centro venne inaugurato il 6 novembre 1958 http://reportsport.it/index.php/toscana/item/10795-coverciano-compie-60-anni-il-centro-venne-inaugurato-il-6-novembre-1958 http://reportsport.it/index.php/toscana/item/10795-coverciano-compie-60-anni-il-centro-venne-inaugurato-il-6-novembre-1958 Coverciano compie 60 anni: il Centro venne inaugurato il 6 novembre 1958

COVERCIANO - Domani saranno esattamente sessant’anni da quando, il 6 novembre 1958, il Centro Tecnico Federale di Coverciano venne inaugurato.

Sei decenni durante i quali il CTF è stato la Casa delle Nazionali italiane e l’Università del calcio, lo scrigno del sapere calcistico in quanto sede del Settore Tecnico FIGC.

Per celebrare questa ricorrenza, domani, martedì 6 novembre, a partire dalle ore 18, nel rinnovato auditorium del Centro, si terrà un convegno dal titolo “Luigi Ridolfi e Ottavio Baccani: alle origini del Centro Tecnico Federale di Santa Maria a Coverciano”, organizzato dalla Fondazione Museo del Calcio in collaborazione con il Museo Fiorentina.

Un evento per ricordare, a distanza di 60 anni, due personaggi fondamentali nella nascita del Centro: il primo, il Marchese allora vice presidente della FIGC, ebbe l’idea di costruire una struttura polivalente destinata all’attività calcistica; il secondo fu il primo direttore del CTF. Poco prima dell’inizio del seminario (ore 17,30), nel piazzale principale di Coverciano, verrà rievocata l’inaugurazione come avvenne allora nel 1958, con l’alzabandiera e l’esecuzione dell’inno d’Italia.

L’idea originale del Marchese Luigi Ridolfi, di fatto, introdusse il calcio italiano nell’epoca moderna: il Centro Tecnico Federale rappresentava una straordinaria novità nel panorama internazionale, un’eccezionale avanguardia che contemplava, sotto l’egida federale, la preparazione atletica e tecnica, la prevenzione medica e la promozione della cultura sportiva.

Un progetto architettonico ispirato alla funzionalità del villaggio olimpico di Berlino e curato da Francesco Tiezzi e Arnaldo Degli Innocenti, ricreando lo stile sobrio delle eleganti ville medicee che ricoprono le colline circostanti, tra il verde dei campi e delle file di cipressi, e il giallo delle strutture in muratura.

Coverciano richiama la storia e la tradizione: un luogo non scelto casualmente, dove Palazzeschi ha ambientato il romanzo ‘Sorelle Materassi’, dove Gabriele D’Annunzio ha scelta di dimorare per un periodo della sua vita e dove Boccaccio ha collocato il raduno delle novellatrici e dei novellatori del ‘Decamerone’.

Un Centro che affonda le proprie radici nel passato, ma con uno sguardo attento al futuro e alle innovazioni: luogo simbolo anche dell’allenamento arbitrale, italiano e mondiale, è la sede della preparazione al VAR, dove gli arbitri FIFA si sono radunati in vista dei Mondiali di Russia 2018.

]]>
emiliano@dskl.dfs (Emiliano Nesti) Toscana Mon, 05 Nov 2018 19:55:37 +0100
Lucca paga il pessimo avvio, i due punti sono di Ragusa http://reportsport.it/index.php/toscana/item/10784-lucca-paga-il-pessimo-avvio-i-due-punti-sono-di-ragusa http://reportsport.it/index.php/toscana/item/10784-lucca-paga-il-pessimo-avvio-i-due-punti-sono-di-ragusa Lucca paga il pessimo avvio, i due punti sono di Ragusa

LUCCA - Non riesce la seconda rimonta in due settimane alla Gesam Gas & Luce.

Come a Vigarano le biancorosse sprofondano nei primi 15 minuti di partita sotto addirittura di 27 punti poi si accendono e arrivano anche a spaventare le padrone di casa riportandosi a -8 con 7 minuti da giocare.

La cronaca

Primo quarto da incubo per le biancorosse che non trovano mai la retina e mancano di intensità difensiva. Alla fine saranno solo 4 i punti a referto contro i 26 della formazione di casa. Il secondo quarto inizia con una Gesam Gas & Luce più aggressiva sui due lati del campo ed un mini parziale di 4-0 che fa ben sperare ma è un fuoco di paglia perché Ragusa raggiunge anche il +27 (36-9).

La partita delle biancorosse inizia qua e negli ultimi 4 minuti di primo tempo Lucca costruisce un controbreak interessante di 13-2. Si va negli spogliatoi sul 38-22 Ragusa. Ad inizio secondo tempo Lucca si riporta subito sotto di 14 lunghezze ma prima Harmon e poi Hamby riportano le padrone di casa sul +19 (46-27).

La partita vive di piccoli strappi e coach Recupido ferma la gara sul 48-33 dopo un canestro di Graves a 4.01 dalla fine del terzo quarto. Le lucchesi avrebbero anche un paio di tiri per mettere pressione alla Passalacqua ma il ferro non è amico. Si va agli ultimi 10 minuti col divario fra le due squadre invariato. 53-37 il tabellone. È ancora Vaughn ad avvicinare Lucca nel punteggio, a 7.50 dal termine è 53-43.

Recupido ferma il gioco ma Vaughn segna ancora per il -8. La serata biancorossa potrebbe svoltare sul possesso seguente, Reggiani ruba palla e potrebbe volare in contropiede per il -6 ma nella confusione il pallone schizza nelle mani di Kuster che realizza in solitaria. Le biancorosse giocano con cuore e lucidità, a due minuti dal termine è Vaughn a dare il -10 ma sul possesso seguente Orazzo si vede sputare il tiro dal ferro mentre Kuster è infallibile ai liberi (6 su 6). Il finale è 67-56 Ragusa.

Il commento

A fine gara è lucida l'analisi di coach Serventi “Abbiamo giocato molto male il primo quarto. Non eravamo noi, poi però abbiamo fatto i migliori quarti del campionato giocando con maggiore attenzione in difesa stando attenti a tutte le situazioni che avevamo preparato tanto che ci eravamo rifatti sotto. Se per caso, ad esempio, quella palla a metà campo dove Reggiani aveva rubato palla e secondo me ha subito fallo, potevamo andare a -6 e lì sarebbe iniziata un'altra partita. Detto ciò, secondo me, per tre quarti abbiamo giocato una buona pallacanestro, io sono positivo, ho detto alle ragazze che sono contento di quanto hanno fatto in questa partita, ovviamente cancellando il nostro primo quarto. Caratterialmente potevamo anche andare sotto di 40 punti e invece abbiamo giocato fino alla sirena. Quando perdiamo non siamo felici ma se prendiamo i tre quarti citati ho visto una squadra che se allunga per tutta la gara quella intensità può essere una squadra che mette in difficoltà le altre squadre, non credo che Ragusa abbia mollato. Dobbiamo lavorare per avere più attenzione ai dettagli sui 40 minuti, ma visto che si parla di questa gara posso dire che la squadra mi ha piacevolmente impressionato per tre quarti”.

Sulla crescita della squadra “Secondo me tutto serve per crescere anche, ahimè, l'inizio traumatico. Dobbiamo lavorare tanto ancora per raggiungere l'intensità sui 40 minuti. Abbiamo avuto un calendario difficile con tante trasferte ma adesso incontriamo sabato una formazione che viene da due vittorie consecutive e poi ancora Schio, Venezia e Napoli. Sulla crescita, posso dire che sono contento di tre periodi giocati, per me un segnale positivo, detto che la squadra ed io siamo amareggiati per non aver vinto, vedremo sabato cosa dirà il parquet”.

Passalacqua Ragusa - Gesam Gas & Luce 67-56 (26-4; 12-18 ; 15-15 ; 14-19 )


Passalacqua Ragusa: Consolini 9, Cinili 5, Formica, Rimi ne, Harmon 13, Gianolla, Soli, Bongiorno 5, Hamby 17, Kuster 18, Savatteri ne. All. Recupido


Gesam Gas & Luce Le Mura Lucca: Vaughn 17, Orazzo 5, Gatti 6, Reggiani 4, Ngo Ndjock, Graves 14, Carrara ne, Ravelli, Treffers 10, Salvestrini ne. All. Serventi

]]>
emiliano@dskl.dfs (Emiliano Nesti) Toscana Mon, 05 Nov 2018 10:09:50 +0100