Toscana http://reportsport.it Wed, 19 Jun 2019 18:45:35 +0200 Joomla! - Open Source Content Management it-it Giro del Compitese. Di Felice retrocesso, vince Verza http://reportsport.it/index.php/toscana/item/12570-giro-del-compitese-di-felice-retrocesso-vince-verza http://reportsport.it/index.php/toscana/item/12570-giro-del-compitese-di-felice-retrocesso-vince-verza Riccardo Verza

SAN GINESE DI COMPITO - Sulle colline del Compitese ai piedi del Monte Serra con partenza ed arrivo a San Ginese di Compito, si è svolta la quarta edizione della gara élite e under 23.

La corsa istituita da Roberto Tomei con l’ausilio dell’U.C. Lucchese, presentava una novità nella prima parte, prima del tradizionale circuito con ultimi 800 metri in costante salita da ripetere 12 volte.

Sul traguardo dopo la prevista selezione sull’erta finale si sono presentati in due, Di Felice e Verza che nell’ordine hanno tagliato il traguardo, ma Verza ha reclamato per una scorrettezza subita durante la volata finale. La giuria, anche con l’ausilio delle riprese televisive, gli ha dato ragione e quindi successo per il corridore della Zalf Euromobil e retrocessione al 2° posto per Di Felice.

Dietro ai due, sono giunti gli altri, 31 in tutto dei 121 partenti, con ottimo terzo posto per Messieri autore di una bella prestazione così come Frigo. Tra i migliori anche Tosin, La Terra, Di Renzo e Friscia. La corsa si è decisa negli ultimi giri con una fuga di sei corridori sui quali è rientrato Di Felice poi protagonista dello sprint contestato.

Ordine d’arrivo

1)Riccardo Verza (Zalf Euromobil Desirèe Fior) Km 131, in 3h22’53”, media Km 38,741;

2)Francesco Di Felice (General Store);

3)Francesco Messieri (Zalf Euromobil) a 4”;

4)Giuseppe La Terra (Mastromarco Sensi Nibali) a 8”; 5)Riccardo Tosin (General Store) a 17”; 6)Marco Frigo (Zalf Euromobil Desirèe Fior) a 34”; 7)Leonardo Tortomasi (Pol. Tripetetolo Pitti Shoes) a 49”; 8)Amdrea Di Renzo (VPM Porto Sant’Elpidio) a 52”; 9)Leonardo Marchiori (Zalf Euromobil Desirèe Fior); 10)Lorenzo Friscia (Gragnano Sporting Club).

Antonio Mannori

]]>
io@io.it (Super User) Toscana Sun, 09 Jun 2019 20:00:48 +0200
A Marco Menegardi il Passatore 2019. Nikolina Sustic vince tra le donne http://reportsport.it/index.php/toscana/item/12515-a-marco-menegardi-il-passatore-2019-nikolina-sustic-vince-tra-le-donne http://reportsport.it/index.php/toscana/item/12515-a-marco-menegardi-il-passatore-2019-nikolina-sustic-vince-tra-le-donne Marco Menegardi taglia il traguardo della 100 chilometri

FAENZA - Marco Menegardi, mantovano classe 1986, è il nuovo vincitore della 100 km del Passatore. Tra le donne, trionfa la croata Nikolina Sustic

Passatore Sustic vincitriceL’atleta lombardo ha tagliato il traguardo in 7h12’47’’, spuntandola sull’ucraino Serhii Popov 2° in 7h19’24’’ e sul croato Dejan Radanac, terzo in 7h23’37’’, quest’ultimo campione croato nella specialità di 100 km su strada (la Cento 2019 valevole anche quale campionato nazionale croato oltre che quale campionato italiano Fidal assoluto e master). 4° posto per il campione in carica Andrea Zambelli, giunto al traguardo con oltre 13 secondi di gap dalla vetta, 5° Silvano Beatrici, 6^ Nikolina Sustic (prima tra le donne e autrice del nuovo record femminile in 7h31’05’’), 7° ‘re’ Giorgio Calcaterra (distacco di oltre 25’ dal battistrada), 8° Francesco Lupo (1° tra gli atleti romagnoli), 9° Giorgio Rovei e decimo Marco Serasini. Alle spalle di Dejan Radanac, nel campionato croato troviamo le croate ‘aficionados’ della Cento Sustic e Veronika Jurisic a completare il podio assoluto. 4° Jadrijev Zdravko, 5^ Antonija Orlic, 6^ Tamara Markotic, 7^ Marijana Katic, 8^ Adrijana Simic, 9° Gordan Putanec e 10° Latin Krste.

Dei 3410 iscritti (2825 uomini e 584 donne) sono partiti in 3133 (erano stati 2946 nel 2018), in testa ai quali si sono lanciati Carmine Buccilli, Evgeni Glyva e Simone Pessina, transitati a Fiesole (km 7,5) a 32’20’’, seguiti a breve distanza dal quartetto formato da Andrea Lucchese, Tito Tiberti, Alexander Golovin e Serhii Popov. Dopo di loro il campione in carica Andrea Zambelli e Nikolina Sustic, prima tra le donne, precedendo Daniele Donna, Dejan Radanac e Duarte Oliveira.

A Vetta Le Croci (km 16,5) Buccilli manteneva la leadership passando in 1h7’, seguito a circa 2 minuti da Pessina (autore del sorpasso a Glyva) poi, più staccati, Tiberti e un terzetto formato dall’ucraino, da Lucchese e Popov. Buccilli, Pessina e Tiberti hanno poi formato un trio serrato in testa dopo 1h29’38’’ di gara ma, nei pressi di Borgo San Lorenzo (km 30), Buccilli ha guadagnato un vantaggio di oltre dieci secondi su Tiberti, Pessina e Lucchese, seguiti a circa due minuti di ritardo da Glyva (poi ritiratosi alla Colla di Casaglia) e Popov. Il campione in carica Zambelli ha iniziato la sua rimonta attestandosi in settima posizione provvisoria. Al passo della Colla di Casaglia (km 48) è avvenuto il primo ritiro importante, con Buccilli finito fuori dai giochi. Pessina è transitato per primo in 3h20’ aggiudicandosi il GP della Montagna (premio intitolato alla memoria di Checco Calderoni) mentre la Sustic ha vinto il trofeo dedicato ad Angela Bettoli, transitando quarta assoluta e prima tra le donne. Al Passo della Colla di Casaglia la classifica vedeva nella top 10 Pessina, Popov, Zambelli, Sustic, Marco Menegardi (grande recupero dalle fasi iniziali), Dejan Radanac, Silvano Beatrici, Giorgio Calcaterra, Francesco Lupo e Rodrigo Santejo. A Marradi, dove sono scese alcune timide gocce di pioggia, a 3h47’ di gara è transitato in testa Zambelli, autore di un formidabile recupero, mentre Pessina si è ritirato per un calo di zuccheri tra gli applausi di incoraggiamento dei tanti sostenitori presenti. Ad un minuto di ritardo dal reggiano è transitato Popov, seguito da una ultra competitiva Sustic in terza posizione assoluta, scesa poi in 5^ a San Cassiano. A Brisighella ulteriore colpo di scena con il sorpasso di Menegardi su Zambelli che ha allungato di 1’40’’ sul reggiano campione in carica, con quest’ultimo sopravanzato da Serhii Popov e da Dejan Radanac nelle fasi finali, vedendo sfumare il podio e chiudendo 4° dinanzi a Silvano Beatrici.

Per quanto concerne la classifica femminile, Sustic ha preceduto Federica Moroni di 24’ (prima atleta donna faentina al traguardo) e Veronika Jurisic di 34’ (8h51’41’’) a chiudere il podio femminile. Il primo podista faentino ad aver concluso il 'Passatore' 2019 è Luigi Pecora del team Pol. Dil. Santa Lucia (Le Linci), con il tempo di 8h9’11’’, mentre la prima faentina giunta al traguardo è Giovanna Bandini (UISP Territoriale Faenza-Imola) con il tempo di 9h53’07’’. Per quanto concerne gli atleti fiorentini, il primo classificato è Lorenzo Vieri (Runcard), con il tempo di 10h33’16’’, mentre la prima fiorentina è Deborah Pecoraro (Cral Inps) giunta al traguardo in 13h33’33’’.

La Nazione maggiormente rappresentata alla 47^ edizione, oltre naturalmente all’Italia con 3281 iscritti, è stata la Croazia, con ben 25 runner presenti al via. 20 i russi iscritti, 11 i tedeschi per concludere i Paesi che hanno vantato il maggior numero di atleti al Passatore 2019. Tra i gruppi più numerosi giunti all'arrivo troviamo, per ordine di partecipanti, l’ASD Leopodistica (41 iscritti, 37 partiti e 35 arrivati), Passo Capponi Asd (28 iscritti, 27 partiti e 27 arrivati) e GS Cat Sport Roma (26 iscritti, 26 partiti e 24 arrivati). Il gruppo sportivo ad aver realizzato la miglior prestazione è l’AK Sljeme (9h45’21’’) seguiti da l’Asd 100 km del Passatore e l’ASD Leopodistica. Don Luca Ravaglia, in marcia per la “100 km per la Pace”, è giunto al traguardo con il tempo di 18h58’05’’. Per quanto concerne l’ottavo titolo Csen, ad aggiudicarselo è stato Claudio Solaroli (Runcard), in 3h50’26’’, seguito da Gabriele Moretti e Annalena Cocchi. Il runner più anziano a tagliare il traguardo della 47^edizione del Passatore è stato Antonino Caponetto (1931), alla 19^ edizione, mentre l’atleta più giovane risponde al nome di Matteo Cavedon (1998). La Cento, anche quest'anno denominata "Le vie del Sangiovese", è promossa ed organizzata dall'associazione faentina 100 km del Passatore insieme all'omonima Società del Passatore, insieme all'omonima Società del Passatore, Uoei, Admo, CISOM della provincia di Ravenna, Csen e Cai, Consorzio Vini di Romagna, ai Comuni di Faenza, Firenze, Fiesole, Borgo San Lorenzo, Marradi e Brisighella, e alle Province di Ravenna e Firenze. La 47^ 100 km del Passatore è resa possibile anche grazie agli sponsor Consorzio Vini di Romagna, BCC Credito Cooperativo Ravennate Forlivese e Imolese, Banco Fiorentino Mugello Impruneta e Signa, Coop Alleanza 3.0, Natura Nuova, Moreno, Decathlon, Saucony e Kiron. Positiva, come di consueto, l’organizzazione e l’assistenza agli atleti, garantita da oltre 700 volontari - davvero encomiabili - di una quarantina di associazioni e gruppi attivi in tutte le località del percorso. Di grande efficacia e puntualità l’assistenza medico-sanitaria, assicurata dal Coordinamento delle Misericordie della Provincia di Firenze (sul versante toscano), dalla Croce Rossa di Faenza e Astrea Medical Center. Anche quest'anno non sono stati segnalati problemi di rilievo, così come sul fronte della sicurezza, garantita da Carabinieri, Polizia stradale, Polizia provinciale di Firenze, Polizie municipali di Firenze e Faenza (queste due hanno visto, quest’anno, un rafforzamento significativo), Fiesole, Borgo San Lorenzo, Marradi, Brisighella e Faenza. Si segnala inoltre il lavoro dell’associazione nazionale carabinieri "Cimmarrusti" di Borgo San Lorenzo e delle associazioni nazionali carabinieri ed alpini in congedo di Marradi.

Tutte le classifiche della gara (assolute, regionali, ecc.) si possono consultare nei siti: www.mysdam.net e www.100kmdelpassatore.it/classifiche.

]]>
io@io.it (Super User) Toscana Sun, 26 May 2019 18:11:11 +0200
“Passatore”, edizione con record di iscritti: 3300 http://reportsport.it/index.php/toscana/item/12508-passatore-edizione-con-record-di-iscritti-3300 http://reportsport.it/index.php/toscana/item/12508-passatore-edizione-con-record-di-iscritti-3300 Calcaterra e Zambelli alla 100 chilometri del Passatore

FIRENZE - LA 47ma edizione della 100 chilometri del Passatore è la più "affollata" di sempre, con oltre 3.300 iscritti.

Nel 2018, il reggiano Andrea Zambelli, ha ottenuto una prestazione storica alla 100 km del Passatore soffiando lo scettro di campione in carica al recordman ‘re’ Giorgio Calcaterra, autore di dodici successi consecutivi e simbolo incontrastato della manifestazione che lega la città di Firenze a quella di Faenza dal 1973. L’ex tassista romano è tuttavia determinato a riprendersi il trono essendosi iscritto assieme ad Andrea ‘Zambo’ Zambelli.

Tra i rivali più accreditati per la conquista della Cento 2019 troviamo anche il trentino Silvano Beatrici (4° al Passatore 2018, 2° alla 100 km della Brianza nel ‘16), il varesino Roberto Isolda (fresco vincitore della 6 ore del Parco Nord), il rocchigiano Matteo Lucchese (vincitore della 100 km di Seregno 2018, 2° alla 50 km di Romagna 2018 e due volte vincitore della Pistoia-Abetone Ultra-marathon), il livornese Marco Lombardi (al successo nella 6 ore Coratina ’19 e 2° alla Canalathon 100 km), il brisighellese Marco Serasini (3° assoluto alla Firenze-Faenza 2013 e 2° alla 60 Km di Seregno 2015), il torinese Silvio Bertone (plurivincitore della 100 km Entre Terre et Mer), Simone Pessina (2° alla 50 km di Romagna 2019) e il bolognese Luca Cagnani (vincitore della 6 ore del Drago 2018). Per quanto concerne gli atleti stranieri, troviamo l’ucraino Evgeni Glyva (2° alla Cento del ’13 e vincitore della Strasimeno ‘16), il russo Alexey Izmailov (plurivincitore della Championship of Russia e dell’ultramaratona notturna di Mosca), l’argentino Cristian Daniel Malgioglio (specialista nelle ultramaratone di 100 km e nelle 6 ore, vantando diversi successi in competizioni sudamericane), il brasiliano Niumar Velho e il capoverdiano Manuel Duarte Oliveira Jailson.
In campo femminile troviamo la quattro volte vincitrice della Firenze-Faenza, nonché terza assoluta nel 2016 e detentrice del record femminile, Nikolina Sustic, oltre alle connazionali croate Veronika Jurisic (10^ assoluta nel Passatore ’17 e 3^ tra le donne, nonché 2^ nel 2014 sempre nella categoria femminile) e Antonija Orlic (vincitrice della 12 ore di Belgrado lo scorso anno), la marchigiana Denise Tappata (3^ alla Maratona del Lamone e 4^ alla 50 km di Romagna 2019, attualmente in testa al Trittico di Romagna) e la riminese Federica Moroni, attesa nella top 10 femminile.

]]>
ginanesti@hdsjh.cop (Gina Nesti) Toscana Thu, 23 May 2019 16:57:53 +0200
Tiberi dà spettacolo, il Campionato toscano è suo http://reportsport.it/index.php/toscana/item/12494-tiberi-da-spettacolo-il-campionato-toscano-e-suo http://reportsport.it/index.php/toscana/item/12494-tiberi-da-spettacolo-il-campionato-toscano-e-suo Tiberia braccia alzate al traguardo del Campionato toscano

di Antonio Mannori

FABBRICA DI PECCIOLI- Due azzurri vai primi due posti del 22° Trofeo San Rocco a Fabbrica di Peccioli valevole per il Campionato toscano juniores.

Il Il magnifico podio della corsa pecciolese, è stato completato dal massese Peschi, miglior atleta del primo anno.

Dopo la conquista del titolo regionale a cronometro, Antonio Tiberi, laziale, del Team Franco Ballerini Due C, guidato dai tecnici Lenzi e Breschi, si è ripetuto conquistando anche quello in linea con un finale spettacolare dove ha mostrato una grande condizione.

Era rimasto tagliato fuori dalla fuga di 22 corridori che ha deciso la gara, ma sulla salita di Peccioli a 8 Km dall’arrivo con tre atleti che si erano leggermente avvantaggiati, ha dato fondo alle sue energie ed ha fatto il vuoto. Ha lasciato il gruppo ha raggiunto e staccato i fuggitivi per andare a compiere una dirompente galoppata fino al traguardo.

Una folla immensa ha applaudito la prodezza di questo diciottenne di classe e talento. Un degno e brillantissimo campione toscano, un giovane che è più di una promessa, per le sue qualità.

Al posto d’onore un ottimo Della Lunga che ha riconosciuto la superiorità del laziale. Bravo Peschi che ha corso con intelligenza, cogliendo un ottimo terzo posto.

Al campionato toscano hanno partecipato 121 atleti di 19 squadre,undici delle quali toscane.

I 4 giri con la salita di Montelopio (la classifica del Gran premio della montagna vinta da Lorenzo Martignoni della Casano Luna Abrasiv) hanno fatto poca selezione, ma alla distanza come sempre questo percorso sulle colline pecciolesi ha fatto la differenza.

Impeccabile l’organizzazione del G.S. Amici del Pedale con il presidente Alessandro Bacciarelli, i vice Alessandro Pazzagli, Gabriele Bellagotti ed i loro collaboratori, e tanti gli sportivi presenti come non vedevamo da tempo, risparmiati anche dalla temuta pioggia che ha concesso una pausa.

Ordine d’arrivo

1)Antonio Tiberi (Team Franco Ballerini Due C) Km 104, in 2h30’, media Km 41,600;

2)Francesco Della Lunga (Stabbia Dover Andia Fora); a 23”;

3)Lorenzo Peschi (Big Hunter Beltrami TSA Seanese

4)Francesco Madrucci (Team Fortebraccio);

5)Guido Draghi (Stabbia Dover Andia Fora);

6)Alessio Riccardi (Team Franco Ballerini Due C

7)Gabriele Arzilli (Stabbia Doveri);

8)Samuele Gimignani (Work Service Romagnano;

9)Lorenzo Tedeschi (Casano Luna Abrasiv);

10)Nicholas Norbis (S.C. Capriolo.

]]>
io@io.it (Super User) Toscana Mon, 20 May 2019 09:41:54 +0200
Gp Città di Empoli, team Ballerini-Albion sugli scudi http://reportsport.it/index.php/toscana/item/12491-gp-citta-di-empoli-team-ballerini-albion-sugli-scudi http://reportsport.it/index.php/toscana/item/12491-gp-citta-di-empoli-team-ballerini-albion-sugli-scudi Gp Città di Empoli, team Ballerini-Albion sugli scudi

EMPOLI - Le strade di Empoli hanno portato bene al team Franco Ballerini-Albion, autore di una grande prova nel Gp Città di Empoli.

Con la qualificazione per il Giro d'Italia ottenuta la squadra diretta da Bardelli, Niccolai e Quartani ha messo in scena una delle migliori performance stagionali piazzando tre corridori nei primi sei posti della corsa toscana.

Tempo incerto fin dall'inizio e una fuga di sei corridori, Baccio, Benedetti, Camargo, Covi, Mauti, Ninci, che hanno caratterizzato la prima parte di corsa con il gruppo che, vista la pericolosità degli uomini al comando, non ha mai lasciato andare via l'azione grazie anche al lavoro degli instancabili Gradassi e Innocenti, mentre Lanzano non ha preso il via a causa dell'influenza.

Poco prima dell'ascesa del Castra, ultimo Gpm di giornata, il gruppo tornava compatto con ancora Covi e Pietrini ad allungare ad inizio salita. Dagli inseguitori, sempre più selezionati, partiva al contrattacco Bagioli che raggiungeva il compagno di squadra Covi poco prima della cima dell'ascesa per poi attaccare e lasciare indietro il terzo incomodo, Pietrini. Lo stesso Bagioli risultava poi il vincitore in quello che era un vero e proprio arrivo in parata degli uomini Colpack.

In gruppo erano i corridori del team Franco Ballerini - Albion a guidare l'inseguimento, dando una grande dimostrazione di compattezza attorno al leader Bevilacqua che ripagava il lavoro svolto dai suoi compagni di squadra regolando il gruppo in volata proprio davanti ad Allori e Iacchi con il bravissimo Lancia 20° al termine di un duro lavoro per accorciare le distanze dai primi.

]]>
io@io.it (Super User) Toscana Sun, 19 May 2019 09:07:09 +0200
Passatore, 3.270 iscritti 500 sono donne, 1.250 gli esordienti http://reportsport.it/index.php/toscana/item/12486-passatore-3-270-iscritti-500-sono-donne-1-250-gli-esordienti http://reportsport.it/index.php/toscana/item/12486-passatore-3-270-iscritti-500-sono-donne-1-250-gli-esordienti La presentazione del Passatore alla stampa

FIRENZE - La 47ma edizione della 100 km del Passatore è stata presentata nella sede del Banco Fiorentino a Firenze.

La Cento, anche quest'anno denominata "Le vie del Sangiovese", è promossa ed organizzata dall'associazione faentina 100 km del Passatore insieme all'omonima Società del Passatore, Uoei, Admo, Csen e Cai, Consorzio Vini di Romagna, ai Comuni di Faenza, Firenze, Fiesole, Borgo San Lorenzo, Marradi e Brisighella, e alle Province di Ravenna e Firenze.

Alla conferenza stampa sono intervenuti l'Assessore allo Sport di Firenze Andrea Vannucci, il direttore del Banco Fiorentino Davide Menetti, il Presidente dell'Asd 100 Km del Passatore Giordano Zinzani, un rappresentante dell’amministrazione comunale di Fiesole, il sindaco di Marradi Tommaso Triberti, il rappresentante di Saucony Thomas Lorenzi e il preparatore atletico Antonio De Francesco.

La Cento 2019, già valevole quale campionato italiano Fidal 100 km su strada, assoluto e master, sarà ufficialmente anche campionato nazionale croato come accaduto nell’edizione 2015. Anche quest'anno Consorzio Vini di Romagna ha voluto abbinare lo slogan “le vie del Sangiovese” alla manifestazione, in omaggio alle strade percorse dai partecipanti durante il tracciato che lega la Toscana alla Romagna, terre dove viene coltivato il vitigno "Sangiovese" e dal quale vengono ricavati vini d'alta qualità come il Chianti (in Toscana) e il Sangiovese (in Romagna).

A meno di due settimane dalla partenza, prevista per sabato 25 maggio alle 15, da piazza del Duomo, a Firenze, risultano 3270 gli atleti attualmente iscritti (erano 3025 all’edizione 2018), stabilendo il record degli ultimi vent’anni per quanto concerne la Cento. Tra loro si contano oltre 500 donne, 1250 esordienti, 370 toscani, oltre 500 emiliano romagnoli ed oltre 110 atleti provenienti da 28 nazioni straniere.

Davvero numerosa, quest’anno, la presenza di runners croati, ben 25, pronti a disputare la corsa in quanto campionato croato di specialità 100 km su strada. Iscritti anche 30 praticanti del nordic walking, disciplina che assegnerà l’ottavo titolo italiano Csen di specialità. A sfidare il campione in carica Andrea Zambelli troviamo il recordman del ‘Passatore’ Giorgio Calcaterra (12 edizioni vinte consecutive della Cento oltre a 3 titoli mondiali nei 100 km su strada), il trentino Silvano Beatrici (4° al Passatore 2018, 2° alla 100 km della Brianza nel ‘16), il varesino Roberto Isolda (fresco vincitore della 6 ore del Parco Nord), il rocchigiano Matteo Lucchese (vincitore della 100 km di Seregno 2018, 2° alla 50 km di Romagna 2018 e due volte vincitore della Pistoia-Abetone Ultra-marathon), il livornese Marco Lombardi (al successo nella 6 ore Coratina ’19 e 2° alla Canalathon 100 km), il torinese Silvio Bertone (plurivincitore della 100 km Entre Terre et Mer) e il bolognese Luca Cagnani (vincitore della 6 ore del Drago 2018). Per quanto concerne gli atleti stranieri, troviamo l’ucraino Evgeni Glyva (2° alla Cento del ’13 e vincitore della Strasimeno ‘16), il russo Alexey Izmailov (plurivincitore della Championship of Russia e dell’ultramaratona notturna di Mosca), l’argentino Cristian Daniel Malgioglio (specialista nelle ultramaratone di 100 km e nelle 6 ore, vantando diversi successi in competizioni sudamericane), il brasiliano Niumar Velho e il capoverdiano Manuel Duarte Oliveira Jailson. In campo femminile troviamo la quattro volte vincitrice della Firenze-Faenza, nonché terza assoluta nel 2016 e detentrice del record femminile, Nikolina Sustic, oltre alle connazionali croate Veronika Jurisic (10^ assoluta nel Passatore ’17 e 3^ tra le donne, nonché 2^ nel 2014 sempre nella categoria femminile) e Antonija Orlic (vincitrice della 12 ore di Belgrado lo scorso anno).

La 47^ 100 km del Passatore è resa possibile anche grazie agli sponsor Consorzio Vini di Romagna, BCC Credito Cooperativo Ravennate Forlivese e Imolese, Banco Fiorentino Mugello Impruneta e Signa, Coop Alleanza 3.0, Natura Nuova, Moreno, Decathlon, Saucony e Kiron. Come ogni anno, tantissime sono le associazioni di volontariato e i Servizi Sanitari che prestano il loro servizio alla realizzazione della Firenze-Faenza.

L’edizione 2019 della Cento potrà contare sul supporto della macchina organizzativa che vede oltre 700 volontari, 23 punti di ristoro, 20 ambulanze lungo il percorso, 11 stazioni fisse attrezzate e gestite da medici, una decina di zone massaggi, 16 stazioni ricetrasmittenti fisse e mobili e numerosi interpreti. Il Servizio centro elaborazione dati sarà curato da Evoluzioni Web Società Cooperativa mentre, il cronometraggio e l’elaborazione dati verrà curato da SDAM – Sport Data Management: Champion Chip.

Per quanto riguarda i premi della Cento, oltre a quelli di classifica, sono previsti riconoscimenti anche per i recordman maschile e femminile, per i gruppi podistici e per il vincitore del Gran Premio della Montagna intitolato a Francesco Calderoni per quanto concerne il primo atleta maschile e quello dedicato ad Angela Bettoli alla prima atleta: entrambi i premi sono assegnato dall’Uoei al fondista (maschile e femminile per l’appunto) che transiteranno per primi sul Passo della Colla di Casaglia (913 metri slm, al 48° km), giungendo poi al traguardo di Faenza. Sarà inoltro conferito il premio di miglior esordiente dedicato alla memoria del maratoneta Simone Grassi, mentre, il "Trofeo Elio Assirelli", istituito alla memoria del presidente della Associazione scomparso nel 2009, sarà assegnato alla prima donna al traguardo. L’edizione 2019 della Cento avrà un carattere ecosostenibile grazie alla collaborazione con l’amico e runner Don Luca Ravaglia, attraverso un vademecum che si riassume nel: non buttare rifiuti per terra, utilizzare solamente bicchieri lavabili, riciclabili e richiudibili per ridurre la quantità di bicchieri di plastica e carta gettati a terra e l’utilizzo di biciclette per seguire gli atleti. Ricordiamo che Ravaglia sarà disponibile ad incontrarvi in Piazza Vittorio Veneto alle 13:30 sabato 25 maggio per un brindisi e per una foto con chi aderirà all’iniziativa. Sempre in tema di ecosostenibilità, la Cento 2019 vede l’ingresso di “100x100”, progetto di Mariella Di Leo supportato da Brooks Sports che ha l’obiettivo di unire 100 donne di tutta Italia che correranno senza il supporto di alcun mezzo al seguito, facendo affidamento su sé stesse e sui punti di ristoro allestiti lungo il percorso.
Come nel 2018, il ‘Passatore’ si avvarrà della collaborazione di Ekis, The Coaching Company, fornendo ai runner dei brevi video sul mental coaching (http://info.ekis.it/100km) inviando loro strumenti che permettano un allenamento mentale in previsione della gara e durante essa, in modo che i concorrenti possano portarla a termine con successo e soddisfazione personale. Ricordiamo che quest’anno, la consegna dei pettorali e degli indumenti, gli spogliatoi, i bagni chimici e il pasta party saranno in Piazza Vittorio Veneto con gli stand accessibili dalle ore 10:30 fino alle ore 14 del 25 maggio. Piazza Vittorio Veneto è raggiungibile dalla stazione di Santa Maria Novella utilizzando la Tramvia Linea T1 (3 fermate – scendere alla fermata Cascine).
La Cento 2019 sarà trasmessa in diretta esclusiva da Teleromagna sul canale 14 e sarà visibile in Emilia-Romagna, Veneto e Lombardia, oltre che sul sito internet della rete televisiva. Per quanto riguarda la radio, sarà possibile seguire il ‘Passatore’ con Radio Cose Belle, con la corsa sulle frequenze fm 101.3 e 91.0 e in diretta streaming anche tramite apposita App, realizzata appositamente da RCB.

Gli eventi collaterali

Come ogni anno sono tante le iniziative che faranno da corollario alla 100 km del Passatore, l’ultramaratona più apprezzata del mondo giunta alla 47^ edizione.

Da lunedì 20 maggio a domenica 26, alla Galleria Comunale d’Arte del Voltone della Molinella, a Faenza, sarà possibile apprezzare la mostra fotografica "100 meravigliosi chilometri”, a cura di Gianni Zampaglione, per rivivere tutte le tappe più importanti del percorso che, dal 1973, collega la città di Firenze a quella di Faenza.

Il 20 maggio si terrà inoltre l’inaugurazione della mostra “FaienceX100 – Le ceramiche faentine premiano la 100 km del Passatore” e saranno premiati gli alunni vincitori del concorso della medaglia celebrativa riservato agli studenti del Liceo Artistico Torricelli-Ballardini (tema incentrato sul genio di Leonardo Da Vinci a 500 anni dalla sua scomparsa), oltre che del manifesto edizione 2020 (corso grafico pubblicitario dell’IPS Persolino-Strocchi di Faenza).

Cinque le staffette in programma nella giornata del 25 maggio 2019: “Gioca sport”, la cui partenza è prevista da Punta degli Orti alle 17 con arrivo alle 19.30 in piazza del Popolo; “Anchi’io Corro x 100 Km di solidarietà” organizzata da asd autismo a partire dalle 20; la staffetta curata da asd disabili che scatterà da Bocca dei Canali con arrivo alle 20; quella degli alunni dell’istituto comprensivo “Faenza San Rocco” (partenza 15,30 da Marradi/Biforco e arrivo a Faenza alle 20,45) e la 50x1000 dello Csi Faenza e Atletica 85 che partirà alle 16,45 dal passo della Colla di Casaglia e il cui arrivo è atteso per le 21,15 in piazza del Popolo.

Il 22 maggio 2019 un gruppo di faentini amatori che ha intrapreso la Firenze-Faenza negli ultimi anni vi aspetta invece con la serata “Uno, Nessuno, 100 km” curata da Davide Neri e promossa all’interno della Wellness Week: al termine della testimonianza fornita dai runner, è prevista partenza da Piazza del Popolo di Faenza per effettuare la camminata in notturna della Colonia di Castel Raniero. Nella serata verranno analizzate le fasi di preparazione, gestione e superamento della corsa con i contributi di Alessandra Erbacci, Claudio Leonardi, Giovanni Zauli, Silvia Gaudenzi, Elisabetta Valtieri, Massimo Moretti (WASP) e Leo Callini della associazione sportiva Leopodistica. Il 24 maggio 2019, dalle 20:30 alle 23, alla Galleria Comunale d’Arte del Voltone della Molinella, torna l’appuntamento con Ekis Mental Coaching, programma di allenamento mentale rivolto alla preparazione ed alla corretta gestione dal punto di vista mentale della Cento da parte dei runner. La serata sarà condotta da Andrea Zavaglia di Ekis che, ricordiamo, è azienda leader nei servizi di coaching, consulenza e formazione che opera nel mental coaching sportivo dal 1995. Ricordiamo che per quanto concerne l’edizione 2019 della Cento, il ritrovo degli atleti per il ritiro dei pettorali è previsto sabato 25 maggio alle 10,30 in piazza Vittorio Veneto (Cascine) di Firenze mentre, la partenza, è fissata alle 15 da piazza del Duomo come accaduto lo scorso anno.

Il 25 maggio, alle 18, ad animare piazza del Popolo ci saranno gli storici speaker Daniele Menarini e Danny Frisoni che vi racconteranno la storia della 100 km del Passatore con immagini e filmati proiettati sul maxischermo. Lo stand gastronomico sarà curato dal Rione Nero ed è previsto intrattenimento musicale a partire dalle 18,30. In viale Marconi, dalle 19, Luca Piazza presenterà “Ultimo km”, con musica e animazione, accompagnando con la sua energia i runner al traguardo. Ad applaudire i vincitori con il suono delle chiarine sarà il Gruppo Municipale di Faenza del Palio del Niballo. Per quanto concerne domenica 26 maggio 2019, Luca Piazza riprenderà con il suo intrattenimento sempre in viale Marconi a partire dalle 8,30, precedendo l’inizio delle premiazioni in piazza del Popolo alle 9,30. Oltre alle classifiche generali del campionato italiano di specialità 100 km, delle categorie maschili e femminili e del campionato croato, saranno stilate le classifiche dei romagnoli e faentini, sarà eletto il miglior esordiente e saranno proclamati i risultati dell’undicesima edizione del Trittico di Romagna.

]]>
io@io.it (Super User) Toscana Thu, 16 May 2019 15:10:38 +0200
Sci. Andrea Maddii nel gruppo nazionale degli “osservati” http://reportsport.it/index.php/toscana/item/12483-sci-andrea-maddii-nel-gruppo-nazionale-degli-osservati http://reportsport.it/index.php/toscana/item/12483-sci-andrea-maddii-nel-gruppo-nazionale-degli-osservati Andrea Maddii

FIRENZE - Una grande opportunità per un atleta fiorentino della squadra di sci del  Comitato Appennino Toscano: Andrea Maddii entrerà a far parte del gruppo nazionale degli “osservati” della Fisi.

In questi giorni sono  stati resi noti i nominativi delle squadre italiane giovanili e di quelli che faranno parte di questo gruppo, le nuove leve o “osservati”, seguiti dal responsabile del progetto Giovani della Fisi,  Massimo Carca. Andrea Maddii, fiorentino classe 1999 e tesserato con lo sci club  Tracce Bianche di Prato, farà parte del gruppo maschile di velocità.
I giovani del gruppo “osservati” hanno in programma 20 giorni di  preparazione per le discipline tecniche, 15 per le discipline veloci,  più altri giorni di preparazione atletica. Inoltre, ed è una novità,  la composizione delle squadre giovanili sarà fluida: nei prossimi mesi  chi otterrà i migliori risultati potrebbe entrare come aggregato nella  squadra nazionale.
“Si tratta di una grandissima opportunità - commenta il presidente del  Cat, Francesco Contorni - che rende orgoglioso tutto il Comitato.  Auguriamo buon lavoro ad Andrea, sappiamo che si impegnerà al massimo. 
Voglio ringraziare Walter Remitti che segue la squadra maschile e i  tecnici del Comitato, che stanno facendo un ottimo lavoro con i nostri  ragazzi. Quando tre anni fa abbiamo deciso di ricreare le squadre  sapevamo che c’era tanto da fare e abbiamo ancora molta strada da  percorrere, ma vogliamo dimostrare che la Toscana c’è, ha grinta e  voglia di dare buoni risultati sulla neve”.

]]>
io@io.it (Super User) Toscana Thu, 16 May 2019 09:57:52 +0200
Corrilunigiana: trionfano Davide Pruno e Luciana Bertuccelli http://reportsport.it/index.php/toscana/item/12476-corrilunigiana-trionfano-davide-pruno-e-luciana-bertuccelli http://reportsport.it/index.php/toscana/item/12476-corrilunigiana-trionfano-davide-pruno-e-luciana-bertuccelli Il podio maschile di Corrilunigiana

VILLAFRANCA - Per la settima prova del Corrilunigiana memorial Franco Codeluppi si è disputata la gara “4^ Mamma in corsa” a Villafranca Lunigiana.

Davide Pruno, stakanovista del circuito vince, a Villafranca la sua prima gara, l'atleta dell' Arci Favaro transita in solitaria all’ arco gonfiabile, spinto da un forte vento che ha disturbato per tutta la gara gli oltre 120 atleti in questo 12 maggio festa della mamma, gara in un bel percorso di 11.200 metri.

Luciana BertuccelliAl via subito in evidenza Enrico Ferlazzo (Spezia Marathon), Lino Zano compagno di colori, Riccardo Alfano (Pro Avis Castelnuovo magra), Davide Pruno (Arci Favaro), lungo i vari strappi di asfalto sterrato Pruno prendeva la testa solitario, per arrivare in un ottimo 43’03”, seguito da Lino Zano 43’58”, poi Simone Donati 44’43” (Golfo dei poeti) in un momento di forma strepitoso, Enrico Ferlazzo 44’54” (Spezia Marathon) grandissimo atleta e persona generosa, Giovanni Miano 45’01” (Atl. Favaro) Raffaele Arioni 45’05” (Asd Corrilunigiana),Roberto Tognari 45’12” (Pro Avis Castelnuovo magra).

Nelle altre categorie: in “C” dopo Ferlazzo, 2° Guglielmo Meruzzi 46’09” (Afaph); in cat. “D” dopo Donati, 2° Guido Di Carlo 46’09” (Spezia Marathon), 3° Pierluigi Tuccia 46’55” (Spezia Marathon); in cat. “E” 1° Pruno, Zano, Miano; in cat. “F” 1° Franco Bartelloni 45’19” (Stracarrara), 2° Fabio Vannini 46’05” (Atl. Casone), 3° Gianni Battolla 46’19” (Atl. Spezia Duferco); in cat. “G” 1° Luigi Michelotti 46’10” (Pol. Pontremolese), 2° Roberto Tavilla 46’22” (Spezia Marathon), 3° Romano Bichi 47’05” (Afaph); in cat. “H” 1° Maurizio Adorni 50’18” (Spezia Marathon), 2° Ippazio Bellante 51’10” (Atl. Favaro), 3° Danilo Del Giudice 56’03” (Atl. Pietrasanta); in cat. “I” 1° Mario Mastroberardino 49’58” (Pro Avis Castelnuovo magra), 2° Euro Puntelli 57’07” (Golfo dei Poeti), 3° Ilio Gerini 01:04:36; in cat. “L” 1° Claudio Cevasco 53’46” (Atl. Favaro), 2° Luigi Vannini 01:01:42 (Pro Avis), 3° Mario Paita 01:07:30 (Atl. Filagiò).

Nella categoria femminile Luciana Bertuccelli (Pro Avis Castelnuovo magra) bissa il successo del 2018 in solitario per tutta la gara, 48’21” il suo tempo a 2’22” da Isabella Pellegrini (La Galla Pontedera) a seguire Valeria Poltronieri 52’19” (Circolo Minerva), Giada Brizzi 53’18” (Spezia Marathon), Cristina De Rocco 53’44” (Pro Avis Castelnuovo magra).

Nelle altre Categorie: in cat. “O” 1^ Giada Brizzi 53’18” (Spezia Marathon), 2^ Elisa Cosini 01:06:00 (Spezia Marathon); in cat. “P” 1^ Bertuccelli, 2^ Pellegrini, 3^ Poltronieri; in cat. “Q” Cristina De Rocco 53’44” (Pro Avis), 2^ Chiara Santini 01:02:04 (Atl. Favaro), 3^ Patrizia Tornaboni 01:09:39 (Golfo dei Poeti).

Nel settore giovanili si registra la partecipazione di quaranta piccoli atleti che si sono sfidanti sulle distanze di 500m., 1000m., 1500m. in base alla categoria di appartenenza.

In categoria “A” 1° Nicolò Codeluppi (Asd Corrilunigiana), 2° Mattia Fasulo (Pol. Pontremolese), 3° Marco Mosti (Afaph); in cat. “B1” 1° Francesco Nocerino (Spezia Marathon), 2° Jacopo Pellegrini (Pol. Pontremolese), 3° Leonardo Marchetti (Afaph); in cat. “B2” 1° Simone Ferdani (Pol. Pontremolese); in cat. “M” 1^ Ilaria Magnani (Pol. Pontremolese), 2^ Giulia Bertoncini (Pol. Pontremolese), 3^ Luna Sabatelli (Spezia Triathlon); in cat. “N1” 1^ Stella Pastine” (Atl. Lunezia), 2^ Martina Magnani (Pol. Pontremolese), 3^ Iris Battelli (Atl. Alta Toscana); in cat. “N2” 1^ Sofia Leoncini (Atl. Lunezia), 2^ Linda Leoncini (Atl. Lunezia), 3^ Margherita Tondani (Pol. Pontremolese).

Il circuito riprenderà sabato 18 maggio alle ore 17 partenza settore giovanile e alle ore 17,30 partenza assoluti ad Olivola di Aulla per il “10° Trofeo verde città”, gara di solidarietà per Airc.

]]>
io@io.it (Super User) Toscana Wed, 15 May 2019 09:20:04 +0200
Il giovane Benedetti vince il titolo toscano Under 23 http://reportsport.it/index.php/toscana/item/12466-il-giovane-benedetti-vince-il-titolo-toscano-under-23 http://reportsport.it/index.php/toscana/item/12466-il-giovane-benedetti-vince-il-titolo-toscano-under-23 Il giovane Benedetti vince il titolo toscano Under 23

CASTIGLION FIORENTINO - Un campionato toscano velocissimo (oltre 43 di media), un vincitore magnifico, Gabriele Benedetti che non ha ancora 19 anni ed è giustamente considerato una bella promessa del nostro ciclismo, ed altri due protagonisti ammirati negli ultimi 25 Km, il fiorentino Luigi Pietrini finito a dieci metri da Benedetti con l’arrivo in salita nel Viale Marconi a Castiglion Fiorentino e Riccardo Marchesini, che si è esaltato sulle strade di casa (abita nella zona) e pur non salendo sul podio perché superato a dieci metri dalla linea di arrivo dal primo degli scatenati inseguitori, ha conquistato il titolo regionale élite. Il tutto in una corsa ben organizzata dall’Ac Castiglionese presieduta dall’ex corridore Gianfranco Gironi e dal Team Fortebraccio, seguita da tanti sportivi su di un percorso non selettivo, ma che ha reso spettacolare la gara proponendo un finale emozionante. Detto della fuga di Capati, Susco, Galli e Casadei nella prima parte e di un successivo tentativo di sette corridori tra i quali Pietrini e Marchesini eccoci al momento più bello, spettacolare ed esaltante del 20° Trofeo Menci. Mentre il gruppo si portava sui sette al comando, a 25 Km dal traguardo partiva Pietrini, in grandi condizioni di forma. Su di lui rinvenivano anche Marchesini e Benedetti e si formava un terzetto che trovava subito l’accordo necessario, cosa che invece non avveniva nel gruppo alle loro spalle. Così era un finale tra il terzetto e gli inseguitori, con Bendetti che lanciava il suo attacco generoso, ma avventato, a 12 Km dal traguardo, vincendo anche il gran premio della montagna. Per otto chilometri mentre si era alzato anche un forte vento, Benedetti viaggiava da solo con una dozzina di secondi di vantaggio prima di essere raggiunto da Pietrini e Marchesini mentre il gruppo si avvicinava sempre più alla testa sotto l’azione di 4 o 5 team. L’ultimo chilometro del Trofeo Menci era in salita prima di approdare sul Viale Marconi e Piazza Garibaldi a due passi dal centro storico della splendida cittadina della Valdichiana. Benedetti in volata si dimostrava ancora il più forte andando a cogliere il primo successo nei dilettanti (compirà 19 anni il prossimo 9 giugno) davanti al bravissimo Pietrini. Marchesini che aveva perso qualche metro veniva rimontato per il terzo posto dal lombardo Andrea Colnaghi, finendo in quarta posizione, ma primo tra gli élite toscani davanti a Fiorelli e Friscia, per cui la maglia di campione toscano era sua proprio nella località dove risiede.

Una vittoria quella di Benedetti da dedicare al suo Ds Gabriele Balducci, in ospedale a Lucca dopo l’intervento chirurgico dei giorni scorsi e che era guidato nel “Toscano” dal presidente della società di Mastromarco Carlo Franceschi.

Ordine d'arrivo

1)Gabriele Benedetti (Mastromarco Sensi Nibali) Km 139, in 3h13’48”, media Km 43,282 – Campione Toscano Under 23 -; 2)Luigi Pietrini (Maltinti Banca Cambiano) a 2”; 3)Andrea Colnaghi (Named Rocket) a 7″; 4)Riccardo Marchesini(Pitti Shoes-Pol.Tripetetolo a 9″ - Campione Toscano Elite -; 5)Filippo Fiorelli (Gragnano Sporting Club Caselli); 6)Lorenzo Friscia (idem); 7)Francesco Zandri (Maltinti Banca Cambiano); 8)Tommaso Fiaschi (Beltrami TSA Hopplà Petroli Firenze); 9)Davide Masi (Mastromarco Sensi Dover); 10)Giovanni Iannelli(Team Hato Green).

Antonio Mannori

]]>
io@io.it (Super User) Toscana Sat, 11 May 2019 21:13:02 +0200
Basket Le Mura, al PalaTagliate arriva Schio http://reportsport.it/index.php/toscana/item/11814-basket-le-mura-al-palatagliate-arriva-schio http://reportsport.it/index.php/toscana/item/11814-basket-le-mura-al-palatagliate-arriva-schio Basket Le Mura, al PalaTagliate arriva Schio

LUCCA - Domenica 17 febbraio, palla a 2 alle ore 18.00, sarà Gesam Gas & Luce Le Mura – Famila Wuber Schio. In altre stagioni sarebbe stato certamente il match di cartello della giornata e per storia lo è ancora.

Il parquet però non fa sconti e gli obiettivi stagionali delle due formazioni sono decisamente diversi rispetto al passato: Lucca sta iniziando un nuovo ciclo e lotta al momento per difendere il sesto posto, Schio come al solito vuole lo scudetto ed è a caccia della prima posizione in griglia playoff. Forte del vantaggio nella differenza canestri su Venezia deve però vincere le restanti partite di regular season e sperare che le lagunari non facciamo altrettanto.

Dopo un inizio di stagione complicato per le campionesse di Italia, a testimonianza di quanto detto, è arrivata a dare qualità l'americana Quigley, realizzatrice impressionante (19,4 punti) ma soprattutto tiratrice micidiale (49% da 3 punti con quasi 7 tentativi per gara).

Fare le carte alla sfida è presso che impossibile considerando che coach Vincent può contare su ben 5 straniere, e se in Eurolega (pesante la sconfitta di mercoledì scorso a Ekaterinburg) può ruotarle tutte, in campionato ne potrà schierare solo 3.

Avrà quindi l'imbarazzo della scelta, perché assieme a Quigley ci sono anche Gemelos, Lisec, Gruda e Lavender.

Detto che sarà difficile capire chi tra le straniere scenderà sul parquet del PalaTagliate, ci sarà anche da capire se potrà essere della partita (più sì che no) la ex playmaker biancorossa Francesca Dotto, assente nel match di coppa. Ci saranno di sicuro, invece, sia Valeria Battisodo che Martina Crippa, con l'ex capitano lucchese alla prima gara da avversaria nella sua Lucca.

A completare il roster scledense ci saranno anche Andrè Olbis Futò (buono il suo impatto alla prima stagione in casacca Schio, 6,9 punti e 5 rimbalzi di media), Martina Fassina, Milica Micovic e l'infinita Raffaella Masciadri che alla veneranda età di 39 anni riesce ancora a contribuire con 5 punti uscendo dalla panchina ed un notevolissimo 39% nel tiro pesante, cifre che le hanno permesso di guadagnare minuti su Marcella Filippi.

A presentare la gara il vice coach Michele Staccini “Domenica arriva al PalaTagliate una squadra che non ha bisogno di presentazioni, con un roster lunghissimo e di alto livello europeo; noi per riuscire a competere dovremo essere capaci di fare un extra sforzo sopratutto difensivamente, cercando di limitare il loro grande potenziale offensivo oltre che riuscire ad affrontare i momenti difficili della partita, che inevitabilmente ci saranno, senza disunirci.”

]]>
emiliano@dskl.dfs (Emiliano Nesti) Toscana Fri, 15 Feb 2019 14:29:08 +0100