header rsport
 
.

 

.

 

Martedì, 19 Giugno 2018 17:24

A Coverciano premiati i vincitori della terza edizione di ‘Un goal per la salute’

FIRENZE - Hanno coronato il sogno di calcare i campi di Coverciano, gli stessi dove si allenano gli Azzurri: i ragazzi dei Centri Federali Territoriali di Casalnuovo di Napoli, Parabita (Lecce) e San Giorgio di Nogaro (Udine), vincitori della terza edizione di ‘Un Goal per la Salute’, sono stati per due giorni ospiti della Casa delle Nazionali italiane di calcio come premio per i migliori video realizzati sul tema della lotta al doping.

L’iniziativa, promossa dalla FIGC con il patrocinio e il supporto operativo del Comitato Italiano per l’UNICEF e giunta alla sua terza edizione, per la prima volta quest’anno ha coinvolto i Centri Federali Territoriali, con l’obiettivo di informare e formare gli adolescenti con una campagna di prevenzione per promuovere una cultura di educazione alla salute e al rispetto delle regole.

Il progetto si è sviluppato attraverso una serie di incontri, che tra ottobre 2017 e marzo 2018 hanno coinvolto i primi trenta Centri Federali Territoriali dislocati in tutta Italia, affrontando una serie di tematiche relative al doping, all’educazione alimentare e all’approccio all’agonismo sportivo.

“Queste due giornate – ha commentato il presidente della Commissione Antidoping e Tutela della Salute della FIGC, Carlo Sica – rappresentano un momento di grande gioia e vicinanza a questi ragazzi, a cui dedichiamo grande attenzione, focalizzandoci non solo sulla lotta al doping, ma anche su tutti quei prodotti che possono nascondere insidie per i ragazzi e le ragazze. Quest’anno l’evento è stato dedicato ai Centri Federali Territoriali, per formare campioni non solo sul campo, ma anche nello spirito”.

Dopo la visita di ieri al Museo del Calcio di Coverciano e dopo una tavola rotonda nell’Aula Magna del Centro, a cui ha presenziato anche la campionessa olimpica Josefa Idem, questa mattina i ragazzi dei tre Centri Federali Territoriali presenti si sono allenati sui campi solitamente calcati dagli Azzurri.

Nel pomeriggio, i ragazzi e le ragazze dei tre CFT vincenti sono stati premiati per i loro video realizzati. All’incontro conclusivo erano presenti tra gli altri: il dirigente responsabile dell’Antidoping CONI-Nado, Michele Signorini; Luca Bergamini, membro del Consiglio Direttivo del Settore Giovanile e Scolastico; Nicola Brotto, responsabile Sport di Unicef Italia; i componenti della Commissione Antidoping e Tutela della Salute, Francesco Braconaro e Walter Della Frera.

SEDONI 300x425banner