header rsport
 
.

 

.

 

Mercoledì, 20 Maggio 2020 19:10

Calcio. I campionati riprendono, Ghirelli (Lega Pro) contrario

Francesco Ghirelli Francesco Ghirelli

ROMA – I campionati di calcio devono terminare regolarmente.

Federazione gioco calcio e Lega sono d'accordo: c’è tempo fino al 20 agosto per completare i tornei e la stagione 2019-2020 si chiuderà il 31 agosto. E i playoff e i playout? Scatteranno solo come piano B, nel caso di "una nuova sospensione". C’è anche il piano C: "Nel caso di interruzione definitiva, la classifica sarà definita applicando oggettivi coefficienti correttivi". La data del 20 agosto come termine massimo per i campionati non sta a significare un cambio della tabella di marcia. La Figc e la Lega confermano di voler lavorare per partire con la serie A sabato 13 giugno sempreché il governo cambi la norma che vieta qualsiasi tipo di evento, anche a porte chiuse, fino a domenica 14. Insomma, i tempi per la Serie A, restano gli stessi: partenza il 13 giugno e conclusione entro il 2 agosto anche se il termine previsto dalla Uefa potrebbe non essere perentorio.

Per B e C (dov’è più forte l’ipotesi playoff e playout senza finire la regular season) c’è invece tempo fino al 20 agosto. Sulla A femminile "si verificherà nei prossimi giorni le condizioni di ripresa".

Per quanto riguarda i tesseramenti dei calciatori per la stagione sportiva 2020-21, che saranno stabiliti prossimamente, il Consiglio federale "ha deliberato i termini di deposito dei contratti preliminari: dal 1 giugno al 31 agosto".

"Devo parlare il linguaggio della verità: quello che è uscito dal Consiglio federale non mi soddisfa per nulla".

Lo ha dichiarato il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli.

"La Serie C ha una sua evidente specificità nel campo professionistico, altrimenti non si capirebbe perché ci sono A, B ed appunto Serie C. Noi non siamo in grado di tornare a giocare, ce lo hanno detto anche i sessanta medici sociali, dovevamo fare gli ipocriti e non parlare il linguaggio della verità? Il calcio va veramente riformato nella sua cultura. Noi non siamo in grado di assicurare la certezza delle misure per salvaguardare la salute. Quello che si sa del nuovo protocollo ci porta a dire che sarà ancora più dura per i nostri club. Mi auguro che io abbia torto rispetto alla situazione. Discuterò ancora una volta con i presidenti con la stessa chiarezza con cui l'ho fatto da sempre. Poi qualcuno può andare a sollecitare scrivendo lettere per giocare i playoff".

  

SEDONI 300x425banner