header rsport
 

.

 

.

 

PRATO - Terzo posto per la formazione femminile dell'Atletica Prato ai Campionati Toscani di società di prove multiple Ragazze disputati al Luigi Ridolfi di Firenze.


Le ragazze, allenate da Alessio Ramalli, Paolo Fucini e Lisa De Matteis, hanno visto prestazioni importanti per Morgana Gnan che si è piazzata 2^ nel tetrathlon Ragazze grazie alla vittoria nei 60m hs con il nuovo personal best di 9” netti, 4^ posto nei 600m con 1.49.7, 10^ nel salto in lungo 4.12 e 14^ nel lancio del vortex con 33.94, da sottolineare le prove anche di Beatrice Tani e Francesca Borsini che nei 60m hs ha chiuso con un'ottimo 10.9.

Da segnalare al maschile Enrico D’Ascenzi nella categoria Ragazzi con la buona prestazione nei 60m hs in 9.8. Bene anche Sanaa El Aoufy che ha partecipato ai 2 km del Trofeo Toscano di Marcia Ragazze ed ha dimostrato che il settore marcia sta salendo di livello da quando è responsabile Alessandro Maccarini "Sono contento - spiega Alessio Ramalli - ringrazio i ragazzi, i genitori e chi mi ha dato questa occasione di allenare" 

PRATO - Torna tra le mura amiche dell’EstraForum il Prato Calcio a 5 di mister Madrid, che domani (sabato 15 ottobre) riceve la visita del temibile B&A Sport Orte.


 Il confronto, valido per la terza giornata di andata in serie A2, avrà inizio alle ore 16 e sarà diretto dai Sigg. Loria (Roma 1) e Gandolfi (Parma); cronometrista il Sig. Rrapi (Prato). Sarà scontro tra imbattute. Il Prato ha esordito superando nel finale Atlante e F.lli Bari, l’Orte ha vinto in casa dell’Olimpus ed ha pareggiato col Merano.

Già cinque le reti messe a segno dal capitano Sanna, bomber in testa alla classifica dei cannonieri. In porta c’è l’ottimo Weber, al centro della difesa Batata, ex Augusta che l’anno scorso era alla Menegatti Metalli.

Tra i tanti talenti della giovane squadra di mister Di Vittorio ci sono i vari Lepadatu, Varela, De Camillis. Quanto al Prato, la squadra laniera ha conosciuto una settimana travagliata per le condizioni precarie di Perez e Murilo e per il lutto che ha colpito il proprio universale Gaetano Mangione, che in queste ore ha perso l’amato nonno. Sul piano sportivo il morale dei biancazzurri resta comunque alto, anche se c’è la consapevolezza di tutte le insidie che nasconde la sfida con l’Orte.

“Sono alla mia prima volta in Italia e non conosco le squadre avversarie - ammette il biancazzurro Victor Cachón, reduce dalla doppietta del PalaRivalta -, ma ho già avuto modo di vedere che tutte le formazioni della serie A2 italiana sono ben attrezzate. Sarà di sicuro un’altra battaglia. Già contro l’Atlante il risultato era di parità fino ad un minuto e mezzo dalla fine. Noi comunque abbiamo una buona squadra. Il tifo per noi è uno stimolo in più. Già all’esordio l’EstraForum è stato molto bello da vedere e da ascoltare. Speriamo che ogni settimana che passa il pubblico aumenti sempre di più”. 

Serie A2 - Terza giornata (sabato 15.10.2016)

Ore 15

Ciampino-Arzignano

Milano-Castello

Ore 16

Bubi Merano-Capitolina Marconi

Cagliari-PesaroFano

Olimpus Roma-Aosta

Prato C/5-B&A Sport

Ore 17

F.lli Bari-Atlante Grosseto

Classifica: PesaroFano, Prato e Ciampino 6; Orte e Merano 4; Milano, Cagliari, Olimpus e Arzignano 3; Castello e F.lli Bari 1; Aosta, Atlante e Capitolina Marconi 0.

JUNIORES. Pronta al via la Juniores di mister Mirko Carlesi. La prima giornata di campionato si giocherà sabato 15 ottobre all’EstraForum alle ore 18, subito dopo la partita della prima squadra. Il match è Prato C/5-Montecalvoli. Il girone di andata del campionato terminerà il 14 gennaio 2017, la stagione regolare il 22 aprile 2017.

Le altre della prima giornata nel girone A: Bulls San Giusto-Verag Villaggio; Cus Pisa-Futsal Pontedera; Calcetto Insieme-Real Livorno; Futsal Pistoia-Arpi Nova; Unione Livorno-Atlante Grosseto.

UNDER 21. Seconda giornata domenica per il girone G dell’Under 21, col Prato C/5 di mister Stefano Tesi che giocherà sul campo del Cus Pisa. I lanieri vengono dal buon 6-1 dell’esordio nei confronti della Mattagnanese.

Le altre partite: Bulls San Giusto-Poggibonsese; Città di Massa-Montecalvoli; Gisinti Pistoia-Sangiovannese; Pontedera-Unione Livorno; Mattagnanese-Atlante. Classifica: Poggibonsese, Prato, Gisinti Pistoia, Città di Massa e Pontedera 3; Montecalvoli e Bulls San Giusto 1; Unione Livorno, Mattagnanese, Cus Pisa, Atlante e Sangiovannese 0.

di Giovanni Fiorentino

PRATO - Continuare a lavorare la grinta mostrata nelle ultime uscite e non scoraggiarsi, confidando nel fatto che i risultati arriveranno.


Questa la ricetta indicata da Riccardo Martinelli per uscire al più presto dalla crisi in cui è sprofondata la squadra. "Il problema non è la disposizione a centrocampo, serve maggior concretezza negli ultimi metri, dobbiamo diventare più cinici e non piangerci addosso per gli episodi sfortunati" - ha dichiarato il difensore laniero, parlando poi delle proprie condizioni fisiche:"Ho recuperato dall'infortunio al piede, riesco a correre senza avvertire alcun dolore".

Il Prato si presenta dunque all'appuntamento di domenica prossima contro la Pro Piacenza sapendo di non poter più sbagliare,avendo l'impellenza di convertire in gol le occasioni create nel corso del match. Il centrale difensivo laniero ha infine elencato similitudini e differenze fra i due tecnici avvicendatisi alla guida tecnica del club in questo scorcio di stagione: "Malotti e Acori sono entrambi eccellenti motivatori, sebbene in maniera antitetica. Hanno una concezione del calcio differente, il nuovo allenatore è più sanguigno e tende a spronarci più spesso verbalmente".

PRATO - È un trentenne tifoso del Prato il responsabile dello spargimento di letame avvenuto lo scorso 29 settembre davanti alla sede della società laniera.


Il giovane è stato incastrato grazie ad alcuni numeri di targa che un testimone era riuscito a memorizzare. Il 30enne ha ammesso la responsabilità del gesto, avvenuto in ambito delle correnti proteste e contestazioni di parte della tifoseria pratese per i deludenti risultati della compagine e per un asserita mancanza di chiarezza sui progetti futuri da parte del nuovo assetto societario.

A suo carico è scattata una denuncia per il reato di imbrattamento e deturpamento di cose altrui.

PRATO - Vittoria importante per il Prato Calcio a 5, che soffre ma espugna il campo di Reggio Emilia con un gol all'ultimo minuto. Risultato finale Fratelli Bari-Prato 2-3.


Il match è stato equilibrato, non bellissimo, tirato ma corretto. Il primo tempo termina senza reti e le occasioni più importanti sono per Cachón, Muto e Mecca.

Nella ripresa gol ed emozioni. Perez salva su Muto poi Cachón segna su punizione. Il Prato controlla fino al 13' quando subisce due reti in 20 secondi effettivi e tutto si complica. Di Cachón il 2-2 su tiro libero, poi il Prato sembra averne di più e vince con un gol nel finale. A 47 secondi dal termine è Solano imbeccato da Josiko a trovare il gol partita che vale il primato per i lanieri.

Fratelli Bari: Vezzani, Senese, Amarante, Nobile, Giardino, Muto, Pittella, Costa, Salerno, Ferrari, Aieta, Castellini. All. Checa.

Prato: Perez, Iacona, Cachón, Karaja, Benlamrabet, Josiko, Solano, Mecca, Mangione, Balestri, Murilo, Buti. All. Madrid.

Arbitri: Botter di Venezia e Oliviero di Pesaro; cronometrista Mavaro d Parma.

Reti: st 9’10” e 15’37” t.l. Cachón, 12’32” Pittella, 12’52” Salerno, 19’13” Solano.

Note: ammoniti Pittella, Ferrari e Murilo; spettatori 200 circa.

Domenica, 09 Ottobre 2016 12:19

Ac Prato,Malotti: "Sconfitta immeritata"

di Giovanni Fiorentino

PRATO - Un Roberto Malotti visibilmente amareggiato ha analizzato la sconfitta odierna,ribadendo propositi ed obbiettivi verso il futuro.


"Non meritavamo di perdere,ho visto un Prato che per ottanta minuti ha tenuto palla nella metà campo avversaria" - ha esordito il tecnico laniero - "Vedo una squadra vogliosa di tirarsi fuori da questa situazione.

È un momento difficile per noi,a volte la pressione induce a sbagliare. Dobbiamo migliorare in fretta e sperare in un po' di fortuna in più,per il morale". L'allenatore biancazzurro ha poi speso due parole su Melgrati:"Probabilmente avverte troppo la pressione,deve cercare di più il dialogo con i compagni". L'attaccante Roberto Ogunseye è invece tornato sul momento clou del match,ovvero l'espulsione di Briganti:"Ero convinto di essere in area, ma sono stato atterrato ad 80 centimetri dal limite. Abbiamo offerto una buona prestazione,dobbiamo ripartire dalla grinta di oggi e continuare ad impegnarci e a lavorare".

Soddisfatto il mister comasco, Fabio Gallo:"Partita tirata e difficile,i miei hanno mantenuto le posizioni e sfruttato le opportunità create.Puntiamo ai play-off".

di Giovanni Fiorentino

PRATO - Sembra senza fine,la crisi di risultati del Prato, sconfitto in casa di misura dal Como.


L'1 a 0 finale è maturato al termine di un match giocato tutto sommato bene dalla formazione pratese,padrona del campo per la maggior parte dei minuti. Agli avversari va perè dato atto di aver capitalizzato al meglio le poche opportunità create, raccogliendo un gol e un palo. I lanieri si dimostrano volitivi e propositivi,denunciando tuttavia scarsa precisione negli ultimi metri condita da un pizzico di sfortuna. Di Molfetta è il primo a rendersi pericoloso, ma come già successo in passato la squadra ospite segna alla prima occasione con De Leidi.

I lanieri incassano il colpo e continuano ad assediare l'area avversaria,scoprendo però il fianco alle pericolose ripartenze comasche. A suonare la carica è ancora il numero undici biancazzurro, il quale impegna Zanotti al 36'. Due minuti più tardi Ogunseye coglie la traversa su un colpo di testa sugli sviluppi di un corner. Prima dell'intervallo però, Le Noci accarezza il raddoppio. Il primo squillo della seconda frazione lo invia Beduschi, sfiorando il bersaglio grosso con un botta dalla distanza al 49'. La partita entra dunque in una fase di stallo interrotta saltuariamente da vortici offensivi improvvisi.

Romano ci prova dalla distanza al 62', spedendo la sfera a lato. Al 71' il tecnico laniero si gioca il tutto per tutto, inserendo Tavano per Martinelli e arretrando Romano davanti alla difesa,con il conseguente spostamento di Catacchini sulla fascia. L'episodio clou si verifica all'85', quando l'arbitro Robilotta di Sala Consilina espelle Briganti per fallo da ultimo uomo su Ogunseye, ma non accorda il penalty, concedendo invece una punizione dal limite(peraltro non sfruttata da Tavano). L'ultima occasione prima del triplice fischio consiste in un tiro da Moncini deviato in angolo dal portiere comasco.

PRATO(4-2-3-1):Melgrati,Danese,Martinelli(71' Tavano),Ghidotti,Beduschi;Catacchini,Checchin,Romani,Di Molfetta(67' Moncini),Sowe(85'  Benucci);Ogunseye. Allenatore:Roberto Malotti

COMO(3-5-2):Zanotti,De Leidi,Briganti,Nossa;Peverelli,Antezza(81' Damian),Pessina,Di Quinzio(69' Marconi),Sperotto,Chinellato(16' Bertani),Le Noci. Allenatore:Fabio Gallo.

ARBITRO:Robilotta di Sala Consilina.

RETI:15' De Leidi.

NOTE:Ammonito Martinelli per il Prato, espulso Briganti e ammonito Bertani per il Como.

di Giovanni Fiorentino

MEDA - Notte fonda,per il Prato:complici le numerose assenze,il Renate si impone 2 a 0 e condanna i lanieri alla quarta sconfitta consecutiva.


Le defezioni di Antonini,Romano,Carcuro e Martinelli hanno sicuramente pesato, ma il nuovo allenatore Roberto Malotti dovrà lavorare sodo per invertire la tenenza e rigenerare la squadra soprattutto dal punto di vista mentale.  Il primo scorcio di gara si svolge sotto il segno dell'equilibrio, perché entrambe le compagini preferiscono studiarsi a vicenda al fine di carpirsi a vicenda gli eventuali punti deboli. L'empasse si sblocca al 23', quando Florian approfitta del parapiglia creato da una punizione di Scaccabarozzi e insacca alle spalle di Melgrati.

La reazione laniera consiste in un tentativo di Moncini, controllato da Cincilla in due tempi. Il numero nove biancazzurro si rende maggiormente pericoloso al minuto trentasei, quando gira di testa sfiorando il palo su suggerimento di De Micheli. Poco prima dell'intervallo il tecnico laniero è costretto a sostituire Di Molfetta per infortunio con il nipote Malotti. La ripresa porta immediatamente in dote il raddoppio nerazzurro, siglato da un colpo di testa di Palma. A questo punto il mister pratese inserisce Sowe al posto di uno spento Tavano, con l'obbiettivo di vivacizzare il gioco.

Da segnalare all'84' una botta da fuori di Checchin, conclusasi a lato di poco. La nota positiva è rappresentata dal rientro di Cavagna, il quale a dispetto dell'ammonizione rimediata potrà dare un buon supporto in termini di esperienza al centrocampo. La sfida di domenica prossima contro il Como, però assumerà già i contorni di uno scontro diretto per la salvezza.

RENATE:Cincilla, Mora, Vannucci, Di Gennaro, Anghilieri; Lavagnoli(70' Dragoni), Palma, Pavan, Scaccabarozzi; Florian(77' Santi), Marzeglia(60' Graziano). Allenatore:Luciano Foschi.

PRATO:Melgrati, Catacchini, Ghidotti, Danese, Beduschi; De Micheli(76' Cavagna), Checchin, Di Molfetta (44' Malotti), Tavano (60' Sowe), Moncini, Ogunseye. Allenatore:Roberto Malotti

ARBITRO:Luigi Carella di Bari.

RETI:23' Florian, 46' Palma.

NOTE:Ammoniti Di Gennaro e Mora per il Renate, Cavagna per il Prato.

di Giovanni Fiorentino

PRATO – Vincere per ripartire e cancellare un inizio di stagione tutt'altro che brillante.


Il Prato si prepara alla sfida in trasferta contro il Renate, in programma alle 16:30 di domani, con lo stato d'animo di chi sa di non poter più fallire, dovendo già fronteggiare una situazione ambientale difficile. I lanieri dovranno oltretutto fare a meno di capitan Antonini, Carcuro, Romano e Martinelli, infortunati.

“Le assenza fanno parte del gioco, non dobbiamo soffermarci troppo su questo aspetto. La burrasca abbattutasi questa settimana sulla società non deve coinvolgerci, anche se speriamo si risolva al più presto" - ha spiegato mister Roberto Malotti - "Dobbiamo solo giocare e migliorare. Ho trovato un gruppo di ragazzi che si son messi subito a mia disposizione, la squadra sarò al top fisicamente fra un mese. Moduli?Devo imporlo a seconda delle caratteristiche della rosa. Il nostro obbiettivo primario è ottenere un miglioramento graduale e capire da dove iniziare. Ovvio però che mi aspetti una risposta sin da subito". Torna infine a disposizione Cavagna, nonostante ipotizzarne l'impiego per tutti i novanta minuti sia ovviamente impensabile.

Prima di chiudere, il tecnico biancazzurro ha speso due parole su alcuni giocatori in rosa, dopo aver analizzato gli avversari:"Sono una squadra tosta e fisica, con un tandem d'attacco importante" - ha detto - "Non voler puntare su Sowe sarebbe masochismo puro, non vedo perchè non debba avere l'opportunità di esprimersi. Sono certo che anche Di Molfetta darà un contributo importante".

PRATO – Ac Prato comunica di aver tesserato il difensore Andrew Delly Marie-Sainte, classe 1998.


Il calciatore nato a Forte-de-France Martinique, sarà a disposizione del tecnico Roberto Malotti per la stagione 2016/17.

di Giovanni Fiorentino

PRATO - "L'inizio di stagione non coincide sicuramente con le nostre aspettative, senza alcun dubbio. Preferisco però non cercare alibi, dobbiamo ripartire dalle note positive intraviste nella sconfitta di domenica scorsa. Dobbiamo migliorare gradualmente, seppur ricominciando da subito a macinare punti".


Il responsabile dell'area tecnica del Prato, Gianni Califano, ha così analizzato la situazione in cui versa la compagine laniera, reduce da quattro k.o. consecutivi anche in virtù delle numerose defezioni degli ultimi giorni. E se il capitano Luca Antonini resterà fermo ai box per almeno due settimane, è anche vero che il lungodegente Benucci è rientrato in gruppo, mentre il difensore Martinelli ha ripreso ad allenarsi e il centrocampista Romano ha smaltito l'influenza che lo aveva tenuto fuori contro il Renate. 

La dirigenza biancazzurra non pare ad ogni modo intenzionata a ricorrere in maniera massiccia al mercato degli svincolati:"In questo momento servirebbero giocatori già pronti fisicamente, tuttavia potremmo compiere qualche operazione più avanti, in caso di necessità. Il campionato quest'anno è molto equilibrato, abbiamo tutto il tempo di rialzarci" - ha spiegato l'ex-attaccante laniero - "Nello spogliatoio c'è grande amarezza, logicamente. Sono certo ad ogni modo che lavorando duramente la situazione migliorerà".

Qualche movimento potrebbe infine avvenire in difesa:il difensore ventottenne Davide Bertolucci, svincolato, si è allenato oggi insieme alla squadra e in caso di impressione positiva potrebbe essere tesserato già nei prossimi gironi".

PRATO - Soffre ma vince nel finale il Prato di mister Madrid, con l’EstraForum in delirio nei minuti conclusivi, tirati ed emozionanti. Potevano vincere entrambe, il Prato alla fine ha forse prevalso per un po’ di brillantezza fisica in più.


Sul piano del gioco i lanieri dovranno crescere molto ma lo spirito di squadra e la voglia di vincere già ci sono ed i tre punti sono un’ottima iniezione di fiducia. L’Atlante, per parte sua, è piaciuta molto, sorprendendo in positivo per l’atteggiamento e la spregiudicatezza messe in campo.
Il primo quintetto laniero è Perez, Karaja, Benlamrabet, Mangione, Balestri: sorprendente. Risponde l’Atlante con Borriello, De Oliveira, Barelli, Keko e Alex.
In avvio chance per Mangione e Benlamrabet poi Alex sfiora il palo (3′) prima del vantaggio ospite: perfetto il contropiede vincente con “scavetto” dalla destra per lo spagnolo Keko (6′). Il Prato risponde subito con un gol fantastico di Josiko, che dribbla e converge da sinistra scaricando in porta un imprendibile bolide incrociato. Pochi secondi e il Prato passa ancora su azione confusa: Josiko scappa a sinistra, calcia da posizione defilata prima che la palla esca e trova il 2-1 su mezzo autogol di Borriello, per il resto in ottima giornata.
Nel finale palo di Balestri e tocco di fino fuori per Cachón.
Nella ripresa occasioni per Karaja e Alex, Benlamrabet e Josiko. Il Grosseto c’è e solo una parata d’istinto di Perez evita il pareggio di Bender all’8′. Il pari, rocambolesco, arriva poco dopo: Balestri sbaglia la rimessa laterale cercando Perez, Keko solo a porta vuota insacca il comodo 2-2.
Partita entusiasmante. Perez strepitoso dice di no a Gianneschi lanciato solo a rete (10’20”), palo esterno di Murilo poi uscita decisiva di un grande Perez su Keko. Partita apertissima, potrebbero vincere entrambe.
Il Prato prepara Pellegrino portiere di movimento ma non serve. Cachón scarica in porta un bolide dalla destra, sulla respinta di Borriello si avventa Josiko che spara in rete il 3-2 che trasforma l’EstraForum in una fantastica polveriera.
Entra Barelli portiere di movimento per gli ospiti ma è il Prato a colpire. Prima con Murilo che ruba palla tirando in porta al volo da centrocampo un gran 4-2, poi con Benlamrabet. L’italo-marocchino, beniamino dei tifosi, sbatte in porta il siluro incrociato del 5-2, realizzando il suo primo gol in carriera in categoria ed andando ad abbracciare in panchina il suo “mentore” Renzo Gualchieri. Ovazione del palazzetto che aspettava da tempo questa rete.
Finisce con un palo di Keko, col Prato in festa e con l’Atlante che esce a testa altissima. Il 5-2 non racconta in alcun modo l’equilibrio di un derby bello, tirato, equilibrato e sportivo nonostante i cinque ammoniti.

PRATO C/5-ATLANTE GROSSETO 5-2
PRATO C/5: Perez, Cachón, Pellegrino, Karaja, Benlamrabet, Josiko, Solano, Mecca, Mangione, Balestri, Murilo, Buti. All. Madrid.
ATLANTE: Borriello, Ducci, De Oliveira, Bender, Barelli, Baluardi, Gianneschi, Leone, Sugimoto, Keko, Alex, Izzo. All. Chiappini.
ARBITRI: Mestieri di Finale Emilia e Simonazzi di Reggio Emilia; cronometrista Parretti di Prato.
RETI: pt 5’31” Keko, 7’57” e 8’29” Josiko; st 9’19” Keko, 18’32” Josiko, 19’03” Murilo, 19’23” Benlamrabet.
NOTE: ammoniti Josiko, Solano, Balestri, De Oliveira, Bender; spettatori 300 circa.

PRATO - Il rugby di eccellenza è rosa anzi tutto nero con le Dame Nere.

Venerdì, 07 Ottobre 2016 15:12

Prato C/5 a Reggio Emilia col dubbio Murilo

PRATO - Prima trasferta stagionale per il Prato Calcio a 5, atteso domani alle ore 17 al PalaRivalta dalla F.lli Bari Reggio Emilia.

ABETONE -È in programma giovedì 2 giugno, Festa della Repubblica, un’escursione guidata nell’alto Appennino tosco-emiliano, attraverso faggi e abeti secolari.

SEDONI 300x425banner