Maratone/mezze http://reportsport.it Wed, 14 Nov 2018 02:19:39 +0100 Joomla! - Open Source Content Management it-it Gp Parco Alpi Apuane, Terrasi re di maratona a Ravenna http://reportsport.it/index.php/podismo/maratone-mezze/item/10858-gp-parco-alpi-apuane-terrasi-re-di-maratona-a-ravenna http://reportsport.it/index.php/podismo/maratone-mezze/item/10858-gp-parco-alpi-apuane-terrasi-re-di-maratona-a-ravenna Gp Parco Alpi Apuane, Terrasi re di maratona a Ravenna

LUCCA - Alessio Terrasi ha scritto a Ravenna una pagina di storia per l’atletica garfagnina: il titolo di campione italiano sulla maratona, per un ragazzo che non fa atletica per professione, ma che comunque ha un regime di dodici sedute di allenamento settimanali, ha un peso ancora maggiore

. Il fenomeno di Altofonte, paese che ha dato i natali a uno dei più grandi esponenti dell’atletica italiano quale Salvatore Antibo, ha lottato contro due ricordi di maratone sfortunate e, a suon di primato personale abbassato a 2h 19’ 4’’, ha conquistato negli ultimi 50 metri l’oro su Francesco Bona dell'Aeronautica militare (nella stessa gara ottima prestazione anche Mirco Toma). A Livorno, alla “Livorno Half Marathon”, ottime prove per Lorenzo Checcacci (17 assoluto), Adriano Mattei (34 assoluto), Giorgio Davini (64 assoluto), Michelangelo Fanani (76 assoluto), Alessandro Marlia (141 assoluto), Ludmillo Dal Lago (348 assoluto), Nicola Andreucci (350 assoluto), Giacomo Pasquini (351 assoluto), Alessandro Pingitore (583 assoluto) e Luca Linari (589 assoluto); nella stessa gara, nella prova a staffetta, ottime prove per Igor Marracci (terzo assoluto) e Paola Lazzini; a Firenze, al “Circuito podistico Tre Ville”, ottimo oro di categoria per Giuseppe Tomaselli. 

]]>
ginanesti@hdsjh.cop (Gina Nesti) Maratone/mezze Mon, 12 Nov 2018 10:56:09 +0100
La 26^ Scarpirampi va alla coppia Tacconi-Casagrande http://reportsport.it/index.php/podismo/maratone-mezze/item/10855-la-26-scarpirampi-va-alla-coppia-tacconi-casagrande http://reportsport.it/index.php/podismo/maratone-mezze/item/10855-la-26-scarpirampi-va-alla-coppia-tacconi-casagrande La 26^ Scarpirampi va alla coppia Tacconi-Casagrande

PRATO - E' la coppia Alberto Tacconi- Francesco Casagrande a vincere la 26^ Scarpirampi mentre l'8^ Trail della Calvana se lo aggiudicano Luca Giuntoli e Francesca Poli.

Ben 400 atleti al via per la tradizionale sfida lungo il crinale della Calvana con partenza da Santa Lucia di Prato, che è stata data dall'assessore allo sport del Comune di Prato Simone Faggi, e con un finale stupendo che ha portato gli atleti, dopo una vertiginosa picchiata, all’arrivo di Vernio. Il tutto in una mattinata piovosa come vuole la tradizione di questo appuntamento. Una gara con gli specialisti del podismo e diversi tra i biker più affermati, uno fra tutti l'ex azzurro Francesco Casagrande che dopo la vittoria era felicissimo di questa affermazione "Vincere questa Scarpirampi è per me un grande successo - spiega Casagrande - credo che una gara così sia unica perchè unire un bikers e un podista è qualcosa di eccezionale e solo con un grande feeling si riesce a concluderla. Sono contento e ringrazio il mio compagno di avventura Alberto Tacconi che mi ha dato davvero una spinta in più per questa impresa". Insieme alla Scarpirampi al via anche l'8^ Trail della Calvana con i podisti che hanno corso sul medesimo percorso di 30 Km. In pratica due gare in una in questa “Scarpirampi 2018" organizzata dal negozio “Il Campione” di Silvano Melani in collaborazione con la Lega Ciclismo e la Lega Atletica Uisp di Prato, l’Associazione Regalami un Sorriso, l'Avis di Prato ed il patrocinio dei Comuni di Prato e Vernio e della provincia di Prato, la presenza della Misericordia di Prato e con il servizio fotografico della onlus Regalami Un Sorriso .

Giovedi 15 novembre, alle 21 al Palazzo Banci Buonamici a Prato la premiazione ufficiale. Commozione all'avvio per il ricordo con un grande applauso, dell'indimenticato fotoreporter Nedo Coppini. A vincere con il tempo di 2h28'06" la coppia composta da Alberto Tacconi e Francesco Casagrande che precedono di 4'26" il duo composto da Gabriele Giachi e Daniele Pretini mentre al terzo posto si classificano Antonio Di Sandro e Tommaso Vanni che concludono in 2h32'36". "E' la dimostrazione che questa gara è sentita dagli atleti e correre e pedalare in mezzo alla natura su un dislivello così è qualcosa di eccezionale - spiega Silvano Melani - quest'anno abbiamo avuto anche tanti atleti provenienti da tutta Italia per partecipare a una gara unica nel suo genere. Vedere Casagrande così contento è la maggiore soddisfazione per un organizzatore. Un grazie a tutti i volontari lungo il percorso e all'arrivo che hanno permesso il successo della gara". Nel misto vince il duo composto da Ginevra Cusseau e Paolo Manetti con al secondo posto Mary Mucci e Giuseppe Gori mentre sono terzi Cristina Fei e Alessandro Del Pino. Nella categoria 100-110 vincono Stefano Mantelli e Piero Pacini in 2h49'53" (ottavi nella classifica generale) mentre quella sopra i 110 la coppia più veloce è stata quella composta da Claudio Chiti e Giuseppe Balzano che si confermano anche in questa edizione davanti ad Arturo e Fabrizio Sargenti e al terzo posto concludono Andrea Martini e Salvatore Lilli. Tra le donne e' il duo Pamela Rinaldi e Michela Migliori a conquistare il primo posto davanti a Tessa Bambi e Ilaria Butti. Per il Trail della Calvana arriva primo al traguardo Luca Giuntoli in 2h43'16" con Vladimir Kabetaja a 9'54" e Fabio Mannucci a 11'16". Tra le donne è prima a Vernio l'atleta di casa Francesca Poli (Risubbiani) in 3h28'39" davanti a Farida Poggesi (Resco Reggello) mentre terza si classifica Giulia Gori. Tra i Veterani fa poker Francesco Rosai (Il Fiorino) con il tempo di 2h59'50" precedendo Angelo Nunziati (Atl.Signa) che guadagna una posizione rispetto all'anno scorso e terzo giunge Salvatore Vizzini dei Malandrini. Tra le Veterane Sandra Bartoli precede Cinzia Cinti. 

]]>
ginanesti@hdsjh.cop (Gina Nesti) Maratone/mezze Sun, 11 Nov 2018 19:25:16 +0100
Eddine Salah e Claudia Astrella si aggiudicano la Livorno Half marathon http://reportsport.it/index.php/podismo/maratone-mezze/item/10845-eddine-salah-e-claudia-astrella-si-aggiudicano-la-livorno-half-marathon http://reportsport.it/index.php/podismo/maratone-mezze/item/10845-eddine-salah-e-claudia-astrella-si-aggiudicano-la-livorno-half-marathon Eddine Salah e Claudia Astrella si aggiudicano la Livorno Half marathon

LIVORNO - Eddine Salah si aggiudica la seconda edizione Livorno Halmarathon davanti a Daniele Del Nista e Luca Lemmi dell'Atletica Livorno.

In campo femminile si impone Claudia Astrella, seguita dalla pisana Ilaria Bianchi completa il podio femminile Federica Poesini. Al via oltre 2500 podisti si sono la nciati nel bellissimo percorso livornese che ha toccato i punti più caratteristici e storici della città: l’Accademia Navale, il Porto Mediceo, il Cantiere Benetti Lusben e il lungomare La gara organizzata dalla Asd Livornomarathon in collaborazione con il Comune di Livorno e l’Uisp Atletica era valida per il Campionato italiano di mezza maratona Oltre alla mezza marotana, si svolta la Mezzamaratona a staffetta in due (Km. 7 + 14) non competitiva, la Stralivorno di Km. 7,500 , la Family Run , la Urban Nordic Walking e la Urban Dog 

]]>
ginanesti@hdsjh.cop (Gina Nesti) Maratone/mezze Sun, 11 Nov 2018 12:45:49 +0100
Il Km 13 della Firenze Marathon dedicato a Davide Astori http://reportsport.it/index.php/podismo/maratone-mezze/item/10812-il-km-13-della-firenze-marathon-dedicato-a-davide-astori http://reportsport.it/index.php/podismo/maratone-mezze/item/10812-il-km-13-della-firenze-marathon-dedicato-a-davide-astori Il Km 13 della Firenze Marathon dedicato a Davide Astori

FIRENZE -  Presso la sala stampa Manuela Righini allo stadio Artemio Franchi è stata presentata ufficialmente l’iniziativa di Firenze Marathon di dedicare alla prossima Asics Firenze Marathon in programma il 25 novembre con partenza alle 8.30 da piazza Duomo il km di corsa numero 13 a Davide Astori, il calciatore della Nazionale e capitano della Fiorentina prematuramente scomparso lo scorso 4 marzo a 31 anni.

Il Comitato organizzatore di Firenze Marathon, come tutta la città colta da profonda commozione, unendosi al cordoglio della famiglia del giocatore e della città tutta, annunciò già il giorno dell’esequie l’iniziativa: durante la 35esima edizione della maratona di Firenze il km 13 (numero di maglia del calciatore) sarà dedicato al giocatore con una cartellonistica particolare in modo che i circa 10mila podisti che vi transiteranno potranno avere un pensiero e un ricordo per lui. L’iniziativa è stata subito sposata da ACF Fiorentina che ha scelto l’immagine da affiancare alla cartellonistica che indica il km 13, che sarà quindi particolare e diversa rispetto alla segnaletica che si trova ad ogni altro chilometro della maratona. Il km 13 cade all’interno del Parco delle Cascine, in particolare a Piazzale Kennedy.

Il Comune di Firenze, inoltre, ha manifestato l’intenzione di porre, dopo la conclusione della maratona, sul posto una segnaletica particolare permanente che ricorda a tutti i frequentatori del Parco, ai podisti e agli atleti che vi transitano per i propri allenamenti il passaggio della maratona 2018 dedicato a Davide Astori. Erano presenti tra gli altri, Gino Salica, vice presidente dell’ACF Fiorentina e presidente della Fondazione ACF Fiorentina, Giancarlo Antognoni, bandiera viola e Club manager, Maria Federica Giuliani, presidente della Commissione sport e cultura del Comune di Firenze che ha rappresentato anche l’assessore allo sport Andrea Vannucci, impegnato in una riunione tecnica in Prefettura, Giancarlo Romiti, presidente Firenze Marathon, Diego Petrini, general manager Firenze Marathon. “Il tredicesimo chilometro che si trova in zona Cascine – ha sottolineato Petrini - , sarà dedicato a Davide Astori.

E ci è sembrato doveroso sposare fin da subito questo pensiero: si tratta di una scelta importante per ricordare il nostro capitano, la cui scomparsa ha destato tanta commozione in città e nel mondo. Il Consiglio direttivo della maratona ha sposato fin da subito questa idea e ci siamo messi al lavoro trovando subito una sponda nella ACF Fiorentina. Molti corridori si emozionano per i passaggi nei luoghi belli della città, questa volta avranno un motivo in più per vivere un sentimento forte”. La collaborazione tra Firenze Marathon e la ACF Fiorentina peraltro non si è limitata a questa iniziativa. ACF Fiorentina infatti, tramite la sua Fondazione, parteciperà con una propria squadra composta da Vecchie Glorie Viola, alla Staffetta benefica 3x7 km che si terrà alla vigilia della maratona, sabato 24 novembre, con partenza alle 10.30 da piazza Gui, davanti al Maggio Musicale Fiorentino, a un centinaio di metri in linea d’aria dal Marathon Expo, aperto dalle 9 alle 20 sia venerdì 23 che sabato 24 alla Stazione Leopolda.

“Contiamo di portare a correre – ha detto Gino Salica - almeno una quindicina di ex giocatori della Fiorentina. E non chiamatele ‘vecchie’ Glorie… solo glorie… Anche la famiglia del giocatore sarà coinvolta durante i due giorni di eventi”. Poi ha lanciato il nuovo hastag:#weruninartandmemory, che Firenze Marathon ha subito adottato tra gli altri già in uso. “Il Comune non poteva mancare e tutta Firenze partecipa al ricordo, ancora una volta, del capitano che tutti portiamo nel cuore – ha aggiunto la presidente della Commissione sport del Comune di Firenze Maria Federica Giuliani –. Il chilometro 13 della Maratona di Firenze diventerà viola per ricordare Davide Astori.

La Maratona di Firenze è cresciuta tanto e questa trentacinquesima edizione si arricchisce non solo di cultura e di sport ma anche di una memoria preziosa per tutta la città”. Il giocatore viola sarà ricordato anche durante la tradizionale Messa del Maratoneta che si tiene ogni anno alla vigilia della manifestazione, sabato 24 novembre alle ore 18 presso la Basilica di Santa Maria Novella. Per tutti i maratoneti ed i loro familiari sarà possibile effettuare delle visite guidate gratuite presso la basilica di Santa Maria Novella (presentando il pettorale) dalle ore 16 alle 17.30 all’ingresso della basilica grazie alla disponibilità dei volontari dell’associazione diocesana Ars Et Fides. Sarà presente la delegazione di Athletica Vaticana con Mons. Melchor Sanchez de Toca, del Pontificio Consiglio della Cultura che celebrerà la messa. La Huawei staffetta 3x7 km è legata al programma charity ufficiale della Firenze Marathon.

Ci si iscrive attraverso il sito www.firenzemarathon.it dopo aver scelto una delle decine di associazioni benefiche che hanno aderito al programma a cui si vuole devolvere il costo dell’iscrizione, che è di 21 euro complessivamente. Anche l’iniziativa della Ginky Family Run che si tiene nel pomeriggio con partenza alle 15.30, la mninicorsa di 3 km sempre con partenza da Piazza Gui, avrà un risvolto benefico perché anche in questo caso parte dei proventi andranno in beneficenza. All’iniziativa, volta a incentivare il movimento tra i bambini e i ragazzi, si partecipa dando un contributo di 10 euro solo se si ha un’età superiore ai 14 anni, per gli Under 14 la partecipazione è gratuita. 

]]>
emiliano@dskl.dfs (Emiliano Nesti) Maratone/mezze Wed, 07 Nov 2018 16:43:59 +0100
Davide Fiesoli e Veronica Vannucci si aggiudicano la Maratonina de' 6 ponti http://reportsport.it/index.php/podismo/maratone-mezze/item/10772-davide-fiesoli-e-veronica-vannucci-si-aggiudicano-la-maratonina-de-6-ponti http://reportsport.it/index.php/podismo/maratone-mezze/item/10772-davide-fiesoli-e-veronica-vannucci-si-aggiudicano-la-maratonina-de-6-ponti Davide Fiesoli e Veronica Vannucci si aggiudicano la Maratonina de' 6 ponti

AGLIANA- David Fiesoli (Aurora Montale) in 1 ora 13’24” si è aggiudicato la 14^ maratonina de’ 6 ponti davanti ad Andrea Brachi (Asd Enjoy Bradipi) 1 ora 15’ 58” e Andrea Silicani (Atletica Casone) 1 ora 16’46”.

Ai piedi del podio Daniele D’Andrea (Montecatini Marathon) 1 ora 16’50”, Nicolò Chiti (Podistica Quarrata) 1 ora 16’54”. La fortissima Veronica Vannucci (Atletica Castello) in 1 ora 23’ 11” si è aggiudicata la gara assoluta femminile, piazza d’onore per Stefania Bargiacchi (Silvano Fedi) 1 ora 29’21” a chiudere il podio femminile Elena Cerfeda (Silvano Fedi) 1 ora 30’ 07” dietro Elena Genemisi (Gruppo podistico Rossini) 1 ora 30’50” e Gianna Secci (Gs Orecchiella) 1 ora 32’36”.

Vince la categoria veterani Giuseppe Tomaselli (Silvano Fedi) davanti a Andrea Dabizzi (Gs Atletica Signa) in 1 ora 21’45” e  Marco Osimanti (Lucca Marathon) 1 ora 22’ 47” e Leonardo Bencivenni (Individuale) 1 ora 23’49” quarto Davide Bianchini (Montecatini Marathon) 1 ora 24’08” e Matteo Plajta (Podistica Quarrata) 1 ora 24’16”. Tiziana Giannotti (Atletica Castello) in 1 ora 28’24” si aggiudica la categoria veterane davanti a Eva Grunwald (Asd Enjoy i Bradipi) 1 ora 38’17” e Anna Lica Chiti (Attraverso Running) 1 ora 42’57” Vince la categoria argento Rinaldo Bolognesi (Massa e Cozzile) 1ora 30’24” davanti a Roberto Mei (Silvano Fedi) 1 ora 31’24” e Leonardo Maggi (Le Torri) 1 ora 33’26”. Prima argento Donatella Serafini (Marciatori Antraccoli) 1 ora 39’04”.  

La Silvano Fedi  la società più numerosa con 57 partecipanti seguita da  29 Martiri con 34, <podistica Pratese con 33, La Stanca 31, Cai Pistoia 30,  Podistica Quarrata 26,  Prato Nord 26, Avis Copit 23, Le Lumache 22, Aurora Montale 20,  Runners Berzantina 11, Atletica prato 11, Atletica Montecatini 7

Al via dal Parco Pertini 950 podisti si sono lanciati sul bellissimo percorso pianeggiante interrotto da strappi dell'attraversamento dei ponti che cartatterizzano la gara aglianese. Organizzata dalla Podistica Misericordia Aglianese quest'anno per la prima volta è stata consegnata la medaglia ai partecipanti che hanno tagliato il traguardo della meratonina. G.N

]]>
ginanesti@hdsjh.cop (Gina Nesti) Maratone/mezze Sun, 04 Nov 2018 14:14:40 +0100
Chianti Trail Ultra, aperte le iscrizioni http://reportsport.it/index.php/podismo/maratone-mezze/item/10753-chianti-trail-ultra-aperte-le-iscrizioni http://reportsport.it/index.php/podismo/maratone-mezze/item/10753-chianti-trail-ultra-aperte-le-iscrizioni Chianti Trail Ultra, aperte le iscrizioni

Torna la sfida tra i filari di vigne più famose del mondo: dal 22 al 24 marzo 2019 sarà di nuovo Chianti Trail Ultra.

La corsa lungo le più belle strade bianche, sentieri e vigneti delle colline del Chianti Storico riparte dal successo della prima edizione: 680 partecipanti in rappresentanza di 22 nazioni, iscrizioni sold out già a due mesi dal via, oltre 1.500 spettatori che hanno affollato Radda in Chianti nell’ultimo week end di marzo 2018. Un successo sportivo e di pubblico che ha portato importanti novità per l’edizione 2019, a partire dalla partnership con New Balance, un marchio prestigioso e conosciuto a livello internazionale, che ha deciso di accompagnare gli atleti lungo I tre tracciati con partenza e arrivo a Radda in Chianti: Trail Ultra (73 km e dislivelli di 2.600 metri), Chianti Trail (37 km con dislivelli di 1.200 metri), entrambe competitive, e la Short Trail (15 km e dislivelli di 600 metri), aperta a tutti. “Il Trail Running è sicuramente un volano promozionale per dare impulso e destagionalizzare il turismo nell’area del Chianti Storico, andando ad aumentare la presenza turistica anche in periodi normalmente poco sfruttabili. Abbiamo tante sorprese per la seconda edizione della manifestazione anche se la formula di fondo non cambia: un fine settimana all’insegna della natura e dello sport in una delle zone più belle del mondo - commenta Matteo Matteuzzi di Chianti Live, organizzatore dell’evento. Non solo, “dopo il successo dell’edizione 2018 – aggiunge - stiamo studiando, insieme alle associazioni del territorio, un progetto per sviluppare un piano sentieristico del Chianti Storico”.

Un territorio ancora incontaminato e ricco di storia fa da cornice ai tre percorsi che si dipanano dal borgo medievale di Radda in Chianti, sviluppandosi per il 95% su strade e sentieri non asfaltati ad uso pubblico o privato, offrendo un occasione unica per scoprire scorci poco conosciuti del territorio. I tracciati toccano l’affascinante pieve di San Giusto, per poi risalire all’imponente Vistarenni, una villa rinascimentale che spicca in mezzo alle colline, da cui si risale, mettendo a dura prova tecnica e allenamento, fino alla cima di monte San Michele, il punto più alto del Chianti. E poi la discesa verso Volpaia, uno dei borghi più famosi e caratteristici, e il rientro verso Radda in Chianti per tagliare il traguardo. Un percorso impegnativo che ha visto trionfare nell’edizione 2018 lo spagnolo Daniel Aguirre che ha coperto I 73 km della Trail Ultra in 6 ore e 24 minuti. Per atleti e visitatori non mancheranno le iniziative per ‘gustarsi’ il Chianti. Il programma della tre giorni per i runners vedrà venerdì 22 marzo la consegna dei pettorali, sabato 24 marzo dalle 6 del mattino scatteranno i tre trail e domenica 24 marzo è in programma l’Ultra Wine: nella Casa del Chianti Classico, a Radda in Chianti, un antico monastero Francescano completamente restaurato e oggi sede istituzionale del Consorzio del Vino Chianti Classico, i partecipanti avranno la possibilità di partecipare alle visite guidate del “Museo Sensoriale del Vino Chianti Classico” o a una full immersion alla scoperta dei vini del Chianti Classico con le special event “Come diventare Sommelier in 30 minuti”. E da quest’anno si aggiunge un’opportunità in più per vivere il Chianti con un programma di quattro giorni dedicato a piccoli gruppi per scoprire il lato meno conosciuto del territorio. Oltre alla novità New Balance, sono stati confermati gli sponsor tecnici Born, azienda leader nella produzione di integratori, e Nencini Sport, realtà conosciutissima nel mondo dell’abbigliamento sportivo, e quelli locali come Hotel Radda, Ross Hotel Group e Macelleria Falorni. “Voglio ringraziare tutte le associazioni che si sono messe nuovamente a disposizione per l’organizzazione di Chianti Trail Ultra 2019, tutti i nostri partner, il Comune di Radda in Chianti per tutta la parte logistico, amministrativa e autorizzativa e il Consorzio Chianti Classico per le attività collaterali”, conclude Matteuzzi. Le iscrizioni per la seconda edizione di Chianti Trail Ultra sono già aperte, per partecipare basta collegarsi all’apposita sezione del sito internet www.chiantiultratrail.com Tutte le informazioni e le curiosità su Chianti Trail Ultra si possono scoprire sulle pagine web della manifestazione o sui social: basta seguire ‘chiantiultratrail’ su Facebook, Instagram e Youtube e non perdere di vista l’hashtag #runchiantidream come hanno fatto gli oltre 200.000 utenti unici raggiunti con le campagne promozionali su web e social network per la prima edizione. 

]]>
ginanesti@hdsjh.cop (Gina Nesti) Maratone/mezze Fri, 02 Nov 2018 16:13:25 +0100
Vittorie di Dakhchoune e Mugno nella Firenze Reggello http://reportsport.it/index.php/podismo/maratone-mezze/item/10745-vittorie-di-dakhchoune-e-mugno-nella-firenze-reggello http://reportsport.it/index.php/podismo/maratone-mezze/item/10745-vittorie-di-dakhchoune-e-mugno-nella-firenze-reggello Vittorie di Dakhchoune e Mugno nella Firenze Reggello

FIRENZE - Si aggiudica la vittoria della 43^ edizione della Firenze Reggello Abdelilah Dakhchoune (Gs Maiano) che ha CORSO I 33,5 km di gara in 2h05'22'' davanti a Matteo Lucchese (Avis Castel San Pietro, 2h07'58'') e Alberto Tacconi(Luivan Settignano, 2h13'19'').

Primo dei veterani e decimo assoluto è Andrea Dabizzi (Atletica Signa) in 2h24'57'' prima donna veterana Cristina Andorlini (Ita O.R.S.T.2.0) in 3 ore 02'17". Tra le donne si impone la fortissima Annalaura Mugno (Orecchiella Garfagnana) in 2h27'48'' 17 assoluta al traguardo piazza d’onore per Laura Chiaramonti (Luivan Settignano) in 2h35'16'' a completare il podio Marika Di Benedetto(Atletica Costa d'Argento) in 2h39'34''. Una bellissima gara la corsa dell’Olio che da Firenze arriva a Reggello renze-Reggello, dopo un percorso impegnativo di 33,5 km 43esima edizione della bella  

]]>
ginanesti@hdsjh.cop (Gina Nesti) Maratone/mezze Thu, 01 Nov 2018 18:18:46 +0100
Napoli Running: tre nuove news da Sorrento-Positano Ultramarathon http://reportsport.it/index.php/podismo/maratone-mezze/item/10742-napoli-running-tre-nuove-news-da-sorrento-positano-ultramarathon http://reportsport.it/index.php/podismo/maratone-mezze/item/10742-napoli-running-tre-nuove-news-da-sorrento-positano-ultramarathon Napoli Running: tre nuove news da Sorrento-Positano Ultramarathon

SORRENTO – E’ sempre più vicina la nuova edizione della Sorrento Positano Ultramarathon del 2 dicembre che piace sempre più e si sta rivelando un autentico successo.

La prima vera grande notizia è che la IAU (Associazione internazionale ultramaratone) ha concesso alla Sorrento Postiano Ultramarathon e al suo percorso il Bronze Label IAU, una prima onorificenza che grazie alla soddisfazione positiva di diversi criteri organizzativi richiesti ne attesta l’ufficialità e l’inserimento nel calendario internazionale delle ultramaratone.

LE DISTANZE – Ultra Sì, ma con distanza non proibitiva, accessibile a tutti. 54km di puro spettacolo per gli occhi e grande divertimento per il proprio spirito e gambe. Al 50km un traguardo ‘volante’ dove vi è in palio il Trofeo della Costiera per i primi tre uomini e le prime tre donne assolute. La gara proseguirà fino al portale di partenza/arrivo a Sorrento per il traguardo della 54km. Per chi è meno allenato ma non vuole perdersi la gara c’è la Panoramica 27km. Anche in questo caso in palio il Gran Premio Nastro Verde sulla distanza della mezza maratona. Verrà posizionato un tappeto di rilevamento al km 21,097, premiati i primi tre uomini e le prime tre donne assolute, la gara proseguirà fino al portale di partenza/arrivo a Sorrento per il traguardo della 27km.

LA MEDAGLIA – A 30 giorni dall’evento, la società organizzatrice Napoli Running ha il piacere di presentare la medaglia che verrà messa al collo di tutti coloro che termineranno la competizione. La medaglia per tutti i runner è un simbolo, è il premio per i tanti allenamenti fatti nei mesi precedenti, è uno splendido ricordo da custodire a testimonianza di una piacevole giornata di sport. La medaglia della Sorrento Positano Ultramarathon è quadrata ed imponente: misura 8 cm per 8 cm. IL LOGO - Il logo rappresenta un runner che taglia il traguardo, inserito all’interno di una piastrella decorativa. I motivi geometrici si ispirano allo stile del maestro De Maio, ideatore e realizzatore di queste ceramiche.

IL CONCETTO DELLA MEDAGLIA - La Penisola Sorrentina ha registrato negli ultimi decenni lo sviluppo di una espressione artigianale tipica ed assai diffusa soprattutto lungo la Costiera Amalfitana, soggetti raffigurati rendono uniche queste ceramiche, complementi decorativi unanimemente considerati “di una bellezza sopraffina”. Tra questi si possono apprezzare motivi di carattere floreale, soggetti “zoomorfi” che ricordano figure mitologiche, e soggetti geometrici con colori che richiamano il cielo e il mare. Il tutto è ispirato a canoni estetici capaci di interpretare in modo efficace una bellezza che ben si coniuga con quella dei paesaggi della Terra delle Sirene e di diventarne un elemento decorativo caratteristico.

‘ULTRA’ SPOSI – Quest’anno alla Sorrento Positano Ultramarathon 54km ci sarà una vera ultra-coppia, due campioni delle distanze ultra che si sono conosciuti e si sono sposati lo scorso settembre anche grazie alla loro grande passione per la corsa. Parliamo della coppia Elisa Benvenuti – Federico Borlenghi, moglie e marito, due assi che proveranno a salire sul podio: “Abbiamo sentito parlare l’anno scorso di questa gara in un posto meraviglioso come la costiera sorrentina e subito ci siamo detti che in questo 2018 non avremmo dovuto perdercela. E così eccoci qui” fanno sapere all’unisono. 41 anni, cremonese, Federico ha un primato personale sulla 100km da primo della classe, ‘solo’ 7h22’36” fatto in questo 2018 a Seregno in occasione del Campionato Italiano della specialità dove si è classificato sesto assoluto. Sulla 50km vanta 3h40’14”, primato fissato nel 2014: “Ho corso oltre 110 gare tra maratone e ultramaratone, la più lunga di queste è stata la Spartathlon da 246km in Grecia – dice Federico -. La verità è che le ultra le farei tutte, mi donano gioia e libertà e più che sfidare gli avversari la vera competizione è con me stesso. La sfida è contro di me”. Federico è un vero entusiasta: “Non potevo non aver mai corso la Sorrento Positano, l’ho scelta perché senza dubbio ha paesaggi ‘da urlo’, tutti da gustare e cercherò di prepararli al meglio privilegiando percorsi collinari”. Vista l’esperienza e le grandi doti atletica cerchiamo di sfruttare al meglio Federico che ha vestito anche più volte la maglia azzurra della Nazionale ultramarathon: “Se mi chiedi dei consigli su come affrontare al meglio la Sorrento Positano posso dire di partire molto tranquilli per risparmiare le energie, di alimentarsi bene in gara perché è lunga e si sta diverse ore impegnati. Fondamentale poi…divertirsi. Sì sì…come fossimo bambini al parco giochi. Proprio per questo mi attendo divertimento e spero tanto tifo da chi starà ai lati della strada”. Elisa ha 31 anni ed è originaria di Rimini, dove entrambi ora risiedono. Nel 2017 ha vinto la Torino-Foglizzo da 100km e ha un primato personale sulla 100km di 9h16’31”, mentre sulla 50km la sua migliore prestazione è di 4h31’23”: “Ho corso 49 gare sommando maratone e ultra, mentre la distanza massima è stata di 100km – dice Elisa di sé – La corsa è sinonimo di libertà, questa è la vera emozione: la libertà. Sarà che poi inizio a divertirmi davvero dopo il 50esimo km quindi la Sorrento Positano sarà perfetta in tutti i sensi, un vero spettacolo per gli occhi e gioia per il cuore”. A differenza di Federico la moglie Elisa avrà un altro tipo di preparazione, diciamo molto impegnativa: “Preparerò la gara con un ‘lungo’ non da poco. Sarò impegnata infatti ora in novembre nella 100km di Noto, ma conto di aver ben recuperato per il 2 dicembre. I consigli che posso dare a chi affronta una ultra per la prima volta è quello di idratarsi e integrare bene in gara e correre in serenità. Sono sicura che sia una gara stupenda, sarà l’occasione per vivere una grande giornata e avere un altro ‘ultra’ ricordo”.

ISCRIZIONI SORRENTO POSITANO 2018 – Iscrizioni aperte, partecipare all'Ultra Marathon 54k avrà un costo di 40,00 euro, mentre il pettorale de La Panoramica avrà un costo di 25,00 euro. Per iscriverti ad una delle due gare della Sorrento Positano, clicca QUI. Informazioni: www.napolirunning.com Contatti: info@napolirunning.com

]]>
ginanesti@hdsjh.cop (Gina Nesti) Maratone/mezze Thu, 01 Nov 2018 17:17:12 +0100
20^ maratonina città di Arezzo : cronaca di 3 giorni http://reportsport.it/index.php/podismo/maratone-mezze/item/10728-20-maratonina-citta-di-arezzo-cronaca-di-3-giorni http://reportsport.it/index.php/podismo/maratone-mezze/item/10728-20-maratonina-citta-di-arezzo-cronaca-di-3-giorni 20^ maratonina città di Arezzo : cronaca di 3 giorni

AREZZO - Iniziamo da Venerdi 26 di ottobre con l’apertura dello stand Arezzo Half Maraton ed il primo incontro degli alunni della scuola elementare di Policiano con esperti di Aisa Impianti sulla raccolta differenziata, a seguire alunni delle scuole superiori sulle tematiche del diabete con esperti di ADA (associazione diabetici Aretini) sul tema attività motoria Ed una buona alimentazione.

Per il progetto “Il Cuore in Corsa” un cuore per Arezzo , alunni dell’ITIS Galilei seguiti dal Prof. Soldini e dal dott.Vergni hanno effettuato delle simulazioni di pronto intervento con manichino e defibrillatore . In tutta la giornata consegna dei pacchi gara ed iscrizioni. La giornata di sabato è iniziata con una relazione sull’ambiente da parte di Aisa impianti con le scuole superiori per poi proseguire nel pomeriggio con delle spettacolari esibizioni di Pre-acrobatica del G.S. Vigili del Fuoco seguita dalla esibizione del Gruppo Musici della Giostra del Saracino e completata con la conferenza stampa per la presentazione dei Top Runners insieme all’assessore allo sport e senatrice Tiziana Nisini. Nel frattempo il Palco delle premiazioni coperto era stato allestito in piazza G.Monaco con l’immagine spettacolare dell’evento , intorno alle 21,30 arriva una telefonata da parte dei vigili, dell’assessore ai grandi eventi che il vento fortissimo aveva distrutto il Palco per fortuna non provocando danni alle persone costringendoci a rimuovere tutto e allestire un nuovo palco di riserva molto più ridimensionato. La Domenica mattina le condizioni meteo rispetto ai giorni precedenti peggiorano, oltre al vento subentra la pioggia, la macchina organizzativa preparata per questa modifica delle condizioni meteo, è riuscita sicuramente a dare il massimo , probabilmente non al top, comunque tutte le postazioni erano coperte i Gazebo ed il porticato di via Roma sono stati messi a disposizione dei giudici, dei rilevatori cronometrici , gli Speaker, la diretta radio Flay e le scuole presenti , tutti supportati in modo egregio. Il servizio Borse curato con perfezione del Corriere Bartolini che ha messo a disposizione ben 5 mezzi 4 in piazza G.Monaco + uno per il ristoro nel percorso, insomma una macchina organizzativa pur nelle difficoltà, sufficientemente adeguata. Partenza della gara alle ore 10,00 come previsto per i circa 1.800 alla partenza (purtroppo le condizioni del tempo hanno fermato a casa oltre 200 atleti soprattutto non competitivi) e subito davanti ovviamente la truppa degli atleti del kenia in cui almeno 6 avevano l’obbiettivo di ottenere il record della gara , le condizioni del tempo potevano essere favorevoli per la temperatura ,ma non per il vento che sarebbe da li a poco essere il protagonista insieme alla pioggia.

Il ritmo dei battistrada si fa subito forte con andature sotto i 2’50 al km , al passaggio del 5° km il tempo è di 14’38” per questo si forma subito un gruppo di circa 15\20 unità tra cui Stefano la Rosa unico italiano a contrastare gli africani. Con il passare dei km il gruppo di testa si assottiglia fino a diventare di 7\8 elementi e a farne le spese anche il nostro azzurro la Rosa che comunque si mantiene nei primi 10. Al passaggio della 9 km sono in 7 al comando, tutti keniani, ma quelli più attivi sono Kemei e Mwangi Kariuki e Maiyo, anche nel settore femminile lotta molto serrata ed incerta fra le keniane Lagat e Munguleya e la ruandese Mukandanga. Nel frattempo arrivano al traguardo della km 9 gli atleti Zakaria Taous che vince su Leonardo Grilli e Satljano Metushi mentre in campo femminile Lucia Checcaglini su Gloria Badii e Adalgisa D’Ortona . Proseguiamo con la mezza maratona e l’epilogo della corsa avviene in prossimità del 15° km quando una bufera di acqua e vento destabilizzano l’assetto di corsa e Mwangi guadagna qualche metro su Kemei e Maiyo che comunque sono sempre molto vicini. Le condizioni meteo purtroppo non migliorano il vento e la pioggia ostacolano l’azione del battistrada che comunque arriva in prossimità del traguardo con la possibilità di stabilire il record della gara, nel traguardo finale mancano 4” al record, ottenendo comunque una grande prestazione cronometrica visto le condizioni meteo di 1h1’15” Alle sue spalle ancora risultati di prestigio per Kemei (2°) 1h2’14”, 3° Maiyo 1h2’21” , 4°Mwangy Joel 1h2’30” e 5° Nyakundi 1h2’45 al 10° posto una buona prestazione anche se non al meglio per l’azzurro Stefano La Rosa con 1h4’52”. In campo femminile la svolta agli ultimi 800 metri con l’arrivo della Mukandanga stremata con il tempo di 1h13’26” al secondo posto Lagat con 1h13’35” e al 3° posto Munguleya 1h13’47” , buono il 6° posto dell’umbra Francesca Scarselli prima italiana. Ottime risposte sono venute dagli atleti aretini della U.P.Policiano con El Khalil Yassin che è giunto 25° assoluto con un ottimo tempo 1h10’16” , il 31° posto di Attilio Niola, 34° Fabio Guidelli , 38° di Alessandro Annetti il 39° di Malvin Metushi della Free Runners ed il 40° del giovanissimo Lorenzo Mori sempre del Policiano. Un fornitissimo ristoro finale è stato poi messo a disposizione degli atleti con Cioccolata calda e crostate del Vestri ,mele dell’azienda Randellini di Pieve al Toppo, The Caldo, sali minerali ,Acqua Verna ,Latte e Yogurt Maremma insomma un recupero energetico importante. Al termine della competizione sono state premiate le scuole con il preside Artini dell’ITIS Galilei che riceve il Trofeo dell’Ass.ne ADA da Edoardo Carrai e l’assessore Nisini , a seguire la IV Novembre,l’istituto Buonarroti Fossombroni,la scula Severi,la scuola di Badia al Pino, L’istituto Signorelli di Cortona e la scuola Elementare di Policiano. Il ringraziamento per la realizzazione di questa manifestazione va fatto ai tanti volontari della U.P.Policiano che in alcuni casi sono stati “infamati “ dagli automobilisti maleducati , alle forze dell’ordine i Vigili Urbani , Vigili del Fuoco, la Croce Bianca di Rigutino, il Dott. Luciano Tommasini , gli speaker Marescalchi e Fiaschi, i Medici e Consulenti del Lavoro Aisa Impianti per il progetto con le scuola insieme a Sintra Consulting, agli sponsor che con il proprio contributo hanno permesso di realizzare questo grande evento. L’appuntamento al 27 Ottobre 2019 per la 21^ Maratonina città di Arezzo.  

]]>
ginanesti@hdsjh.cop (Gina Nesti) Maratone/mezze Wed, 31 Oct 2018 10:22:48 +0100
Maratonina città di Arezzo sotto la pioggia e raffiche di vento http://reportsport.it/index.php/podismo/maratone-mezze/item/10691-maratonina-citta-di-arezzo-sotto-la-pioggia-e-raffiche-di-vento http://reportsport.it/index.php/podismo/maratone-mezze/item/10691-maratonina-citta-di-arezzo-sotto-la-pioggia-e-raffiche-di-vento Maratonina città di Arezzo sotto la pioggia e raffiche di vento

AREZZO - Una 20^ Maratonina Internazionale Città di Arezzo svoltasi con ottimi risultati tecnici e di presenze nonostante una pioggia alle volte intermittente e in altri momenti torrenziale, accompagnata da raffiche di vento che hanno messo a dura prova concorrenti e tutta la logistica organizzativa.

Nonostante il cattivo tempo, un primo successo è arrivato dalle presenze delle due non competitive di 3 e 9 km con una partecipazione massiccia e tanti i giovani al via, ha retto pure la maratonina dove alla fine dei quasi 900 iscritti oltre 750 hanno concluso la gara. Di ottimo spessore il risultato tecnico sia femminile che maschile in primis quest’ultimo nonostante il cattivo tempo e il vento sferzante, con la vittoria di Paul Kariuki Mwangi in un sontuoso 1.01’15” ha soli 4 secondi dal record della corsa datato 2012. Un duello esaltante sin dall’avvio tra Paul Mwangi del gruppo Run2gether e Moses Kipngetich Kemei del gruppo Athletic Club Purosangue, solo poco dopo il 15-16 km Mwangi è riuscito a staccare il connazionale, a detta di tutti con un tempo meteo più decente un crono sotto l’ora e un minuto sarebbe stato quasi normale, dei nostri ha cercato di difendersi Stefano La Rosa (C.S. Carabinieri), un ultima uscita per corse su strada dove ha chiuso al decimo posto in 1.04’52” ora preparazione per i cross, per poi ritornare ad una 42 km probabilmente nel mese di febbraio del 2019.

Gara femminile dominata da Clementine Mukandanga (Rwa) sia pur con molta sofferenza nei due km finali, chiudendo in 1.13’26”, alle sue spalle duello per le piazze d’onore tra la keniana Ivyne Lagat e la ugandese Adha Mungeleya conclusasi come scritto, solo quinta la favorita della vigilia Viola Jelagat con un modesto 1.18’11”, delle nostre la migliore è stata Francesca Scarselli (6^ in 1.27’18”). Maratonina di Arezzo che ha visto la notevole presenza per il loro Campionato Italiano sui 21 km dei Vigili del Fuoco ben 67 in gara in rappresentanza di 31 sezioni provenienti da tutta l’Italia, campionato anche per i Medici e Consulenti dal Lavoro. Il tutto sotto l’abile regia dell’UP. Policiano Arezzo Atletica, ancora una volta promossa a pieni voti per la qualità organizzativa, con l’apporto di tanti sponsor e la fattiva collaborazione del Comune di Arezzo rappresentato dall’Assessore allo Sport e Senatrice in Parlamento Tiziana Nisini, dal vice sindaco Gianfrancesco Gamurrini e dal consigliere comunale ed ex arbitro Internazionale Bertini. Ordine d’arrivo Uomini: 1° Paul Mwangi (Ken) 1.01’15”, 2° M. Kemei (Ken) 1.02’14”, 3° Maiyo (Ken) 1.02’21”, 4° Joel Mwangi (Ken) 1.02’30”, 5° Nyakundi (Ken) 1.02’45”, 6° Ndiwa (Ken) 1.03’09”, 7° Tiongik (Ken) 1.03’12”, 8° S. Kipngetich (Ken) 1.03’25”, 10° La Rosa 1.04’52”. Ordin d’arrivo Donne: 1^ Mukandanga (Rwa) 1.13’26”, 2^ Lagat (Ken) 1.13’35”, 3^ Munguleya (Uga) 1.13’47”, 4^ Workeba (Eth) 1.15’39”, 5^ Jelagat (Ken) 1.18’11”, 6^ Scarselli 1.27’18”, 7^ Romanelli 1.27’46”, 8^ Barneschi 1.29’26”, 9^ Sanarelli 1.31’29”, 10^ Tomaszun 1.32’36”. 

]]>
ginanesti@hdsjh.cop (Gina Nesti) Maratone/mezze Sun, 28 Oct 2018 15:47:32 +0100