header rsport
 
.

 

.

 

Sabato, 14 Aprile 2018 09:09

Esposito aspetta Sassari. "Per loro quasi ultima spiaggia, ma noi vogliamo punti salvezza"

di Leonardo Cecconi

PISTOIA – Le vicende legate agli adeguamenti dei palazzetti, hanno fatto passare in secondo piano la gara di domani.

Sassari è avversario di grande caratura, anche se vive un momento non particolarmente felice e Pistoia ha comunque necessità di fare punti per ottenere la matematica salvezza. “Una partita molto importante perchè dobbiamo raggiungere la salvezza sul campo -dice Vincenzo Esposito in conferenza-, senza dover guardare cosa succede da altre parti; pensiamo a noi stessi con l'obiettivo di fare più punti possibili, con i nostri meriti e le nostre forze. Il finale di campionato presenta degli scontri duri a livello qualitativo e domani affrontiamo una formazione costruita con un roster da primissimi posti ed un potenziale offensivo tra i primi tre della lega. Le statistiche danno una idea chiara di chi incontri e si parla di una squadra che ha più di 90 punti nelle mani, con giocatori esperti in ambito europeo e molto bravi nell'uno contro uno. Dovremo mettere concentrazione, cattiveria ed energia di durata molto più lunga di quella messa in campo a Pesaro, senza rilassarci nel caso ci trovassimo avanti, perchè hanno giocatori in grado di ribaltare la gara in un attimo. Ci arriviamo con uno straniero in meno e credo sarà cosi fino alla fine della stagione e quindi tutti, come hanno fatto spesso e volentieri, devono sentirsi maggiormente responsabilizzati per sopperire a certe situazioni. A Pesaro avevamo preparato la gara nel miglior modo possibile, ma si è verificato che loro sono entrati in campo con determinazione maggiore rispetto a noi; per quanto si possa preparare e per quanto sapessi che sarebbe stata gara difficile, i giocatori vanno inconsciamente in campo sapendo che non è ultima spiaggia ed a volte rimani sorpreso. Bisogna evtare che ciò accada, ma non abbiamo a che fare con dei robot ed i ragazzi hanno una mentalità che non è automatica; abbiamo vinto 3 quarti su 4, quindi la partenza ci ha penalizzati. L'ideale sarebbe avere il roster al completo e qui cerchiamo di fare il massimo di ciò che abbiamo a disposizione; anche da giocatore, ho avuto compagni tecnicamente clamorosi ed in partita non lo trovavi al palazzetto. Quindi succede in qualsiasi squadra del mondo e l'aspetto mentale non puoi allenarlo”.

“McGee ieri ha fatto una parte di allenamento, ma questa è la seconda volta che in questa stagione ha un problema che gli preclude alcuni giorni di allenamento; quest'anno davvero non ci siamo fatti mancare nulla, la realtà è questa ed io non voglio entrare in fatti medici. Domani lo avremo parzialmente a disposizione perchè non ha un raffreddore, ma si parla di problematiche legate alla respirazione. Domani dobbiamo giocare con qualità fisica, tecnica e mentale per quaranta minuti ed a quel punto possiamo lottare con certe squadre; Sassari viene a Pistoia sapendo che deve vincere, altrimenti è quasi fuori dai play-off e ci troveremo di fronte una squadra che affronta una gara da ultima spiaggia”.

SEDONI 300x425banner