header rsport
 
.

 

.

 

Domenica, 11 Marzo 2018 22:16

Pistoia non demerita, ma cede contro una Cantù troppo forte

Una fase della gara di andata Una fase della gara di andata Leonardo Cecconi

di Leonardo Cecconi

DESIO – La The Flexx cade ancora fuori casa, inchinandosi alla forte Red October Cantù.

La squadra lombarda ha confermato la sua forza offensiva, chiudendo già la gara alla fine del primo tempo, nonostante i biancorossi cerchino in ogni modo di arginare i padroni di casa. Intanto Pesaro ha battuto al supplementare Capo d'Orlando, raggiungendo i siciliani a 10 punti in classifica, a quattro punti dalla squadra di Esposito e solamente due meno di Brindisi, sconfitta anche oggi. Nonostante la nona sconfitta esterna consecutiva, la squadra di Esposito ha confermato i progressi delle ultime due settimane, sbandando sotto i colpi dei canturini, ma senza mai andare ko e cercando di recuperare con energia e facendo valere le proprie qualità a rimbalzo.

Cantù schiera in quintetto Smith, Culpepper, Chappel, Burns e Thomas, mentre Pistoia inizia con Moore, McGee, Diawara, Gaspardo e Ivanov. Buon inizio da parte di entrambe le squadre, con gara in equilibrio fino all'11-11 di metà periodo, prima che i padroni di casa realizzino un mini break di 6-0, con 4 punti di Smith. Il parziale canturino arriva al 15-3, sul punteggio di 26-14 ed il relativo massimo vantaggio, anche se un canestro di Laquintana sulla sirena permette ai biancorossi di andare a riposo sotto di sei lunghezze.

Cantù parte bene nel secondo periodo dominando a rimbalzo offensivo, ma una tripla di Mian tiene Pistoia in partita e punteggio sul 32-25 dopo due minuti. I lombardi in attacco sbagliano pochissimo salendo sul +16, ma la The Flexx trova un parziale di 9-1, con le triple di Mian e Moore ed a metà periodo cerca di avvicinarsi sul 42-34. La squadra di Sodini però dimostra di avere una vena offensiva straordinaria e con Culpepper e Chappelle trova addirittura il massimo vantaggio di 59-40 sul finire del primo tempo, chiuso con una valutazione complessiva di 77-37.

 

Ottimo inizio di Pistoia dopo la pausa lunga, con i biancorossi che difendono forte e concedono solo 5 punti nei primi cinque minuti di gioco ai lombardi, con il punteggio sul 64-53. Una tripla di Culpepper riporta Cantù avanti di 15 lunghezze, ma nonostante la terribile serata a liberi, la The Flexx si rifà sotto e si avvicina sul 70-62 grazie a due liberi di Magro, dopo un antisportivo fischiato a Parrillo. Proprio sulla sirena però gli arbitri fischiano un fallo da tre punti a Laquintana su Chappelle, con il giocatore americano che metti i liberi e permette ai suoi di chiudere sopra di 14 punti.

Un 5-0 iniziale firmato Burns, riporta Cantù avanti di diciannove lunghezze dopo nemmeno due minuti di gioco, indirizzando definitivamente la partita per la Red October. Un tecnico alla panchina biancorossa, dopo un fallo fischiato su Thomas, mette definitivamente la parola fine alla gara, con Cantù avanti 92-74 a metà periodo. Gli ultimi cinque minuti di gioco servono solamente ai padroni di casa per chiudere l'ennesima gara oltre i 100 punti realizzati.

 

Red October Cantù - The Flexx Pistoia 106-85 (26-20 / 59-42 / 78-64)

Red October Cantù: Smith (21), Culpepper (13), Cournooh (10), Parrillo (3), Tassone (0), Maspero (2), Raucci (0), Chappell (14), Burns (17), Thomas (13), Ellis (13). All. Marco Sodini

The Flexx Pistoia: Moore (6), Diawara (5), Magro (3), McGee (10), Gaspardo (13), Mian (18), Ivanov (9), Bond (4), Laquintana (13), Barbon (0), Onuoha ne , Della Rosa (2). All. Vincenzo Esposito

SEDONI 300x425banner