header rsport
 
.

 

.

 

Sabato, 21 Novembre 2020 18:03

Pistoiese, Frustalupi striglia i suoi: “Dobbiamo far parlare il campo”

di Alessio Niccoli

PISTOIA – La Pistoiese cerca di dare una svolta alla sua stagione.

Possibilmente già da domani, quando gli arancioni saranno impegnati al Moccagatta di Alessandria, contro la Juventus Under 23 di mister Zauli, ossia quella che sarebbe stata la formazione di Pirlo, addirittura presentato in estate in conferenza stampa come nuovo tecnico della squadra B, prima del cambio di rotta di Andrea Agnelli.

I bianconeri sono fermi da ormai due turni e fin qui hanno totalizzato 13 punti, frutto di tre vittorie, quattro pareggi e due sole sconfitte, in attesa di recuperare le partite contro Grosseto e Pergolettese. Un inizio di campionato non da corazzata alla stregua di Renate e Pro Vercelli, ma comunque buono, a ridosso della zona playoff.

La Juve Under 23 annovera tra le proprie fila giovani potenzialmente interessanti, come Alejandro Marqués, migliore marcatore dei suoi con tre reti, oppure altri giocatori talvolta coinvolti anche con la prima squadra, ad esempio Coccolo, Peeters, Fagioli (pupillo di Allegri) e Gozzi. E poi, c'è Riccardo Capellini, l'ex di turno visto in arancione, con ottimi risultati, sotto la guida di Pancaro.

Un rendimento, quello del difensore classe 2000, che gli è valso il ritorno alla base, con tanto di sette presenze in maglia bianconera nell'attuale campionato. Ci sarebbe stato anche un altro ex arancione, Giacomo Vrioni, se non fosse che il giovane attaccante è stato convocato da Pirlo per la partita di Serie A contro il Cagliari.

La Pistoiese risponde con l'ex bianconero Vincenzo Camilleri.

Eppure i precedenti sorridono alla Pistoiese: un secco 4-0 per gli arancioni nella stagione 2018/2019 e l'unico confronto nella tribolata scorsa stagione, vinto dall'allora truppa di mister Pancaro grazie alle reti di Llamas e, su rigore, di Stijepovic, oggi all'Alessandria. La cabala continuerà a sorridere agli orange? Chissà. Quel che si sa è che la società vuole vedere, come direbbero i Negrita, un cambio di mentalità, nonché una maggiore mole di lavoro durante la settimana.

E lo sa bene anche la squadra, desiderosa di zittire le critiche e di far bene già contro la Juve con una prestazione degna di nota, per rimettersi in carreggiata.

Purtroppo la Pistoiese si presenterà in Piemonte non al completo, come detto da mister Frustalupi: “Simonetti si è allenato oggi per la prima volta - esordisce -. Se ci dovesse essere bisogno lo impiegherò per un tempo limitato ma dalla panchina. Quindi mancherà solo Perucchini per squalifica”.

Pure il tecnico arancione ammette il peso specifico di una partita del genere: “C'è bisogno di carica ma come per tutte le partite, non vorrei però che ci fosse una foga eccessiva, come abbiamo visto domenica scorsa - commenta -. I ragazzi devono stare tranquilli per fare una buona prestazione. È chiaro che sappiamo benissimo che, dopo la sconfitta contro l'Olbia, è una partita importantissima. Bisogna fare di tutto per portare punti a casa”.

Frustalupi effettua un flashback, tornando proprio alla partita contro i sardi: “Secondo me fino al rigore non c'è stato alcun episodio di nervosismo. Dopo, invece, forse ce n'è stato un po' troppo. Perucchini si è scusato, ha capito subito di aver fatto una cosa brutta”.

L'allenatore della Pistoiese minimizza su una presunta eccessiva pressione abbattutasi sugli arancioni: “Sicuramente col fatto del centenario c'era voglia di far bene da parte di tutti - ammette -. Magari questa sensazione talvolta ce la siamo trascinata anche sul campo. Le parole della società? La proprietà può dire ciò che vuole, noi siamo dipendenti e io sono qui per fare l'allenatore. Perciò non ho da fare nessun commento. Siamo concentrati sulla Juventus e dobbiamo far parlare il campo”.

E a proposito dei bianconeri, Frustalupi ne parla così: “La Juventus ha dei giocatori giovani, forse anche di categoria superiore. È una squadra fresca che gioca un buon calcio. La squadra Under 23 è un progetto molto affascinante - aggiunge -. La Juve si dimostra la società più all'avanguardia in Italia. Il modo per far crescere i giovani è sicuramente quello di metterli a confronto in un campionato professionistico, come è la Serie C o addirittura la B. Vedo che il progetto bianconero sta crescendo rispetto al primo anno, Frabotta e Portanova sono già in prima squadra”.

Infine, Frustalupi sprona la squadra per la trasferta di domani: “Vorrei vedere una prestazione all'altezza, sia per quanto riguarda la personalità, sia per il modo di stare in campo. Anche contro l'Olbia ho visto buone cose”.

L'allenatore della Juventus Under 23, Lamberto Zauli, ha parlato ai microfoni di JTV (fonte: JuveNews.eu): “La Pistoiese è un buon mix di giocatori giovani ed esperti. Abbiamo visto in tutte le altre 9 partite che spesso il risultato si gioca sugli episodi: noi dobbiamo cercare di giocar bene, perché penso sia questo il mezzo per arrivare alla vittoria. Affrontiamo il match sapendo che è importante sia per la classifica che per la crescita dei ragazzi: dare continuità a prestazioni e risultati è molto importante per la crescita”.

Le scelte di Nicolò Frustalupi dovrebbero essere in linea con quelle delle ultime giornate, ma con qualche piccola modifica. Tra i pali ci sarà Vivoli al posto dello squalificato Perucchini (ne avrà per due giornate). La difesa a tre dovrebbe essere composta da Romagnoli, Camilleri e Solerio, come alternative Mazzarani e Salvi. Sulle fasce pronti Pierozzi e Simonti, ma Llamas, già in gol contro i bianconeri, reclama spazio. A centrocampo, con Simonetti convocato a mezzo servizio, spettro turnover per Tempesti: nella mediana a due scalpitano Cerretelli e Spinozzi. Mal appare meno probabile. Non abbiamo parlato di Valiani a centrocampo perché il capitano arancione dovrebbe agire sulla trequarti insieme a Cesarini, occhio però a Stoppa. In attacco Chinellato, a segno contro l'Olbia, parte favorito su Gucci.

L'arbitro dell'incontro sarà il sig. Filippo Giaccaglia di Jesi, coordinato con gli assistenti Veronica Martinelli di Seregno e Fabrizio Giorgi di Legnano. Quarto ufficiale Luca De Angeli di Milano.

  

SEDONI 300x425banner