header rsport
 
.

 

.

 

Lunedì, 14 Settembre 2020 19:47

Pistoiese, i “nuovi” si presentano

Matteo Salvi Matteo Salvi

di Alessio Niccoli 

PISTOIA - Trittico di dichiarazioni per i giocatori arancioni.

Con il campionato alle porte, la Pistoiese di mister Frustalupi continua a prepararsi e ad amalgamarsi, integrando soprattutto i nuovo arrivati. Non a caso oggi, in conferenza, hanno parlato due di questi, ovvero Matteo Salvi e Federico Simonti, mentre in chiusura ci ha pensato capitan Valiani a fare il punto della situazione. 

Matteo Salvi, difensore centrale in prestito dall'Atalanta, racconta i suoi primi giorni in arancione: "Mi sono subito integrato col gruppo e col mister. Lo reputo un ottimo inizio".

Secondo Salvi, a Pistoia ci sono le carte in regola per poter fare bene, dimostrando le proprie capacità: "Penso che durante l'anno faremo molto bene, sia a livello collettivo che personale. A Pontedera il mister ha fatto le sue scelte - spiega -. Quest'anno voglio dimostrare le mie qualità".

Federico SimontiE su Frustalupi, conclude: "Il mister mi sta provando a destra e a sinistra, ma posso fare anche il centrale. All'inizio il mister ha parlato a tutti noi, mi piace". 

Il secondo a parlare è Federico Simonti (nella foto a sinistra), esterno sinistro nonché ex capitano della Fiorentina Primavera: "Mi definirei un giocatore versatile, capace di fare entrambe le fasi, con una discreta tecnica".

Alla domanda sulle possibili somiglianze con Gabriele Ferrarini, ex arancione ora al Venezia, risponde così: "Lui è più veloce e tecnico di me, oltre ad essere mio amico".

Simonti passa poi alle considerazioni sul mister e alla sua decisione di venire a Pistoia: "Si vede che Frustalupi ha allenato grandi squadre, ci tratta bene e mi ha aiutato molto ad entrare nel mondo dei grandi. La Pistoiese? Io, il mio procuratore e la Fiorentina abbiamo scelto di venire qua perché è una società seria. Il mio obiettivo personale è fare la scalata e vincere qualcosa ovunque vada, vincendo anche contro me stesso. A Pistoia voglio dare il mio contributo".

Ultimo, ma non meno importante, ad entrare in sala stampa è Francesco Valiani (nella foto sotto, a destra). Il capitano arancione comincia parlando dell'organico di questa stagione: "È un gruppo interessante. La sensazione è che l'asticella si stia alzando con i nuovi arrivi. Ho sensazioni positive - aggiunge - quelle che mi auguravo di avere quando ho firmato l'anno scorso. La società sta cercando di fare uno sforzo maggiore. Dovremo essere bravi a cercare il posto giusto nel girone, magari stando nella parte bella dei playoff. Questo è il mio sogno. Combatteremo contro realtà affermate, ad esempio l'Alessandria si sta muovendo molto bene". 

Su Frustalupi, Valiani ammette: "Con il mister c'è stato un bell'impatto, ma anche un filo d'imbarazzo, per il fatto che ci conosciamo da lungo tempo. Ci siamo ritrovati da avversari in Serie A dopo essere partiti insieme da qui".

Francesco ValianiInoltre, il capitano arancione è rimasto impressionato dalla crescita di alcuni giocatori dello scorso anno, con dispiacere per chi è andato altrove: "I ragazzi che ho ritrovato a luglio non erano gli stessi che avevo visto l'ultima volta prima del lockdown. Hanno avuto un'impennata di crescita incredibile. Le cessioni? Non è il primo anno in cui si vorrebbero alcune conferme, ma il calcio è così, fatto di decisioni che non si possono definire né giuste, né sbagliate. Sono giocatori che con la maglia della Pistoiese hanno dimostrato tutto il loro valore".

Valiani conclude con una breve parentesi sul campionato ormai alle porte: "È senza dubbio una situazione nuova, in cui alcuni danno di più giocando col pubblico e altri giocano più tranquilli senza spettatori".

  

SEDONI 300x425banner