header rsport
 
.

 

.

 

Domenica, 12 Gennaio 2020 23:35

OriOra sconfitta 71-74 da Trento

Jean Salumu Jean Salumu Foto Stefano Di Cecio

OriOra-Trento 71-74

OriOra Pistoia: Della Rosa, Petteway 10, D'Ercole 3, Quarisa ne, Brandt 10, Salumu 16, Landi 6, Dowdell 13, Johnson 10, Wheatle 3. Coach Carrea.

Dolomiti Energia Trentino: Kelly 14, Blackmon 1, Craft 8, Gentile 30, Pascolo 12, Mian 4, Forray, Knox 5, Mezzanotte ne, King, Lechthaler ne. Coach Brienza.

Note: 22-24, 31-42, 48-57, 71-74

di Riccardo Bonaguidi 

PISTOIA - Si conclude con una sconfitta la prima partita del girone di ritorno. Pistoia ha però avuto il merito di giocare una partita a spada tratta contro un avversario, Trento, dalla scorsa dura e difficile da decifrare. Sono però mancate conclusioni giuste, sopratutto dalla lunga distanza, e l'amalgama difensivo che hanno permesso agli avversari di muoversi abbastanza liberamente sotto le plance. 

OriOra TrentoApre i giochi Pistoia che si porta nel giro di poco a 6/0, con Trento che però grazie alla bomba di Kelly si riavvicina prontamente (8/5). La tripla di D'Ercole ricaccia poi gli avversari a - 6 punti (11/05 al 7.05). Guidati da Gentile i trentini toccano il pareggio 11 (5.09) con conseguente chiamata di Time per coach Carrea. Lo stesso Gentile guida poi la rimonta (15/17 al 3.47) subito rattoppata da Salumu (20/19, 2.30). L'ultimo possesso spetta a Trento che con Kelly attacca il ferro, Landi mura ma commette fallo; 1 su 2 per l'americano dalla lunetta (22/24). Una manciata di secondi al termine dei dieci minuti: Salumu tenta una tripla ma sbaglia sulla sirena.

L'inversione di tendenza sancita da Gentile nel primo quarto si consolida nel sedondo. Kelly e Pascolo portano Trento a 28/22, con l'OriOra che realizza, per mano di Johnson, solo al 7.40 con 1 su 2 dalla lunetta (23/28). Sempre dalla lunetta Petteway realizza il - 3 (25/28) e lancia i suoi in un tentativo di rimonta frustrato da una serie di 3 tiri sbagliati e dalla tripla dell'ex biancorosso Fabio Mian (31/25 al 4.13). Carrea chiama time. La cavalcata di Trento però non si arresta e guidati da Craft le Aquile toccano il massimo vantaggio di 11 punti (31/42 al 3.00). Si arriva alla pausa lunga con ancora un tentativo di Pistoia che, tramite Johnson, cerca il +2 ma sbaglia.

Si rientra dagli spogliatoi con Pistoia che pericolosamente di avvicina a - 5, ma ancora il solito Gentile (che arriverà a fine partita con 30 punti segnati) ci mette una pezza (37/46 al 7.20) respingendo i toscani a - 9, che peró di nuovo ingranano la marcia giusta e con Landi tornano a - 5 (45/50 3.40). Il flusso positivo di Pistoia si arreta di nuovo. Con una palla rubata e un assist perfetto Gentile vola al canestro nella bimane del +10 (45/55). Ultimi secondi giostrati da Pistoia con Salumu che prima segna il 48/55 e poi, su scarico di Della Rosa, tenta la seconda tripla, fallendo.

Ultimo quarto di gioco estremamente adrenalinico: Pistoia segna Trento risponde. Il divario tra le due squadre si aggira sempre su - 6 punti tra le due squadre, poi la tripla di Salumu al 2.57 riapre i giochi (62/65). Pistoia, ad opera sempre del belga, dalla lunetta, si avvicina pericolosamente a - 1 (64/65) sul 5 fallo commesso da Forroy che viene così espulso. Rattoppa Craft e porta Trento a 64/67, Brandt riaggancia con 1/2 dalla lunetta (65/67) ma subito i trentini sfuggono (65/69). Poi Gentile inchioda il 71/65 al 1.10. Si entra così nell'ultimo minuto di fuoco. Dowdell segna il 67/71, ma il solito Gentile interviene e piazza quel che sembrerebbe il canestro definitivo (mettendo così a referto il suo 30' punto personale), 67/73. Pistoia chiama Time. Al rientro Landi spara una tripla alzando una parabola immensa che tocca il tabellone e insacca la rete (70/73 al 34.0). La speranza per i biancorossi si riaccende: Gentile sbaglia 2/2 dalla lunetta. Si vola dall'altra parte del campo con Petteway che riceve palla e prova la tripla del pareggio: fallisce. Viene chiamato un time addebitandolo al Pistoia, ma Carrea si lamenta e sottolinea che non lo ha chiamato lui e che è, invece, una mossa potenzialmente a vantaggio di Trento. Si riprende con Mian dalla lunetta che piazza solo 1/2 (70/74 a 03). Landi cerca il fallo, lo trova e piazza il primo (71/74) sbagliando, strategicamente, il secondo: la palla tocca il ferro, viene intercettata da Della Rosa che la passa a a Dowdell. L'ex Phoenix Suns ha l'ingrato compito di cercare il pareggio dalla distanza, ma la palla tocca il ferro, la sirena suona. Pistoia chiude in svantaggio di 3 punti (71/74) avendo però dato tanto filo da torcere agli avversari e tenendo con il fiato sospeso tutto il PalaCarrara.

  

SEDONI 300x425banner