header rsport
 
.

 

.

 

Venerdì, 02 Agosto 2019 10:38

E venne il giorno di Lorenzo D'Ercole. Presentato il secondo italiano

E venne il giorno di Lorenzo D'Ercole. Presentato il secondo italiano Leonardo Cecconi

di Leonardo Cecconi

PISTOIA – Dopo Aristide Landi, è la volta di un pistoiese doc.

Presso il negozio Wiz Design è toccato infatti a Lorenzo D'Ercole essere presentato alla stampa ed ai tifosi, in una conferenza aperta al pubblico. “Presentiamo un nostro conterraneo che ha deciso di far parte della nostra rosa -le parole del presidente Massimo Capecchi-. Ci sarà molto utile per esperienza e carattere. Probabilmente lo scorso anno abbiamo patito la mancanza di un giocatore italiano di personalità e, anche per questo, mi auguro che questo sodalizio vada avanti negli anni”. 

“Ho sempre pensato che prima o poi questo giorno sarebbe arrivato -il primo intervento del giocatore, accompagnato dalla moglie e la piccola figlia- anche se la dinamica che mi ha portato qui non è stata delle più felici, visto quello che è successo ad Avellino. Ho accolto questa offerta con entusiasmo e motivazione e sono molto felice di essere qui. Il fatto che nel gruppo ci siano due giocatori di Pistoia e è importante anche perchè, in questa stagione, dovremo ricreare quell'entusiasmo che è andato perdendosi. Ho giocato qui l'ultima giornata con Avellino in un'atmosfera surreale, mai vissuta a Pistoia da avversario; vincere a Pistoia è sempre stato difficile e dobbiamo fare in modo che si ricrei chimica per accendere i tifosi. Porterò esperienza ed il mio ruolo, a parte il lato tecnico, sarà quello di far capire ai compagni quello che serve per giocare in serie A. La squadra è un mix di giovani e giocatori esperti. Il calendario lo guardo con poco interesse ed anche se l'inizio non è semplice, la prima gara in trasferta ci toglierà un pò di pressione.” 

“Avellino è una piazza che merita di stare al top in Italia ed è stato un epilogo molto triste; la storia la conoscete tutti, ma a me dispiace davvero tanto per i tifosi e la città intera e spero che la situazione si possa risolvere. Dello staff attuale conosco bene Fabio Bongi e molto bene Francesco Bruni, il preparatore atletico; con il coach ho parlato solo al telefono, ma ho condiviso la sua idea di squadra e penso di potermi inserire bene. Per ora mi sembra una squadra ben costruita ed incentrata sulla difesa, con grande mentalità per lottare al massimo delle possibilità. La mia esperienza a Siena mi ha permesso di giocare in una squadra ricca di campioni, come Kaukenas, Zisis o Datome; avevo 17 anni e vedere la loro mentalità negli allenamento ha influenzato il mio approccio alla pallacanestro. Essere considerati dalla Gazzetta dello Sport come ultimi è una motivazione in più per ribaltare i pronostici”.

SEDONI 300x425banner