header rsport
 
.

 

.

 

Giovedì, 10 Gennaio 2019 15:10

OriOra Pistoia: parla Ousman Krubally, miglior rimbalzista della lega

Krubally contro Brindisi al PalaCarrara Krubally contro Brindisi al PalaCarrara Giovanni Fedi

di Leonardo Cecconi

PISTOIA – Una vittoria rigenerante, anche se la classifica continua a piangere.

L'exploit contro Varese ha permesso alla OriOra di mettere comunque due punti importanti in classifica e ha convinto la società a prolungare almeno fino alla gara con Pesaro, il contratto a Dominique Johnson. Il girone di andata si chiude con la improba trasferta ad Avellino e poi una settimana di passione, per preparare al meglio la fondamentale gara casalinga contro la Vuelle Pesaro. Assieme a Mockevicius, il biancorosso Ousman Krubally è il miglior rimbalzista della lega, con una media di 11.1 rimbalzi a partita e quattordicesimo nella valutazione generale. “La squadra cerca ancora di capire quello che funziona e quello che non funziona. Troppo spesso vacilliamo quando le cose non vanno come vorremmo; contro Varese invece, quando abbiamo avuto fiducia tra noi, siamo riusciti a giocarcela e possiamo farlo con tutti. Speriamo di continuare in questa direzione ed iniziare un nuovo capitolo nel girone di ritorno. Avellino è una grande squadra, non sarà una partita facile, ma dobbiamo essere la miglior versione di noi stessi, minare le loro certezze e poi guardare il tabellone cosa dirà alla fine”.

 

 

“Credo che dalle statistiche si possa migliorare ed a livello personale cerco da anni di lavorare molto sui rimbalzi ed avevo detto al coach che sarebbero stati uno dei miei punti di forza. Cerco di lavorare duramente per essere tra i primi di questa statistica e nonostante non abbia una stazza elevata, il fatto che sia primo nella lega dimostra la volontà che ho nel competere in questa voce. C'è da lavorare molto, ma le motivazioni non mancano. Il basket è uno sport di squadra, non si vincono le partite da soli e l'inserimento di Gladness è stato molto importante; è un giocatore di talento, ha giocato in Nba ed i precedenti della carriera parlano per lui. Ovviamente cambiano le dinamiche tra Auda e Gladness, cosi come cambiano le dinamiche difensive, ma è importante poter dividere i compiti con questi giocatori; ogni aiuto è un mattoncino portato alla causa della squadra. Ad oggi sappiamo che Dominique Johnson gioca con noi, questo è quello che conta e preferisco non parlare di una situazione che non mi compete”.

 

Krubally è anche molto attivo sui social network, in particolare su Instagram. “I social sono importanti ed Instagram ti permette di rimanere connesso con le persone, condividendo la mia storia. E' stato difficile arrivare dove sono arrivato e vorrei fosse di ispirazione per tutti, per fare quello che gli piace; inoltre mostra che persona sono, un padre, uomo di famiglia e non vivo di solo basket. Nella mia infanzia ho avuto tante difficoltà, ma perseverare è importante e bisogna credere in noi stessi, perchè le difficoltà devono motivarti”

SEDONI 300x425banner