header rsport
 
.

 

.

 

Giovedì, 11 Ottobre 2018 15:14

Riccardo Bolpin sfida la "sua" Venezia

Riccardo Bolpin sfida la "sua" Venezia Leonardo Cecconi

di Leonardo Cecconi

PISTOIA – Archiviata la sconfitta di Pesaro, la OriOra si rituffa nel campionato per la prima sfida interna della stagione.

Al PalaCarrara arriva l'Umana Venezia, da alcuni anni una delle formazioni più importanti della lega, reduce dalla vittoria di campionato contro Torino e dal successo in Champions League contro il Paok Salonicco, grazie anche ad una prestazione superba di Michael Watt che ha chiuso con 25 punti in 19 minuti.

 

Riccardo Bolpin esordisce in casa proprio contro la squadra che detiene il suo cartellino e lo ha ceduto, in prestito annuale, ai biancorossi. “Domenica è stata un'occasione persa, a prescindere da quale squadra sia arrivata la sconfitta. Peccato perchè per trenta minuti abbiamo giocato una buona partita e ci siamo fatti recuperare nell'ultimo quarto a causa di qualche distrazione difensiva. Era una gara sicuramente molto importante, anche perchè volevamo partire bene, ma abbiamo peccato in alcune mancanze di comunicazione fra noi. Abbiamo subito una opportunità per rifarci in casa e non vediamo l'ora di giocarcela. Venezia, assieme a Milano, è stata costruita per vincere lo scudetto ed a mio parere meglio affrontarle ad inizio campionato che alla fine. Non sarà una partita come le altre, quindi particolare per me e Johnson. Lui come capitano sarà quello che dovrà dare l'esempio agli altri, visto che lo abbiamo scelto per quel ruolo. Dobbiamo comunque riscattarci tutti e non è solo il singolo a dover far meglio, perchè anche noi italiani dobbiamo prenderci le nostre responsabilità. Loro hanno quattordici giocatori, anche se tre sono infortunati, quindi un roster molto importante, ma noi daremo tutto per vincerla”.

 

“Margini di miglioramento ne abbiamo molti -termina Bolpin- ed a Pesaro abbiamo dimostrato di gestire bene la gara, quindi guardiamo partita dopo partita e cerchiamo di fare al meglio. C'è grande emozione perchè, a parte Della Rosa, siamo tutti nuovi e non vediamo l'ora di esordire davanti ai nostri tifosi; Pistoia è una piazza famosa per il calore del proprio pubblico. E' fondamentale la chimica che si crea e il pubblico deve essere fondamentale, perchè in casa saranno tutte grandi battaglie. Conoscevo le qualità di Dominique Johnson, mentre Kerron Johnson mi ha stupito e sono sicuro che ci darà una grande mano nella stagione”.

SEDONI 300x425banner