header rsport
 
.

 

.

 

Sabato, 15 Settembre 2018 19:18

OriOra Pistoia si aggiudica il Trofeo Bertolazzi contro Udine

OriOra Pistoia si aggiudica il Trofeo Bertolazzi contro Udine Giovanni Fedi

di Leonardo Cecconi

PISTOIA – La OriOra si aggiudica la seconda edizione del Trofeo Bertolazzi, battendo una coriacea Udine.

Alle 20.15 la presentazione della squadra da parte di Simone Gai, con l'esordio di Ousman Krubally e l'assenza preventivata di Patrik Auda, a cui si è aggiunta all'ultimo momento quella di L.J. Peak per un problema gastrointestinale. Con la squadra e lo staff schierato due battute di Gianluca Della Rosa, chiamato in causa da Gai. “Ci stiamo allenando e lavorando tantissimo, ma siamo molto carichi. E' un bel gruppo e siamo già stati a cena assieme, naturalmente sulla Sala. Ricordo anzi, che domani c'è il parco in città”. Grandi applausi anche per l'ex di turno Riccardo Cortese, che ha lasciato molti amici in città.

 

Per quanto riguarda la partita, ottima la prova di Kerron Johnson (22 punti, 9 rimbalzi e 30 di valutazione), in deciso miglioramento rispetto alle due partite del Trofeo Lovari, mentre Dominique Johnson ha iniziato a prendersi la leadership della squadra. Prestazione tra luci ed ombre per gli italiani, ma sono partite che servono proprio per migliorare l'approccio dei giovani al campionato. Di fronte a circa 1300 spettatori, la gara è rimasta complessivamente in equilibrio fino a sette minuti dalla fine, quando Pistoia ha realizzato un parzialone di 19-0 e ribaltato il punteggio.

Ramagli schiera inizialmente K.Johnson, D.Johnson, Bolpn, Severini e Krubally. Buon approccio alla gara dei biancorossi, che a metà periodo sono avanti 15-8 grazie ad un paio di buone giocate di D.Johnson e Severini. Tre bombe di Cortese (tredici punti nel quarto) ed una di Spanghero permettono ai friulani di portarsi in vantaggio 20-22, ma è una conclusione da tre punti di K.Johnson sulla sirena, a regalare a Pistoia il vantaggio nel quarto. Riccardo Cortese prosegue il suo martellamento alla retina biancorossa, con Ramagli che schiera per molti minuti un quintetto quasi tutto italiano; Di Pizzo non riesce ad incidere e ci vuole una tripla di A.Nikolic per tenere Pistoia ancora avanti 35-33 dopo cinque di gioco. L'atteggiamento difensivo delle squadre è abbastanza morbido, nonostante K.Johnson si metta in luce per un paio di ottimi recuperi. Malgrado un antisportivo fischiato a K.Johnson in chiusura di tempo, i biancorossi vanno a riposo in vantaggio di quattro lunghezze.

Il secondo tempo si apre con una bella conclusione dalla lunga distanza di Bolpin, la partita che si alza di ritmo e le difese maggiormente energiche; i coach alternano molto i quintetti, cercando di dare spazio a tutti i giocatori e sono i friulani a chiudere in vantaggio di cinque punti il terzo periodo. Nell'ultimo periodo si alza il livello agonistico, soprattutto dopo uno screzio tra Della Rosa e Spanghero; con Udine avanti 66-71 ed un diverbio tra Krubally e Mortellaro, gli arbitri sono addirittura costretti a parlare con i due coach per riportare la calma. Il quinto fallo di Spanghero ed un gioco da tre punti di Bolpin restituiscono l'inerzia della gara alla OriOra, che piazza un parziale di 19-0 e chiude vittoriosamente la gara.

 

Il commento alla gara di Alessandro Ramagli. “Una amichevole sulla falsariga delle altre disputate, dove abbiamo mostrato qualche dettaglio importante nei momenti chiave. Abbiamo avuto un calo nel terzo periodo, ma poi la bella reazione è una costante nelle gare finora giocate. Chiedo a Babbo Natale di avere tutti i giocatori a dsposizione, perchè sarebbe importante allenarsi tutti assieme. Pechacek ha giocato con una caviglia in disordine e Krubally è in netto ritardo, ma si sono anche intraviste tante cose che possono chiamarsi identità e siamo riconoscibili. Kerron Johnson era riposato ed ha fatto bene, anche perchè aveva avuto problemi nei primi giorni di allenamento ed era arrivato al Trofeo Lovari con un giorno di lavoro. In questo momento non possiamo fare valutazioni individuali proprio perchè non esiste omogeneità di condizione tra i ragazzi. Abbiamo fatto quattordici recuperate e questa è una caratteristica inzita nella nostra struttura di squadra, mancandoci Peak che è uno dei migliori in questa statistica. Non dimentichiamoci che Udine è una signora squadra di A2”.

OriOra Pistoia – Apu Gsa Udine 85-73 (25-24 / 48-44 / 64-69)

OriOra Pistoia: K. Johnson (22), Krubally (11), Pechacek (7), D. Johnson (14), Della Rosa (5), Martini (4), Bolpin (10), Di Pizzo (1), Querci ne, Nikolic A. (5), Severini (6). All. Alessandro Ramagli

SEDONI 300x425banner