header rsport
 
.

 

.

 

Lunedì, 12 Marzo 2018 17:03

Serie D/F: Montebianco alla “Fanciullacci” è la Blu Scotti Lupi Santa Croce Fucecchio di coach Pucci a fare festa: 1-3

PIEVE a NIEVOLE - Il Montebianco Volley di Ambra Russo e Giacomo Romano, dopo gli exploit con Pescia e Vba, è atteso dal terzo scontro diretto di fila.

A Pieve a Nievole arriva il temibile Lupi Santa Croce Fucecchio, targato Blu Scotti: alla mente di tutti scorre come un film instantaneo la gara di andata, alla “Banti”, che coincise con una delle più deludenti prove disputate dalle bianconere e conseguente netta vittoria ottenuta dalle ragazze del bravo ed esperto Guglielmo Pucci. Ma lo staff tecnico pievarino in settimana ha cercato di caricare la squadra in vista di questo fondamentale impegno che mette in palio altri punti pesanti in chiave playoff. Non è semplice, però, affrontare la formazione capitanata da Caturegli, un roster promettente e dall’alto tasso tecnico, uno tra i tanti candidati a centrare la qualificazione alle gare post regular season ai fini della promozione (riduttivo onestamente che sulla sponda pisana si parli semplicemente di obiettivo salvezza).

Tra l’altro, la stessa compagine conciaria sarà a breve protagonista nelle fasi regionali del campionato U 18, dopo aver trionfato nella finale territoriale con la Pediatrica Specialist Volley Livorno Blu. Non si deve nemmeno pensare ad un Santa Croce in calo come farebbero pensare i poco brillanti risultati del girone di ritorno, specie quelli fuori dalle mura amiche, mitigati comunque dalle straripanti affermazioni interne, come quella dell’ultimo turno contro il forte Euroripoli 2.0. La gara inizia con il fulmineo botta e risposta tra le due formazioni, a promettere una battaglia di grande intensità: allo 0-3 dovuto allo spauracchio Martinelli dai nove metri, risponde il turno di Francia, che mette nel mirino il libero avversario Sabatini (4-3). Pieve trova il break con gli ace di Lupi G. (8-6) e Focosi (11-7), mettendo in difficoltà la seconda linea pisana. Ma è grazie alla successiva serie della regista ospite Talini che la squadra di Pucci costruisce la rimonta provvisoria capitalizzata dai colpi dell’opposto Simoncini e dell’S1 Martinelli (11-11). Petrini, in battuta, ed il contrattacco di Belli convincono Pucci ad interrompere il gioco: 15-11. Martinelli si conferma molto pericolosa dalla linea dei nove metri (15-14); altrettanto Francia che con due ace di fila consente alle bianconere di salire sul 19-15. Un vantaggio che la squadra di Russo e Romano riesce ad aumentare tenendo costantemente staccata da rete la formazione santacrocese, che a sua volta incappa negli out in attacco di Martinelli (23-18). Quindi è Petrini a mettere a terra il primo tempo del 25-21, arginando la serie dai nove metri di Iacopini. Nel secondo set è ancora il Montebianco a contenere bene la reazione del team conciario con Francia da seconda linea (3-1), Focosi (6-4) ed il pallonetto di Petrini (8-5). Pucci cambia uno dei due interpreti di posto quattro ed inserisce capitan Caturegli al posto di Martinelli. Nonostante il nuovo affondo di Francia (11-8), Santa Croce reagisce con attacco e servizio di una trascendentale Menichetti (11-11). Cambio in regia tra le file bianconere quando Bigagli rileva Lupi G. Belli a segno da seconda linea (13-11), e poco dopo si ripete anche dai nove metri con una traiettoria tesa e affilata ad ingannare Sabatini (15-13). Focosi efficace due volte in contrattacco e Pieve conduce sul 18-14: Pucci interrompe il gioco. Altra sostituzione ospite quando Bernardeschi al centro rileva Giovannelli. In un amen Santa Croce recupera con l’ace di Caturegli ed il muro di Simoncini su Focosi (18-18). La squadra di casa pecca nel trovare continuità, anche dopo il 20-18 firmato Focosi in diagonale, perché è la ricezione ad essere la nota dolente della serata bianconera: Bernardeschi punge al servizio per il 20-20. Russo è una furia. Annotiamo il primo muro locale del match sul 22-20, quando Petrini ferma Menichetti. Ma nemmeno questo episodio serve a galvanizzare le padrone di casa. Tutt’altro. I contrattacchi di Menichetti e Iacopini, dopo l'ingresso in battuta di Parisi, portano avanti i Lupi (22-23). A poco serve il preciso colpo di Belli da quattro sulla linea, in quanto la solita Menichetti beffa il muro di casa in pallonetto. Quindi, dopo il t.o. di Russo, arriva il pari ospite con la gigante Iacopini a fare un cratere nella metà campo di casa, smarcata senza muro dalla brillante Talini (23-25). Il terzo set assume nuovamente i contorni di un intenso inseguimento reciproco tra le due squadre: al 4-2 di Focosi rispondono l’ace di Simoncini (7-9) e la parallela di Menichetti (8-10). Belli è abile a finalizzare con un mani out un lungo scambio, allora sono i due ace di Francia (11-10) ed il contrattacco di Amadei a portare Pieve avanti di tre (14-11). La seconda linea di casa sale ancora sul banco degli imputati quando è l’ace di Talini a far apparire sul tabellone la nuova parità (14-14). Ennesimo doppio vantaggio pievarino con il contrattacco di Focosi (16-14) e l’ace della stessa su Menichetti (19-17). Ma è il servizio proprio dell’ex campione regionale ai tempi della Kemas Fucecchio che propizia l’aggancio di Iacopini (20-20) e l’ace ai danni di Francia (20-22). Due errori in attacco locali decretano il sorpasso delle lupacchiotte di Pucci (21-25).

Pieve con il morale sotto i tacchi nel quarto set, quasi un pugile che aspetta di essere contato fino a 10, perché è già fuga Santa Croce con le devastanti Simoncini e Caturegli (2-6), confermata di lì a poco sull’eloquente 3-10 con le stesse atlete appena citate: Russo, che ha operato il nuovo cambio al palleggio (Bigagli per Lupi G.), cerca di ricaricare il gruppo. Entra Marta Lupi per Francia; Bigagli al servizio favorisce la free ball di Amadei (7-10); però Bernardeschi, sempre in battuta, riporta avanti S. Croce (7-12) e a poco serve l’ace della subentrata Lupi M. (11-14), perché praticamente cala il sipario quando le ospiti appaiono micidiali in contrattacco con Caturegli (11-16) e Simoncini (14-19). Torna Francia per Lupi M., ma è notte fonda dopo l’ace di Talini (14-22) e l’out di Amadei (16-25). La squadra di Russo e Romano non riesce a fare il tris in altrettanti scontri diretti. Una gara dove, purtroppo, le bianconere non hanno saputo lavorare in quelle situazioni che solitamente bene riescono in altre circostanze: ci riferiamo ad una deludente fase di ricezione con 17 ace incassati che rappresentano già un dato abbastanza esemplificativo. E poi un muro-difesa che in questa partita, come d’altronde in quella dell’andata, è stata un territorio inesplorato: la sensazione, infatti, è che nelle due gare complessive contro i Lupi, le pievarine non abbiano saputo quasi mai trovare delle contromisure adatte per fronteggiare il gioco dinamico della squadra di Pucci, che dispone di attaccanti pericolosi in ogni zona del campo. Nonostante questo, la compagine locale, dopo aver fatto bene nel primo set, è stata più volte avanti sfiorando il raddoppio nel conto delle frazioni, però per le cause sopra riportate, non è stato possibile concretizzarlo; un pizzico di continuità e cattiveria in più, pur in una serata poco esaltante, avrebbero potuto portare qualche punto prezioso. Allo stesso tempo, è inutile fare drammi eccessivi: sappiamo di essere nel pieno di un ciclo di partite al cospetto delle formazioni migliori, quindi un passo falso ci può stare. Siamo pur reduci da 7 vittorie in 9 gare. Oltretutto, ad oggi, ci troviamo sempre in una posizione di classifica che coincide con le aspettative societarie e a noi sta il compito di non disperdere il patrimonio acquisito, non mollare e ripartire al massimo. Inoltre, non devono e dovranno mai essere presi come alibi alcune difficoltà legate a problemi fisici, che comunque sono tipici di tutte le squadre in questo periodo della stagione. Il roster, come detto più volte nel corso dell’anno e ribadito anche dalla dirigenza, è attrezzato anche per far fronte a più emergenze, quindi si ritiene che lo staff tecnico disponga di tutti i mezzi necessari per preparare al meglio ogni tipo di match. Anche quello della prossima settimana, molto duro, quando alla “Bertagnini” di Massa (ore 21) affronteremo il blasonato Acq Viviquercioli. La squadra di Silvia Angelini è considerata da più parti come tra le migliori del girone ed ha trovato la sua stabilità in termini di assetto con il trio d’attacco laterale Arrighi-Malcontenti-Capitanini, oltre all'esperta centrale Leri, ed inoltre in casa ha subito solo due k.o. La retorica, però, conta fino ad un certo punto. Noi abbiamo comunque il dovere di fare il massimo per preparare e presentarci nel migliore dei modi a questo appuntamento, senza mai dimenticare quelli che sono i nostri obiettivi, gli stessi della formazione apuana. Montebianco Volley-Blu Scotti Lupi Santa Croce Fucecchio 1-3 (25-21/23-25/21-25/16-25): Amadei 8, Belli 15, Bigagli 1, Farci (L), Focosi 12, Francia 10, Lupi G. 4, Lupi M. 1, Petrini 7. N.e.: Bardelli. All.: Russo. Vice all.: Romano. 

SEDONI 300x425banner