header rsport
 
.

 

.

 

Giovedì, 04 Ottobre 2018 11:43

Finisce con l'amaro in bocca la Coppa Italia di A2 Futsal Pistoia

PISTOIA - Finisce con tanto amaro in bocca l'avventura del Futsal Pistoia Gisinti Montecatini nella Coppa Italia di A2.

I nostri ragazzi ieri sera hanno perso 6-5 a Grosseto in casa dell'Atlante al termine di una prestazione fatta di troppi alti e bassi e con il brivido finale per il gol del 6-6 annullato perché arrivato oltre la sirena a giudizio degli arbitri. Rabbia in casa Gisinti Montecatini oltre che per questo episodio anche per aver di fatto disputato un primo tempo non sui soliti livelli permettendo ai padroni di casa di chiudere sul 2-1 all'intervallo dopo il vantaggio iniziale di capitan Tiago Daga. Infatti le premesse sorridevano alla squadra di mister Cristian Busato ma con il trascorrere dei minuti la formazione arancione, ieri in tenuta bianca, ha lasciato campo agli avversari e così Marioni ci ha dovuto mettere mani, piedi e copro in diverse occasioni per evitare un passivo più pesante. Nella ripresa è arrivato il pareggio firmato da Carlos Anos ma in pochissimo tempo un terribile uno-due dei padroni di casa ha portato la contesa sul 4-2. Poi la cinquina locale su rigore (molto contestato e francamente dubbio) prima del gol di Perez (arrivata con il portiere di movimento) per il 5-3, ben presto divenuto 6-3 ma che poi si è trasformato in 6-5 per il doppio ruggito di Luca Della Marca ma Pistoia poteva andare a segno in molte altre occasioni in tutti in 20 minuti. In chiusura, poi, la rete annullata che ha lasciato ancor più rammarico nello spogliatoio pistoiese.Analisi di fine gara affidata al direttore sportivo Simone Ragazzini: "Abbiamo giocato sette minuti con il portiere di movimento - spiega - segnando 4 gol in poco tempo. Sicuramente il secondo tempo è stato meglio del primo. Sono tutti errori che ci servono per il futuro e che non dobbiamo ripetere. Abbiamo alternato cose buone e cose meno buone, non è facile giocare due gare così ravvicinate senza dimenticarci che sabato c'è il debutto in campionato a Ortona contro Tombesi. Lavoriamo sodo questi due giorni e non facciamo drammi: dispiace uscire così dalla Coppa Italia, siamo consapevoli delle difficoltà che ci aspettano ma anche del nostro valore".

"Grande rammarico - sottolinea mister Busato -. Giocare durante la settimana porta con sé numerose problematiche anche logistiche ed organizzative e sicuramente queste hanno inciso nella prima parte di gara. Poi siamo cresciuti bene nel secondo tempo sfiorando molti gol anche se alcuni episodi ci hanno detto male: penso al dubbio rigore del 5-2, al gol non convalidato sulla sirena che poteva darci il 6-6 oppure al quinto fallo non concesso. Tante piccole cose che non ci rendono merito perché la prestazione è stata positiva, seppur con qualche errore, e non era facile essendo la seconda partita in pochissime ore. Dobbiamo imparare a essere più concreti e a non fare regali agli avversari. Forse senza l'episodio del 5-2 poteva essere ben altra partita".

SEDONI 300x425banner