Reportsport-ciclismo
 
.

 

.

 

Giovedì, 01 Marzo 2018 19:54

Amore & Vita -Prodir: soddisfazione per Gabburo in maglia azzurra.

AMAREZZA e DETERMINAZIONE com’è normale Il team avrebbe voluto essere al via della corsa Toscana. In primo luogo perché la gara si svolge a pochi chilometri dalla sede di A&V, ed in secondo, perché questa manifestazione a cui il team ha preso parte a ventitre edizioni consecutive, è stata vinta dal team nel 1989 con l’australiano Eddy Salas. 

Invece anche quest’anno l’invito è stato categoricamente negato.  

“Questioni personali vecchie....ci hanno risposto. Una vera assurdità! Un categorico ed immorale rifiuto che ha dell’incredibile, visto che anche chi commette dei crimini efferati, dopo aver scontato la pena, viene riabilitato. Noi no. E qui siamo di fronte ad un paradosso, perché noi stiamo pagando da troppo tempo per qualcosa che non abbiamo mai commesso”. 

Commenta il G.M. Cristian Fanini che aggiunge: “di fatto, per qualche malsana ragione c’è ancora qualcuno all’interno dell’organizzazione che ce l’ha con mio padre per le sue posizioni contro il doping. E, come arma di vendetta, l’unica che hanno, negano ai nostri atleti il diritto al lavoro. Una scorrettezza davvero imbarazzante (per loro). Una totale forma di abuso di potere che purtroppo ormai va avanti da oltre un decennio. Certa gente non capisce che agendo così, non si va a colpire Fanini, ma si vanno a danneggiarne esclusivamente gli atleti. Qualora ci fossero state davvero delle reali ragioni personali contro mio padre (che per inciso non ci sono), gli atleti e lo staff sarebbero assolutamente privi di ogni responsabilità. Comunque guardiamo avanti, e puntiamo a far bene, visto che al via della corsa i nostri colori saranno allo stesso modo rappresentanti. E lo saranno in maniera del tutto particolare, visto che ci sarà Davide Gabburo - uno dei nostri atleti più promettenti  e campione toscano élite nel 2017 - che vestirà la maglia della nazionale italiana. Gabburo sta attraversando un momento di buona condizione e correrà con l’obbiettivo di fare un risultato sia per la selezione azzurra che per Amore & Vita – Prodir. Il ragazzo è determinatissimo ed enormemente motivato, quindi siamo molto soddisfatti per lui e fiduciosi. Ringrazio Cassani e Amadori per questa opportunità concessa a Gabburo (che in Azzurro - quando era under 23 - aveva già debuttato, sempre sotto la guida di Davide, giungendo 10mo al Giro dell’Appennino), è un atleta meritevole e di assoluto talento, che sicuramente saprà ripagarlo con una performance degna di nota, proprio come fece Marco Bernardinetti lo scorso anno”.

 

 

 

SEDONI 300x425banner