Amatori http://reportsport.it Sun, 24 Jun 2018 20:28:29 +0200 Joomla! - Open Source Content Management it-it La moglie è guarita, con lei in bici fino da Padre Pio http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/9427-la-moglie-e-guarita-con-lei-in-bici-fino-da-padre-pio http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/9427-la-moglie-e-guarita-con-lei-in-bici-fino-da-padre-pio La moglie è guarita, con lei in bici fino da Padre Pio

di Antonio Mannori

MASSA - Quasi due anni fa, eravamo nell’agosto del 2016 a questa signora massese fu riscontrata una malattia di quelle che difficilmente perdonano.

Nel mese di ottobre 2016 la conferma, che sembra non concedere nessuna speranza a questa grande appassionata della bici e del ciclismo, moglie di Fabrizio Lenzetti, attuale presidente onorario della Asd Fabrimar-L’Angolo del Souk-Marco Forever.it, società massese che si occupa da vicino di giovanissimi ed esordienti.

“Furono settimane e mesi terribili – racconta Fabrizio – durante i quali decisi di pregare tanto Padre Pio con una solenne promessa. Se mia moglie fosse migliorata avrei effettuato un viaggio in bici assieme a lei da Massa a San Giovanni Rotondo, la località pugliese celebre appunto per Padre Pio, in segno di fedeltà e di riconoscenza. La notizia felice e attesa che il tumore diagnosticato era scomparso arrivò qualche mese dopo, senza che mia moglie abbia al momento bisogno di particolari terapie”.

- E dunque siete in ottima forma per questo viaggio.

“Mia moglie ora sta bene, ci siamo preparati al meglio per rendere omaggio alla tomba di Padre Pio e quindi far fronte alla promessa fatta a suo tempo. Voglio ringraziare tutto il Team Fabrimar-Angolo del Souk-Marco Forever per il grande ausilio che ci ha fornito, prima e durante la malattia di mia moglie, ed ora per preparare al meglio questa nostra trasferta”.

Ci saranno altri compagni di viaggio in questo “pellegrinaggio” da Massa verso la Puglia. La partenza mercoledì prossimo 27 giugno di Fabrizio e della moglie con i quali pedaleranno i fidi scudieri Antonella Del Freo, Gianluca Lazzini, Massimiliano Mosti e Enrico Del Corto. Ad organizzare le tappe, i percorsi e la sistemazione logistica, ci hanno pensato Romina Baldini e Roberta Mannini, amiche della famiglia Lenzetti e facenti parte del Team Fabrimar-L'Angolo del Souk. Mercoledì dunque la prima tappa di questo meraviglioso viaggio porterà il sestetto a Siena dopo 160 km. Giovedì da Siena per raggiungere in 166 Km Foligno in Umbria. Venerdì 29 giugno la tappa Foligno-Pescara di 200 chilometri ed infine sabato 30 giugno il “rush” finale con la Pescara-San Giovanni Rotondo di 182 chilometri. Il conto totale è presto fatto, saranno 750 chilometri per dire grazie a Padre Pio.

]]>
emiliano@dskl.dfs (Emiliano Nesti) Amatori Sat, 23 Jun 2018 17:52:04 +0200
La 9° GF Pissei Edita Pucinskaite alza le braccia http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/9387-la-9-gf-pissei-edita-pucinskaite-alza-le-braccia http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/9387-la-9-gf-pissei-edita-pucinskaite-alza-le-braccia La 9° GF Pissei Edita Pucinskaite alza le braccia

PISTOIA - Grande spettacolo di ciclismo alla Gran Fondo Pissei Edita Pucinskaite organizzata dall’Avis Bike Pistoia che batte il numero record dei partecipanti, stabilito nell’edizione precedente tagliando il nono traguardo a “braccia alzate”.

Domenica 17 Giugno non è stata soltanto una manifestazione ciclistica e benefica ma una vera e propria festa dello sport che ha coinvolto 126 società, 813 atleti provenienti dal nord al sud d’Italia e non solo, alla gran fondo hanno partecipato ciclisti statunitensi, coreani, tedeschi, lituani, ucraini e russi. Tra loro anche il Signore Degli Anelli, l’Oro Olimpico Yuri Chechi.

La giornata, caratterizzata da un tempo eccezionale e animata con professionalità e carisma dallo Speaker Daniel Guidi è scattata all’alba dalla storica Piazza del Duomo per poi concludersi nell’ospitale Circolo Arci Santomato. In prima fila ad aprire le danze, a fianco di Edita Pucinskaite, c’era, ospite della manifestazione, Achille Abbondanza testimonial FIMARP (Federazione Italiana IPF e Malattie Polmonari Rare).

Il fiore all’occhiello della manifestazione è stato il Ristoro di Spignana, che ha stupito e commosso tanti partecipanti. Per allestire e colorare l’intera piazza si sono uniti in tre: Avis Montagna Pistoiese, Misericordia di Lizzano e la Comunità di Spignana, il risultato è stato stupefacente. Per entrare in piazza ogni ciclista percorreva un lungo tappetto rosso e veniva applaudito come una star del cinema. Ad accoglierli hanno trovato musica dal vivo, interviste, coccole con stracchino cotte sul luogo dal Ristorante Motta e altre pietanze locali e un calore umano senza eguali. Ma apprezzati sono stati altresì tutti i ristori della granfondo, i percorsi Strada e Mountain Bike, la frecciatura, i cartelli, il pasta party finale.

“Il crescente successo che la nostra granfondo riesce ad ottenere nel corso della sua ancor giovane storia è dovuto allo straordinario lavoro dell’Avis Bike, Team capitanato dal Presidente Stefano Sichi che ha saputo tirar fuori il meglio lavorando senza risparmiarsi” parole di Edita Pucinskaite al termine della giornata “altri 813 grazie vanno ai ciclisti che con loro entusiasmo e commenti di stima onorano il nostro impegno e ci danno morale. Sono onorata di rappresentare questa granfondo, che ci rende tutti più ricchi, per i valori trasmessi e per il contenuto delle emozioni vissute”

“Tutto è nato nove anni fa da un sogno” racconta Stefano Sichi, coordinatore generale della Granfondo “oggi questo sogno è diventato grande e ci rende fieri. Siamo felici di regalare una bella giornata di sport ai partecipanti, ma lo scopo principale rimane la solidarietà e la promozione alla donazione del sangue. Grazie a tutti soci dell’Avis Bike Pistoia, alle associazioni di volontariato e agli sponsor per aver potuto realizzare anche il sogno 2018”

Record di partecipanti e quindi record di donazioni ad Emergency (3 euro per ogni iscritto è stato immediatamente devoluto in favore della Clinica pediatrica di Bangui in Centrafrica) con l’Avis Bike che ha consegnato sul palco un bonifico di 2.500 euro.

Cinque sono stati i percorsi Strada e Mountain Bike, che presentavano difficoltà diverse, portando i ciclisti sulle salite più inedite della zona. Al termine sono state premiate le prime trenta società Strada e i migliori Team MTB e consegnati altri premi speciali. La granfondo per il terzo anno era anche il Memorial Michele Macherelli, ideatore della manifestazione. Tripla premiazione per i ragazzi della CTBS Cycling Team che si sono aggiudicati il Trofeo Maccherelli, come squadra con più atleti sul percorso Gran Fondo 147 km 3600 mt di dislivello, premiati come società più lontana e Team fuori regione con più chilometri percorsi. Mentre le donne del G.C. Campi 04 hanno vinto la classifica dei Team con più presenze femminili.

La classifica assoluta dei Team Strada con maggior numero di iscritti e i chilometri percorsi è stata vinta dall’ASD Verag Prato Est, al secondo posto si è piazzata Agliana Ciclismo ASD, il terzo posto è andato al GC Campi 04. Tra i bikers i migliori sono stati i ciclisti del Team Gulliver.

Ai vincitori sono state consegnate le Opere dei ragazzi del Maic, i quadri degli studenti del Liceo Artistico Patrocchi e premi enogastronomici. Oltre alle autorità e vari esponenti istituzionali presenti alla premiazione anche i genitori di Macherelli, Vanessa Falasca , vincitrice del concorso di pittura, Thomas, uno dei ragazzi del Centro Maic che ha realizzato i vasi di ceramica.

Classifica Team:

MTB: 1. AS Team Gulliver Bike 2.Emp Cycling Team 3-4. Team Aquilotti Cervia e Gastone Nencini Prato

STRADA: 1.ASD Avis Verag Est 605p. 2. Agliana Ciclismo 535p. 3. GC Campi 505p. 4. Io Bici ASD 360p 5.Team Gastone Nencini Prato 330p. 6.GS Pedale Pietrasantino 315p. 7.ACF Bessi Calenzano 305 p. 8. Giusfredi Bianchi 295p. 9. Toscana Dynamo Pistoia 290p 10. ASD Ciclistica Viaccia 265p. 11.ASD Dynamo Cycling Team 250p. 12. DLF Pistoia 245p. 13. My Bike ASD 240p. 14. AS Team Gulliver Bike 215p. 15.CTBS ASD 205p. 16. CDP Spazzavento ASD 190p 17. ASD Bicisportteam Firenze 180p. 18. ASD Free Bikers Pedale Folonichese 160p. 19.ASD Ciclistica La Feraglia 150p. 20.ASD Team Tredici Bike 145p. 21.ASD Pedale Biancazzurro 140p. 22. Mugello Toscana Bike 140p. 23. GS Ramini ASD 120p. 24.Team Evoque ASD 105p. 25. Veloclub Florence By Bike 105p. 26. ASD Sansoni Team 105p. 27.ASD La Bagare Ciclistica Lucchese 95p. 28. Nuova Team Cicloidea 90p. 29.Team Eureka ASD 90p. 30.ASD Zerozero Team 90p.

Grazie per la Collaborazione a:

Soci Avis Bike Pistoia, Circolo Arci Santomato, Avis Comunale di Pistoia, Avis Montagna Pistoiese, Emergency gruppi territoriali Pistoia e Prato, Fondazione MAIC Pistoia, Liceo Artistico Petrocchi Pistoia, Pro Loco Sammomme, Pro Loco Maresca, Pro Loco Prataccio, Pro Loco Pian di Giuliano, Pro Loco di Spedaletto, Società Mutuo Soccorso Unione di Bardalone, Pubblica Assistenza di Maresca, Gruppo Alpini Montagna Pistoiese, Gruppo Motociclisti Pistoiesi, Misericordia di Lizzano Pistoiese, Comunità di Spignana, CONI Comitato regioale Toscana, Comitato Italiano Paralimpico, Regione Toscana, Provincia di Pistoia, Comune di Pistoia, Comune San Marcello e Piteglio, Comune di Marliana, UISP Lega Ciclismo Pistoia, Circuito Toscano Cicloturismo, ASSO.GGT e tutti i volontari

]]>
emiliano@dskl.dfs (Emiliano Nesti) Amatori Tue, 19 Jun 2018 14:23:32 +0200
Livorno Torino un meno di 24 ore è l'impresa di 3 ciclisti http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/9336-livorno-torino-un-meno-di-24-ore-e-l-impresa-di-3-ciclisti http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/9336-livorno-torino-un-meno-di-24-ore-e-l-impresa-di-3-ciclisti Livorno Torino un meno di 24 ore è l'impresa di 3 ciclisti

LIVORNO -Dalla statua dei 4 Mori a Livorno alla Mole Antonelliana di Torino. Una lunga cavalcata in bicicletta, per la bellezza di 383 chilometri.

E'  l’impresa compiuta da tre ciclisti amatoriali livornesi: Luca Brondi e Marco Goti dell’Asd Ciclistica Amaranto e Marco Golfarini del Team Labronica, entrambe società affiliate alla Uisp, Comitato delle Terre Etrusco – Labroniche. Un dislivello di 6mila metri, dalla pianura agli altipiani, attraversando tre regioni e affrontando passaggi tanto impegnativi quanto suggestivi come il Passo del Bracco (615 metro sul livello del mare) e il Passo del Turchino in Liguria. E poi lo scenario delle Langhe piemontesi. I tre cicloamatori livornesi si sono messi in testa di fare tutto questo in meno di 24 ore, realizzando un desiderio che covavano da tempo. Partiti da Livorno alle 19.30, dalla statua-simbolo dei 4 Mori, i tre sono arrivati a Torino alle 16.30 del giorno successivo, davanti alla Mole Antonelliana. “E’ andato tutto benissimo – racconta Luca Brondi. Il tempo è stato dalla nostra parte e non abbiamo mai incontrato la pioggia. Senza mai dormire, ci siamo fermati solo per bere, anche per sopportare meglio il caldo. Siamo ciclisti amatoriali e ci piacciono le lunghe distanze. Io e Marco Golfarini, ad esempio, in passato abbiamo fatto Livorno-Alba, coprendo un tragitto di 320 km., ma questa Livorno-Torino è la più lunga della nostra esperienza. Una volta raggiunto il capoluogo piemontese, ci siamo fermati alla Casa Don Bosco”. Allenamento a dovere e passione di lungo corso per chi compie imprese come queste, che anche se non hanno finalità agonistiche, sono vittorie dell’anima e soddisfazioni che diventeranno ricordi indelebili. Ma i tre livornesi non si sono accontentati: il giorno dopo la Livorno-Torino, infatti, Luca Brondi e Marco Golfarini hanno partecipato alla 1° Cicloturistica Randonée denominata Classica delle Langhe (135 km.), mentre Marco Goti ha proseguito verso Aosta.  

]]>
ginanesti@hdsjh.cop (Gina Nesti) Amatori Fri, 15 Jun 2018 09:31:54 +0200
La Granfondo "Edita Puncinskaite" presentata alla Maic http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/9326-la-granfondo-edita-puncinskaite-presentata-alla-maic http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/9326-la-granfondo-edita-puncinskaite-presentata-alla-maic La Granfondo

di Gina Nesti

PISTOIA- Presentata stamattina nell’auditorium della Fondazione Maic la 9a edizione della Granfondo “Edita Puncinskaite” che si correrà domenica 17 giugno, con partenza alle 7.15 da piazza Duomo a Pistoia.

La presentazione è avvenuta davanti alla platea dei ragazzi ospiti della struttura. Sport e solidarietà, un connubio perfetto per promuovere i veri valori della vita. 

La manifestazione è organizzata dall’Avis Bike, società alla quale sono iscritti ciclisti, tutti donatori attivi.

Ma la Granfondo è una manifestazione attenta anche alla promozione del territorio attraverso percorsi che si snodano lungo tracciati dell'Appennino Tosco-emiliano: quattro su strada ed uno – questa la novità dell'edizione 2018 - riservato alle mountain bike.

Su strada sono previste quattro diverse lunghezze: quella corta di 51 chilometri, la media di 81 chilometri, la fondo di 113 chilometri e la gran fondo di 147 chilometri; il tracciato delle Mbt è 57 chilometri.

Alla presentazione hanno partecipato Luigi Bardelli, presidente della Maic, Stefano Sichi presidente Avis Bike, Edita Pucinkaite campionessa mondiale di ciclismo che dà il nome alla manifestazione, Vittoriana Gariboldi delegata provinciale del Coni, Renata Papa di Emergency, Fabrizio Andreotti presidente della Fimarp.

Luigi Bardelli nel saluto ai presenti ha ricordato i successi ottenuti dai ragazzi che hanno partecipato alle recenti Special Olympics guadagnando diverse medaglie e commuovendo tutta Italia.

“Oggi siamo qui per una gara diversa, di ciclismo ma anche di solidarietà - ha spiegato Bardelli ai ragazzi - perché è organizzata dall’Avis, l’associazione che raccoglie sangue da tutti i donatori per averlo disponibile nelle urgenze. Il compito della Maic è stato, quello come lo scorso anno, di avere realizzato le opere che saranno date in premio ai partecipanti”.

Opere fatte dai ragazzi con maestria ed estro che rispecchiamo nei colori e nelle forme le anime di queste persone che hanno plasmato la materia imprimendo ad essa la loro intima visione.

“Ringrazio Luigi Bardelli che anche quest’anno ci ha ospitato per presentare la nostra manifestazione - ha sottolineato Stefano Sichi - ma soprattutto ci tengo a ringraziare Lisa ed

Enrico e i ragazzi del laboratorio di ceramica che anche quest’anno hanno realizzato delle opere meravigliose. Questo per me è uno dei momenti più emozionanti dell’anno – continua Sichi - essere qui con voi è un punto di arrivo importante, il traguardo che mi fa andare avanti tutto l’anno a organizzare questa manifestazione. Un impegno il nostro non solo sportivo ma solidale.

L’ associazione e la gran fondo sono nate per promuovere la donazione attraverso lo sport, indossare la nostra maglia è per noi motivo di orgoglio. Siamo convinti che anche una goccia di sangue in più possa salvare una vita.” .

La manifestazione da qualche anno è legata ad Emergency e come ogni anno, parte del ricavato (3 euro di iscrizione a persona) sarà devoluta al progetto per l’ospedale pediatrico di Bangui.

“Sono 13 anni che sono volontaria di Emergency - ha spegato Renata Papa - la nostra è un'associazione indipendente che cerca di offrire cure mediche chirurgiche alle vittime di guerra. L’associazione ha portato cure gratuite dove curarsi è un utopia. Dal 2006 dà assistenza gratuita anche in Italia a quelle persone che non possono accedere al servizio sanitario nazionale. Un’altra grande sfida dell’associazione è quella di promuovere una cultura di pace, di solidarietà e della salvaguardia dei diritti umani”.

Quest’anno Achille Speranza, testimonial di Fimarp (Federazione italiana Ipf e malattie rare e polmonari) parteciperà alla gran fondo. Utilizzerà una bombola d'ossigeno che porterà come uno zainetto ed affronterà uno dei percorsi per dare voce a tutti coloro che soffrono di patologie polmonari.

“Lo sport è un veicolo per sensibilizzare e fare conoscere le malattie polmonari sconosciute – spiega Andreotti -. A fine agosto Achille parteciperà ad un giro di 500 chilometri per far conoscere i problemi di questa patologia e dare un contributo alla ricerca medica”.

Vittoriana Gariboldi ha sottolineato come questa manifestazione sia una tra le più importanti della provincia: “Mi complimento per i risultati ottenuti da questi ragazzi alla Special Olimpycs - Ha sottolineato la Gariboldi -. E' una manifestazione importante non solo per l’aspetto sportivo ma perché coniuga lo sport alla solidarietà e alla conoscenza del territorio abbracciando i nostri luoghi e la cultura della nostra città”.

Edita Pucinskaite ha ringraziato i ragazzi che hanno realizzato le opere così autentiche e create con tanto amore: “Sono opere che non hanno prezzo per l’impegno e la bellezza e il valore morale – ha detto l'atleta - e invidio chi riceverà questi capolavori”. 

Ha poi ricordato come lo scorso anno la cicloturistica pistoiese sia stata quella con il maggior numero di partecipanti in Toscana. Un lavoro fatto negli anni con umiltà a piccoli passi che hanno fatto crescere, e i risultati sono arrivati.

Quest’anno oltre a partecipanti che arrivano da tutte le regioni d’Italia, ci saranno anche atleti statunitensi, tedeschi e coreani ad apprezzare e condividere la manifestazione.

“Non abbiamo radici profonde ma abbiamo bisogno di chi crede in noi - ha spiegato la campionessa -. Cerchiamo di offrire una gran fondo che metta a proprio agio i partecipanti curando l’aspetto sportivo, logistico, culinario, turistico”.

La manifestazione aprirà i battenti con gli eventi collaterali sabato pomeriggio alle 15 al circolo di Santomato dove si terrà un convegno di Emergency, con il tecnico di laboratorio Maja Marchini appena rientrata dall’Africa. Sempre a Santomato sarà organizzata una gimkana per bambini per ricordare Franco Ballerini.

Franco Ballerini è stato un campione di ciclismo, un grande tecnico della nazionale ma soprattutto riusciva ad entrare nel cuore della gente per le sue doti umane. Amava il ciclismo, amava i bambini, il contatto con i ragazzi, amava raccontare che è bello pedalare per sentire il vento tra i capelli.

“Con questa gimkana vogliamo ricordare Franco, un campione, un amico - spiega Edita -. Lui era a favore della nascita dell’Avis Bike, ci diceva di andare avanti, di fondare questa squadra. Purtroppo non ha fatto in tempo a vederla”.

]]>
io@io.it (Super User) Amatori Wed, 13 Jun 2018 17:00:02 +0200
Achille, campione di determinazione, sarà ospite della Granfondo Edita Pucinskaite http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/9310-achille-campione-di-determinazione-sara-ospite-della-granfondo-edita-pucinskaite http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/9310-achille-campione-di-determinazione-sara-ospite-della-granfondo-edita-pucinskaite Nella foto Achille

PISTOIA - Lo sa bene Achille, un uomo che non si arrende e trova dentro di sè la forza interiore per portare avanti il progetto di FIMARP (Federazione Italiana IPF e Malattie Rare Polmonari), chiamato #FitnessForBreath, testimoniando come attraverso lo sport e, in particolare, la bicicletta sia possibile lottare contro malattie che lasciano senza fiato e senza forze Achille ha già compiuto diverse imprese ciclistiche e il 17 giugno sarà a Pistoia per partecipare alla 9° GF Pissei Edita Pucinskaite.

La Granfondo è pronta ad abbracciare il coraggio di Achille, che pedala lungo un cammino tortuoso per poter dire “Sì, si può guarire!”. A Pistoia, sarà presente l’associazione “Un Soffio Di Speranza. Il Sogno Di Emanuela Onlus” a rappresentare anche FIMARP. L'associazione è nata a Pistoia alla fine del 2012 per commemorare Emanuela Agresti. Affetta, dal 2009, da una malattia polmonare rara, la NSIP. Ha lottato fino al 2012, quando, presso l'ospedale di Siena, ha ricevuto il dono del trapianto di polmone, unica sua speranza di vita. Purtroppo il destino per lei è stato implacabile: il 3 luglio del 2012 si è arresa. Ha lasciato il suo ricordo ed il SOGNO, espresso negli anni della malattia, di aiutare, se fosse guarita, altri nella sua situazione e contribuire a definire un giorno "curabili" queste malattie. I volontari saranno lì, per donare il sorriso, il tempo, e soprattutto la speranza. I più sentiti ringraziamenti all’Avis Bike Pistoia, organizzatore dell’evento che nella passata stagione si è laureato come la granfondo di carattere cicloturistico con più partecipati della Toscana, lo Sport non è soltanto uno stile di vita ma, soprattutto, è un veicolo per abbattere barriere e promuovere valori. L’appoggio dell’Avis Bike per la FIMARP, impegnata nella battaglia per ottenere maggior ascolto, visibilità e raccogliere fondi per la ricerca scientifica, è totale. Ecco perché fin da subito è nata l’intesa tra il Presidente di FIMARP ONLUS Fabrizio Andreotti e il Presidente dell’Avis Bike Pistoia, Stefano Sichi che afferma: “mettiamo volentieri a disposizione uno spazio per l’associazione affinché tutti i partecipanti vengano a conoscenza di queste rare e gravi patologie. Sono certo che la presenza di Achille darà modo ai ciclisti presenti di riflettere e sostenere l’impegno di FIMARP.” 

]]>
ginanesti@hdsjh.cop (Gina Nesti) Amatori Tue, 12 Jun 2018 11:00:45 +0200
Ciclismo, quasi 500 alla rassegna di Fibbiana http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/9301-ciclismo-quasi-500-alla-rassegna-di-fibbiana http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/9301-ciclismo-quasi-500-alla-rassegna-di-fibbiana Ciclismo, quasi 500 alla rassegna di Fibbiana

MONTELUPO FIORENTINO - Su due circuiti rispettivamente di 800 metri e di un chilometro nella zona artigianale Le Pratelle a Fibbiana di Montelupo Fiorentino, si è svolta la terza e ultima prova del Meeting Regionale di Società, valevole per l’ottavo Memorial Franco Ballerini.

In palio anche il Trofeo Caramelle Fallani per questa che è risultata una vera e propria festa organizzata dal Velo Club Scuola di Ciclismo Empoli, sotto la regìa del presidente Alberto Mazzoni, infaticabile organizzatore. I complimenti vanno fatti anche a Elisabetta Fambrini di Segreteria Gare. Erano 508 gli iscritti, al via qualcuno in meno, mentre le batterie sono state 19 e tutto si è svolto regolarmente in quasi 4 ore di gare, presenti tanti sportivi, con i genitori dei concorrenti in primis a seguire la bella rassegna, gioiosa e festosa.

 

CATEGORIA G1 (1^ batteria): 1)Alessio Cammarata (Costa Etrusca); 2)Martinelli; 3)Marini. 2^ Batteria: 1)Diego De Stefano (Butese); 2)Frasconi; 3)Iacopi.

CAT. G2 (1^ batteria): 1)Riccardo Frosini (Pol. Albergo); 2)Stella; 3)Lucherini. 2^ Batteria: 1)Duccio Aiazzi (Gastone Nencini); 2)Castrucci; 3)Palombi.

CAT. G3 (1^ batteria): 1)Niccolò Nieri (Fosco Bessi); 2)De Angeli; 3)Masi. 2^ Batteria: 1)Emanuele Favilli (Donoratico-Carli); 2)Lalli; 3)Bacci.

CAT. G4 (1^ batteria): 1)Tommaso Banini (Pol.Albergo); 2)Parigi; 3)Mezzasalma. 2^ Batteria: 1)Matteo Cialdini (S.Miniato–S.Croce); 2)Gaggioli; 3)Bonciani.

CAT. G5 (1^ batteria): 1)Giulio Tavanti (Arezzo Bike); 2)Iacchi; 3)Margineau. 2^ Batteria: 1)Giulio Pavi Degl’Innocenti (San Miniato Ciclismo); 2)Migheli; 3)Del Cucina. 3^ Batteria: 1)Giacomo Donno (Pedale Toscano); 2)Bertelli; 3)Luschi.

CAT. G6 (1^ Batteria): 1)Paul Cappellini (San Miniato Ciclismo); 2)Franchi; 3)Anguillesi. 2^ Batteria: 1)Damiano Petri (Fosco Bessi); 2)Del Medico; 3)Cerri.

 

SETTORE FEMMINILE: Buona al Meeting Regionale anche la presenza delle rappresentanti femminili, con una bella doppietta della S.C. Campi Bisenzio grazie a Maddalena Simeoni e Nicoletta Berni. Tra le società al primo posto l’Olimpia Valdarnese che tra un paio di settimane cercherà di riconquistare lo scudetto tricolore di società nella finale nazionale prevista ad Andalo.

 

 

CATEGORIA G1: 1)Sara Colzi (Vc Seano One); 2)Genovese; 3)Vettori. CAT. G2:1)Elena Geppi (Costa Etrusca); 2)Semoli; 3)Campani.

CAT. G3: 1)Ilaria Romoli (Fosco Bessi Calenzano); 2)Mosti; 3)Bacci. CAT. G4: 1)Nicoletta Berni (Campi Bisenzio); 2)Spinelli; 3)Lastrucci.

CAT. G5: 1)Maddalena Simeoni (Campi Bisenzio); 2)Ferri; 3)Coluccini. CAT. G6: 1)Letizia Tasciotti (S.Miniato S.Croce); 2)Kabetaj; 3)Guadagni.

CLASSIFICA SOCIETA’: Sono state 42 quelle presenti al Meeting di Fibbiana. 1)Olimpia Valdarnese punti 536; 2)Fosco bessi 429; 3)Pedale Toscano 381; 4)S.Miniato Ciclismo 293; 5)Costa Etrusca 282.

Antonio Mannori

]]>
emiliano@dskl.dfs (Emiliano Nesti) Amatori Mon, 11 Jun 2018 16:43:16 +0200
Domenica al via la GF Montecatini Terme Riccardo Magrini http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/9236-domenica-al-via-la-gf-montecatini-terme-riccardo-magrini http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/9236-domenica-al-via-la-gf-montecatini-terme-riccardo-magrini Domenica al via la GF Montecatini Terme Riccardo Magrini

MONTECATINI - 10 giugno 2018 avrà luogo la quinta edizione della “Gran Fondo Montecatini Terme Riccardo Magrini” Da quest’anno, la Gran Fondo dedicata al commentatore tecnico di Eurosport, Riccardo Magrini, entra a far parte dell’ormai noto circuito di manifestazioni ciclistiche denominato “Granducato di Toscana.

” l’Ippodromo Snai Sesana, struttura perfetta per questo tipo di manifestazioni, rimane sarà anche per quest’anno il quartier generale della manifestazione, nonché sede di partenza/arrivo. Già dal sabato pomeriggio sarà allestito un villaggio espositivo con aziende di settore, che si rivolgono sia all’appassionato che allo sportivo esigente, le quali avranno modo di mostrare i loro prodotti e la loro qualità. La manifestazione adotta il format “ciclosportiva”, prevede infatti 3 percorsi belli, caratteristici ed emozionanti: percorso “Corto” di 54 km, percorso “Medio” di 96 km e percorso “Lungo” di 129 km. Nel percorso “Medio” è previsto 1 tratti cronometrato, 2 invece sono quelli del percorso “Lungo”, posizionati sulla salita Nievole-Marliana, per il percorso “Lungo” ed invece su quella Vangile-Massa per i percorsi “Medio” e “Lungo”. Come sempre lungo i vari percorsi saranno organizzati i ricchissimi ristori per tutti i partecipanti. Di prim’ordine sarà anche il Pasta Party organizzato dopo l’arrivo all’Ippodromo Snai Sesana, con un ricco menù fatto con prodotti di aziende locali del territorio. I partecipanti potranno vivere l'emozione di pedalare sulle strade del mondiale, attraverso i borghi medievali, sulle strade bianche del padule di Fucecchio...su e giù per i saliscendi delle terre di Leonardo, sul pavé di Montecatini Alto godendosi così il territorio e ciò che questo offre, senza rinunciare all’aspetto competitivo.

Decidere di prendere il via come atleta vuol dire, prima di tutto, vivere una nuova esperienza e un nuovo modo di concepire il ciclismo. Molto ricco sarà anche il pacco gara con gadget offerti dagli sponsor e molti i premi messi in palio dalle aziende leader nel settore del ciclismo: dalla bicicletta da strada BMC a sorteggio tra tutti i partecipanti alle selle e nastri PROLOGO ai copertoni CST, caschi LIMAR, scarpe tecniche VITTORIA, i manubri FSA, alle divise SRM. La manifestazione sarà condotta da uno speaker d’eccezione!! Si ricompone la coppia Andrea Berton e Riccardo Magrini, dopo Eurosport si ritroveranno insieme alla Gran Fondo "Riccardo Magrini" Montecatini Terme.

Note Tecniche

DATA E LUOGO: Domenica 10 Giugno 2018 Montecatini Terme, Ippodromo Snai Sesana PERCORSI: corto km 54 dislivello 420 mt Medio km 96 dislivello 960 mt Lungo km 129 dislivello 1675 mt PARTECIPAZIONE Cicloamatori e cicloturisti italiani: Sono ammessi tutti i cicloamatori e cicloturisti d’ambo i sessi in regola con il tesseramento e le coperture assicurative U.I.S.P, F.C.I, A.C.S.I., C.S.I. I tesserati agli EPS che non rientrano nella convenzione con FCI potranno iscriversi acquistando tramite il proprio Ente la Bike Card al costo di euro 25,00. La Bike Card non fornirà alcun servizio assicurativo e dovrà essere obbligatoriamente presentata alle manifestazioni con la tessera del relativo EPS; le garanzie assicurative per gli infortuni e la responsabilità civile resteranno a carico dell’Ente che ha tesserato l’atleta soggetto o responsabile del sinistro. Gli atleti sprovvisti della Bike Card non saranno ammessi alla GF Montecatini Terme Riccardo Magrini 2018 E’ possibile partecipare con biciclette moderne, d’epoca e e-bike. Cicloamatori e Cicloturisti non italiani: I cicloamatori stranieri dovranno essere in regola con il tesseramento alla Federazione Ciclistica della propria Nazione riconosciuta dall’UCI. Tutti i partecipanti che non sono in possesso di una tessera U.I.S.P. o altro ente di promozione sportiva, potranno comunque partecipare alla ciclosportiva presentando un certificato medico sportivo secondo le seguenti indicazioni: partecipanti al percorso corto—certificato medico sportivo non agonistico partecipanti al percorso medio e lungo - certificato medico sportivo agonistico La partecipazione comprende: 1. Pacco gara con gadgets vari 2. Numero di gara 3. Servizio di cronometraggio winningtime per ogni tratto con rilevamento del tempo di percorrenza 4. Assicurazione relativa alla manifestazione 5. Assistenza meccanica (sono escluse le eventuali parti di ricambio) 6. Assistenza medico-sanitaria 7. Recupero in caso di abbandono 8. Ristori (2 per il percorso corto, 4 per i percorsi medio e lungo) 9. Pasta party 10. Servizio docce calde e spogliatoi all’arrivo 11. Attestato di partecipazione

ISCRIZIONE E RITIRO PACCO GARA Sabato 9 giugno dalle 14.00 alle 19.00 e Domenica 10 giugno dalle 7.00 alle 7.45 presso l’Ippodromo Sesana con accesso dall’ingresso Via Bruno Lucchesi, Montecatini Terme RITROVO dalle ore 7.00 presso l’Ippodromo Sesana con accesso dall’ingresso Via Bruno Lucchesi, Montecatini Terme

PARTENZA La partenza sarà data alle ore 8.00 a tutto il gruppo dei partecipanti ARRIVO Ippodromo Sesana. Al punto di arrivo sarà disponibile il servizio docce presso il palasport Leonardo da Vinci TRAFFICO STRADALE il traffico stradale è aperto, pertanto i partecipanti sono tenuti al rispetto del Codice della Strada.

RILEVAMENTI DEL TEMPO DI PERCORRENZA Sono previsti i seguenti rilevanti del tempo di percorrenza: Percorso corto: nessun tratto Percorso medio: 1 tratto Percorso lungo: 2 tratti

PREMIAZIONI A partire dalle ore 15.00 all’Ippodromo Snai Sesana. PREMI Targhe e/o coppe e/o premi in natura alle prime 10 società Premi speciali (cumulabili): – società con più partecipanti al percorso della “gran fondo”; – società proveniente da più lontano rispetto al luogo di svolgimento della manifestazione con almeno 5 partecipanti; – società con la maggior numero di donne iscritte alla manifestazione; – premio per i primi 3 tempi di ogni categoria per ogni tratto di rilevamento del tempo di percorrenza e per la somma dei tempi dei 2 tratti  

]]>
ginanesti@hdsjh.cop (Gina Nesti) Amatori Tue, 05 Jun 2018 15:10:49 +0200
GF Pissei Edita Pucinskaite Il cuore della Gran Fondo batte per la solidarietà http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/9230-gf-pissei-edita-pucinskaite-il-cuore-della-gran-fondo-batte-per-la-solidarieta http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/9230-gf-pissei-edita-pucinskaite-il-cuore-della-gran-fondo-batte-per-la-solidarieta GF Pissei Edita Pucinskaite  Il cuore della Gran Fondo batte per la solidarietà

PISTOIA - Conto alla rovescia per la Gran Fondo Pissei Edita Pucinskaite dove la passione per le due ruote e la solidarietà vanno pari passo.

Gli organizzatori del Team Avis Bike Pistoia si preparano ad accogliere a Pistoia il 17 Giugno non soltanto gli stradisti e l’atleti diversamente abili ma anche gli appassionati della mountain bike invitando tutti a partecipare per se stessi e per aiutare il prossimo. Uno degli obiettivi della società pistoiese e della Gran Fondo presieduta dal presidente e coordinatore generale della Granfondo, Stefano Sichi è quello di ricordare a tutti l’importanza delle donazioni del sangue, perché nulla vale più di una vita umana salvata. L’edizione passata è stata coronata dal record di iscritti permettendo di devolvere alla Clinica Pediatrica di Bangui in Centrafrica 2.230 euro. Il progetto benefico a favore di Emergency è nato nove anni fa insieme alla nascita della Gran Fondo e anche quest’anno, come nella tradizione 3 euro per ogni iscritto verranno versati per salvare le vite dei bambini centrafricani. Al Convegno Emergency, che si terrà il 16 giugno presso il Circolo Arci Santomato verranno illustrati i progetti di Emergency nel mondo. Al via della Granfondo accompagnato dal papà, ci sarà Achille Abbondanza, che pedalerà con l’ossigeno in spalla per dare voce alle patologie polmonari rare e sostenere gli impegni di FIMARP Onlus. Alla vigilia, sabato 16 giugno tutti i bambini dai 3 ai 12 anni sono invitati per un’iniziativa gratuita nata per regalare nuove emozioni ai mini ciclisti e ricordare un grande uomo: campione e tecnico nazionale Franco Ballerini. Al termine della Gimkana non agonistica vinceranno tutti: ogni bambino riceverà sul palco una medaglietta e un diploma di partecipazione.  

]]>
ginanesti@hdsjh.cop (Gina Nesti) Amatori Tue, 05 Jun 2018 10:43:49 +0200
Eroica Montalcino 2018; una fortissima emozione per oltre 1400 ciclisti http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/9119-eroica-montalcino-2018-una-fortissima-emozione-per-oltre-1400-ciclisti http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/9119-eroica-montalcino-2018-una-fortissima-emozione-per-oltre-1400-ciclisti Eroica Montalcino 2018; una fortissima emozione per oltre 1400 ciclisti

MONTALCINO (SI)  - Sono stati più di 1400 i ciclisti che questa mattina, molti di buon’ora, sono partiti da piazza del Popolo per la seconda edizione di Eroica Montalcino, con tanti stranieri, specialmente Germania, Svizzera e Francia.

Al via, confermando una tendenza ormai più che consolidata, tanti giovani che, attraverso Eroica, hanno la possibilità di vivere alcuni dei valori d’un tempo, ad iniziare dalla “bellezza della fatica e dal gusto dell’impresa” che favorirono la nascita dell’Eroica grazie a Giancarlo Brocci. “Siamo felicissimi di questa bella e numerosa partecipazione – ha sottolineato Franco Rossi, organizzatore di Eroica Montalcino - In ogni evento dell’Eroica non c’è cinema ma autenticità fatta di biciclette e maglie d’epoca. La Toscana di suo ci mette le strade bianche, i paesaggi caratteristici, i ristori tradizionali e il cibo genuino.

Oggi a Montalcino, esattamente come un anno fa, è stata una grande festa a pedali, arrivata dopo una vigilia con spettacoli ed iniziative di grande spessore culturale e di grande attrattiva per le famiglie”. Quella di Montalcino è stata una festa dai mille risvolti; una festa di colori, quelli della campagna con i colori più belli e i profumi più intensi. Una festa di lingue e passaporti, vista l’internazionalità del gruppo e quella dei turisti assiepati e incuriositi lungo le transenne. Una festa soprattutto di emozioni per l’esperienza che si è vissuta nel magnifico scenario della Val d’Orcia e delle Crete Senesi, con un percorso, quello più lungo e dunque affrontato dai ciclisti più “eroici” che da Montalcino ha portato i ciclisti fino a Gaiole in Chianti, da dove tutto nacque nell’ormai lontano 1997. Una festa per la bellissima ed animatissima città medievale di Montalcino, nota in tutto il mondo per le sue straordinarie eccellenze, ad iniziare dal Brunello che da anni attira qui turisti esigenti ed attenti alla qualità ed alla raffinatezza. Per gli amanti della statistica e gli studiosi del fenomeno del ciclismo eroico, la seconda edizione di Eroica Montalcino è stata vissuta da oltre 1400 ciclisti di cui circa il 20 per cento da oltre confine. Lo donne sono state cica il 15 per cento. Un altro dato interessante riguarda la scelta del percorso; quello più lungo di km 171 e con un dislivello ragguardevole è stato pedalato dal 10 per cento, circa, dei partecipanti. E’ questo un percorso magnifico che i ciclisti giudicano addirittura più impegnativo di quello “lungo” di Gaiole in Chianti che misura quaranta chilometri in più. Dunque una sfida ancora più intrigante, severa ed eroica.  

]]>
ginanesti@hdsjh.cop (Gina Nesti) Amatori Sun, 27 May 2018 18:57:40 +0200
Da Piazza a Piazza: vittorie straniere, oltre 700 al via http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/9117-da-piazza-a-piazza-vittorie-straniere-oltre-700-al-via http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/9117-da-piazza-a-piazza-vittorie-straniere-oltre-700-al-via Da Piazza a Piazza: vittorie straniere, oltre 700 al via

PRATO - Sono stati oltre 700 i partenti alla Da Piazza a Piazza 2018, 30esima edizione. Superato il numero dello scorso anno. Oltre 900 erano stati gli iscritti, secondo numero di sempre nella storia della manifestazione.

Due i percorsi, il Marathon di 72 km per circa 2200 metri di dislivello e il Granfondo di 50 km per quasi 1600 metri di dislivello. Entrambi selettivi i tracciati, con quasi zero asfalto e non privi di passaggi tecnici difficili e suggestivi, fino al guado finale del fiume Bisenzio per ritornare all’arrivo, attraverso le bellezze della Val Bisenzio. Il via è stato dato dal vicesindaco e assessore allo sport Simone Faggi mentre il sindaco Matteo Biffoni ha accolto i vincitori all’arrivo.

La prova sul percorso “marathon” l’ha vinta col tempo di 2 ore 52’59, l’estone Peeter Pruus della Torpado-Sudtirol International MTB. Sul podio anche, dopo un arrivo serrato in volata, Francesco Casagrande, il fiorentino della Cicli Taddei ex professionista su strada vincitore lo scorso anno, che ha battuto allo sprint col tempo di 2:53’59” Riccardo Chiarini, anche lui della Torpado-Sudtirol International MTB. Quarto Martino Tronconi del Team Bike Innovatione Focus Rosti e quinto Tommaso Vanni della Cicli Taddei.

Anche tra le donne nel marathon quest’anno una vittoria straniera con Katarzina Sosna, lituana, anche lei della della Torpado-Sudtirol International MTB, che anche in questo caso chiudendo 52esima assoluta in 3 ore 27’22” ha preceduto la vincitrice dello scorso anno, la grossetana Maria Cristina Nisi della Bike Innovation Focus Rosti che ha chiuso in 3:31”47. Al terzo posto, in 3:32’18” come nel 2017, Elena Gaddoni, della Cicli Taddei, seconda nel 2016.

Nel percorso più corto podio maschile composto da Andrea D’Oria della Ciclissimo Bike Team, partito per fare il percorso lungo e che poi ha deviato, con successo, sul corto. Ha chiuso in 2:14’17. Ha preceduto Patrizio Paperini (2:18’19”, del Team Scott Pasquini Stella Azzurra, primo lo scorso anno) e Luca Bertelli dell’Avis Pratovecchio-Errepi-Lee Cougan, 2:21”12.

Tra le donne nel corto conferma come l’anno scorso per Beatrice Balducci (Team Spacebike, 2:49”52) davanti a Letizia Grottoli (Team Todesco, 2:57’35” ) e a Beatrice Mistretta (New Bike 2008 Racing Team, 3:13’20”).

La gara si potrà rivivere in tv domani alle 19 su Tv Prato, canale 74; alle 21 su Tv Prato Sport 1, canale 212; alle 21.25 sul canale tematico Gastone Nencini, canale 616.

E’ stata un successo anche la Gimkana per i bambini che si è tenuta dopo la partenza della gara in piazza del Mercato Nuovo. Soddisfatto il presidente Marco Barni dell’Avis Verag Prato, sodalizio che ha organizzato l’evento, per i complimenti ricevuti anche quest’anno dai partecipanti.
La marathon di mountain bike organizzata dall’Avis Verag Prato fa parte del Circuito Trek Zerowind e del Circuito di Coppa Toscana MTB. L’Avis Verag Prato ha messo in campo complessivamente circa 150 volontari. La gara si è svolta in una giornata di sole con l’insidia maggiorata dalle alte temperature arrivate proprio in questo fine settimana. Dopo la partenza, alle 9.30 da viale Galilei, davanti a Piazza del Mercato Nuovo dove era situato il Villaggio, tutti su per la statale, e sulla salita asfaltata di Schignano dove è cominciata la selezione.

Tra gli atleti Avis Verag Prato Luciano Pagli è stato il migliore nel marathon in 3’41”11. Massimo Romano è stato il primo a chiudere il percorso corto, in 2:42’02”.

Sulle pagine Facebook Amici dell’“Avis Verag Prato” (https://www.facebook.com/avisverag/ ) e “Da Piazza a Piazza 2018” oltre che sul sito www.avis-verag.it le immagini e gli approfondimenti sull’evento:

Qui tutte le classifiche: https://www.winningtime.it/web/results.php?item=5171&from=all

 



]]>
ginanesti@hdsjh.cop (Gina Nesti) Amatori Sun, 27 May 2018 14:12:55 +0200