Amatori http://reportsport.it Wed, 14 Nov 2018 01:20:08 +0100 Joomla! - Open Source Content Management it-it Casagrande e Tacconi a segno nella 26^ Scarpirampi http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/10865-casagrande-e-tacconi-a-segno-nella-26-scarpirampi http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/10865-casagrande-e-tacconi-a-segno-nella-26-scarpirampi Casagrande e Tacconi a segno nella 26^ Scarpirampi

VERNIO(PO)- Già difficile e impegnativo di per stesso con la “Cima Coppi” ad oltre 800 metri di altitudine, il tracciato della 26^ Scarpirampi e dell’ottavo Trail della Calvana si è fatto pesante e insidioso, per la mattinata piovigginosa.

Al Circolo Arci di S.Lucia, zona nord di Prato, la location di ritrovo delle coppie (un bikers ed un podista) impegnate nella Scarpirampi e per i podisti del Trail, per i quali il colpo di pistola del via ufficiale è arrivato puntuale alle 8,20, seguito 10 minuti dopo da quello della gara a coppie e dopo il commosso ricordo del fotografo pratese Nedo Coppini, testimone di tante edizione della manifestazione organizzata dal Il Campione-Silvano Melani. Trenta chilometri in una mattinata grigia e nebbiosa, per raggiungere la zona del traguardo di Vernio tra la chiesa e la sede del Comune. Vincitori della Scarpirampi 2018 l’ex professionista fiorentino Francesco Casagrande uno dei bikers nazionali più forti, che prosegue con successo questa attività e che aveva quale compagno altrettanto bravo il podista Alberto Tacconi. I due hanno concluso in 2h28’06”, precedendo Giachi-Pretini (2h32’31”) e Di Sandro-Vanni (2h32’36”), mentre i vincitori del 2017 Lepri-Tosini sono giunti quarti seguiti da Rigers-Orestano. Prima coppia mista quella formata da Ginevra Cusseau-Paolo Manetti (2h59,23”), la prima femminile quella compista da Pamela Rinaldi e Michela Migliori (3h26’31”). Il successo nel Trail della Calvana per Luca Giuntoli nel tempo di 2h43’16”, davanti a Vladimir Kabetaj (2h53’09) ed a Fabio Mannucci (2h54’31”). La prima rappresentante femminile a tagliare il traguardo Sandra Bartoli (Cat. Veterane) che ha chiuso i 30 Km in 3h26’38”. Al traguardo di Vernio sono giunte 89 coppie per la Scarpirampi, mentre i concorrenti del Trail della Calvana classificati sono stati 74. Giovedì 15 novembre a Palazzo Banci Buonamici in via Ricasoli a Prato, la premiazione ufficiale della bella manifestazione. 

]]>
ginanesti@hdsjh.cop (Gina Nesti) Amatori Mon, 12 Nov 2018 16:14:57 +0100
A Firenze la giornata del Veterano dello sport http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/10836-a-firenze-la-giornata-del-veterano-dello-sport http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/10836-a-firenze-la-giornata-del-veterano-dello-sport A Firenze la giornata del Veterano dello sport

FIRENZE- Anche il ciclismo in primo piano, protagonista in occasione della cerimonia di premiazione nello stupendo scenario del Salone Brunelleschi di Palagio dei Capitani di Parte Guelfa a Firenze, in occasione della Giornata del Veterano dello Sport.

Una borsa di studio infatti è stata consegnata alla diciassettenne juniores fiorentina Giorgia Catarzi, del Team Zhiraf Guerciotti Selle Italia, grande protagonista della stagione e campionessa del mondo ed europea su pista nella prova dell’inseguimento a squadre. Giorgia che abita a Ponte a Ema, la località dove è nato e riposa nel locale cimitero il grande Gino Bartali, è cresciuta come è noto proprio nella società Aquila e solo all’inizio del 2018 con il passaggio nella categoria juniores ha lasciato la società fiorentina. Brava anche nello studio, Giorgia potrà essere ancora protagonista su pista e su strada nel 2020, quando sarà ancora juniores. Riconoscimento speciale invece con il premio “Sport e Salute” per il dott. Maurizio Benucci, dirigente medico reumatologo all’ospedale S.Giovanni di Dio a Firenze, amico di tantissimi corridori dai giovanissimi ai professionisti, grande amante della bici con la quale prende parte a tutte le gran fondo più prestigiose del calendario, oltre a percorrere le salite più popolari del ciclismo in Italia ed in Francia. Premiato per la sua fedeltà associativa all’UNVS, anche Carlo Alberto Calamandrei dell’ACSI di Firenze e noto organizzatore del Trofeo Giacomo Matteotti per élite e under 23 assieme al Comitato Sportivi di Marcialla. Tra i presenti alla cerimonia organizzata dalla sezione “Oreste Gelli” di Firenze dell’Unione Nazionale Veterani dello Sport, presieduta da Massimo Padovani, Elisabetta Nencini figlia di Gastone, grande campione mugellano del pedale e Giancarlo Del Balio vice presidente del Comitato Regionale Toscana di ciclismo. ANTONIO MANNORI 

]]>
ginanesti@hdsjh.cop (Gina Nesti) Amatori Sat, 10 Nov 2018 17:18:21 +0100
Soudal Lee Cougan Racing Team pesca in Toscana e ingaggia Elia Favilli http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/10815-soudal-lee-cougan-racing-team-pesca-in-toscana-e-ingaggia-elia-favilli http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/10815-soudal-lee-cougan-racing-team-pesca-in-toscana-e-ingaggia-elia-favilli Soudal Lee Cougan Racing Team pesca in Toscana e ingaggia Elia Favilli

MONTEMURLO (PO) - Confortato dai lusinghieri risultati del 2018, SOUDAL-LEE COUGAN Racing Team guarda al futuro e accoglie un nuovo elemento che andrà a rinforzare la formazione 2019.

Dopo la decisione di Luca Ronchi di limitare nella prossima stagione la propria attività alle sole gare nazionali, la compagine del Team Manager Stefano Gonzi annuncia l’ingaggio del livornese Elia Favilli, dal 2010 al 2016 professionista su strada, passato da un paio di stagioni alla mountain bike. Nato il 31 gennaio 1989, Elia Favilli ha alle spalle un lunga carriera ciclistica iniziata nel 2007 con la conquista della medaglia di bronzo Junior nella prova in linea dei Campionati del Mondo di categoria, in Messico. Passato Under 23, Favilli si impose in tre corse e si classificò quarto nella prova in linea dei Campionati Italiani con la maglia della ISD-Neri, formazione con cui affrontò il suo ingresso nel professionismo. Nei primi due anni, con la Farnese Vini, Favilli partecipò al Giro d’Italia dove fu protagonista nel 2012 all’arrivo della terza tappa, della tappa piemontese di Cervere che concluse al quinto posto e in quella di Fano, conclusa al settimo posto.  Nel proseguo della sua carriera, Favilli ha partecipato con la Lampre-Merida agli altri grandi giri, il Tour de France e La Vuelta de Espana, ottenendo buoni piazzamenti anche nelle classiche monumento come il Trofeo Laigueglia, Milano-Sanremo, Parigi-Roubaix, Amstel Gold Race, Parigi-Nizza, Giro delle Fiandre, Tirreno-Adriatico, Giro di Lombardia. Nel 2015 il corridore cecinese lasciò la Lampre per vestire i colori del team toscano Southeast correndo il suo terzo Giro d’Italia e concluse la sua carriera su strada con la squadra croata Meridiana Kamen Team, contando diverse affermazioni sia a livello nazionale che internazionale. Nel 2016 Elia si è avvicinato alla mountain bike cogliendo i podi nella Marathon dei Colli Albani, Granfondo Re Ratchis e Felciana Bike. L’anno dopo Favilli ha vinto la Vena del Gesso Bike e ha concluso la seconda stagione off road con i secondi posti nella Atestina Superbike, Granfondo del Brunello e della Val d’Orcia, Marathon del Gargano. Con una vittoria, quattro podi, sette risultati nella top ten, buoni piazzamenti all’Alpentour Trophy, al Campionati Europeo e Italiano Marathon 2018 Elia Favilli è pronto ad offrire a SOUDAL-LEE COUGAN Racing Team, un prezioso rinforzo per le numerose gare italiane e nelle competizioni europee. Queste le prime parole dell’atleta toscano: “Sono molto felice di questa possibilità ed emozionato di essere parte del team Soudal-Lee Cougan. La prossima stagione sarà per me molto importante, potrò partecipare a gare di altissimo livello in Italia e in Europa, so che sarà una sfida dura e difficile, ma mi preparerò al meglio per affrontarla e dare il meglio di me nel corso della prossima stagione. Sono molto soddisfatto di essere approdato in questa squadra, non vedo l’ora di cominciare questa nuova avventura. Sarà un anno di cambiamenti sotto tanti punti di vista e le motivazioni perchè tutto funzioni al meglio sono tantissime” Ad accogliere il nuovo arrivo è Stefano Gonzi: "Elia è un acquisto mmolto interessante, perchè è un corridore esperto e sarà un validissimo inserimento per il nostro gruppo.. Da noi troverà una struttura solida e rodata che gli permetterà di esprimersi al meglio delle sue possibilità. Eravamo alla ricerca di un valido ssotituto di Lica Ronchi che per il prossimo anno ha deciso di risurre il proprio impegno nello sport e quando abbiamo trovato un altro atleta altrettanto affidabile, non ci abbiamo pensato due volte. Con lui poi si pareggia la quota toscana tra gli atleti nella squadra e, lo dico, con un pò di campanilismo, questo mi fa anche piacere"

]]>
ginanesti@hdsjh.cop (Gina Nesti) Amatori Wed, 07 Nov 2018 19:40:28 +0100
Val d'Orcia Gravel al via http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/10677-val-d-orcia-gravel-al-via http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/10677-val-d-orcia-gravel-al-via Val d'Orcia Gravel al via

SIENA - A distanza di un anno la bicicletta gravel torna protagonista delle strade bianche della provincia di Siena.

Domenica 29 ottobre, infatti, a Bagno Vignoni è in programma la Val d'Orcia Gravel, appuntamento che si propone sempre più come l'evento clou dell'ultima parte della stagione agonistica del circuito nazionale "Gravel Road Series". Domenica saranno due i percorsi a disposizione dei corridori; 100 chilometri, con dislivello complessivo di 1300 metri, 50 chilometri con dislivello di 600 metri. Il via sarà dato alle ore 9.00 da piazza Chigi a San Quirico d’Orcia. Le due gare si snoderanno nel magnifico territorio della Val d'Orcia, scenario incontaminato ed accogliente per la bicicletta di ogni tipo. La Val d'Orcia gravel, infatti, si offre a tutti gli appassionati con bicicletta gravel, che negli Stati Uniti sta conquistando centinaia migliaia di appassionati, mountain bike e biciclette a pedalata assistita. Lo scopo principale dell'evento è, soprattutto, quello di stare insieme, fare gruppo e godersi la giornata, senza guardare troppo il cronometro. Proprio per questo l'organizzazione ha voluto rendere ancora più avvincente la gara di 100 chilometri con due prove speciali "segrete", utilizzando la piattaforma "Strava".

La Val d'Orcia Gravel, inserita nel circuito nazionale "Gravel Road Series" non si regalerà solo ai corridori. Alle ore 15.00 a Bagno Vignoni tutti in piazza per la"Castagnata d'Autunno" con castagne arrosto, vin brulè, dolci e tanta musica. Concluderà la giornata il concerto live di "Bixio and the Crooner", genere italian swing e boogie. Ma già oggi, sabato 27 ottobre, la Val D'Orcia Gravel inizierà a far sognare con il villaggio expo e le biciclette gravel appena lanciate sul mercato. Bici fantastiche, da provare per "vedere un po' l'effetto che fa pedalare con una bicicletta progettata proprio per lo sterrato. Nel pomeriggio spazio ai bambini ed agli adulti che saranno protagonisti della passeggiata con inizio alle ore 16.00. Infine cena gravel presso lo splendido Hotel Terme di Bagno Vignoni (prenotazione obbligatoria). La Val d'Orcia Gravel, organizzata con il patrocinio del Comune di San Quirico d'Orcia e della Pro Loco di Bagno Vignoni e con la preziosa collaborazione del GS Etruria, vi dà appuntamento dunque per questo week end che si annuncia molto intenso ed interessante, da vivere come un regalo alla propria passione per la bicicletta. In questo caso, bicicletta gravel, ormai non più solo una moda arrivata dagli States ma una vera e propria compagna di viaggio per scoprire la bellezza di un territorio, entrato a buon titolo tra il patrimonio dell'umanità 

]]>
ginanesti@hdsjh.cop (Gina Nesti) Amatori Sat, 27 Oct 2018 16:35:10 +0200
Domenica tutti in bici in Versilia per Telethon http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/10653-domenica-tutti-in-bici-in-versilia-per-telethon http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/10653-domenica-tutti-in-bici-in-versilia-per-telethon Domenica tutti in bici in Versilia per Telethon

di Antonio Mannori

PIETRASANTA (LU).- Domenica 28 ottobre si svolge la 18^ edizione di "Pedala per Telethon" con partenza e arrivo a Pietrasanta.

La manifestazione organizzata dalla sezione Versilia “Andrea Pierotti” della Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare e dal Pedale Pietrasantino, con il patrocinio del Comune di Pietrasanta, raccoglie fondi che la Fondazione Telethon impiega nella ricerca scientifica su tutte le malattie di origine genetica. Si tratta di una ciclopedalata lungo le strade della Versilia di 49 km (percorso lungo) o 29 Km (percorso corto) da pedalare alla media di 25 km/h con ritrovo e partenza alle 9.15 da Piazza Statuto a Pietrasanta. Complessivamente nelle diciassette edizioni precedenti sono stati raccolti 131.643 euro con 12.714 partecipanti. Per chi vuol compiere questo nobile gesto viene richiesta una donazione di 10 euro interamente versata alla Fondazione Telethon.

SABATO invece simpatica anteprima con il Trofeo “Per Telethon Andrea e Piero Pierotti”, una manifestazione promozionale denominata “Pedalando con i genitori” e riservata ai giovanissimi dai 7 ai 12 anni. Per questa iniziativa il ritrovo sabato pomeriggio a partire dalla 13,30 presso l’impianto sportivo Falcone e Borsellino in via Unità d’Italia a Pietrasanta con inizio della pedalata alle 14,30. L’organizzazione è capitanata infaticabili Marco Giannelli e Alfredo Bertellotti.

]]>
emiliano@dskl.dfs (Emiliano Nesti) Amatori Thu, 25 Oct 2018 20:06:16 +0200
Ciclismo e solidarietà: a S.Donnino domani si pedala per il Meyer http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/10583-ciclismo-e-solidarieta-a-s-donnino-domani-si-pedala-per-il-meyer http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/10583-ciclismo-e-solidarieta-a-s-donnino-domani-si-pedala-per-il-meyer Ciclismo e solidarietà: a S.Donnino domani si pedala per il Meyer

di Antonio Mannori

FIRENZE.- Per chi ha voglia di pedalare (due i percorsi a disposizione da San Donnino verso la Val di Pesa, uno toccando la zona di Montespertoli, l’altro quella di Chiesanuova di San Casciano con ritorno presso la Casa del Popolo di San Donnino) domani mattina domenica si svolge la 14^ Pedalata per il Meyer nel rispetto di una bella e nobile iniziativa promossa ed organizzata dal Gruppo ciclistico Campi 04.

Niente competizione lungo i due percorsi, ma una bella pedalata per compiere un gesto di solidarietà in quanto l’intero ricavato della manifestazione e delle numerose iniziative ad essa collegate, sarà consegnato all'Associazione “Noi per Voi” e poi devoluto all’Ospedale Pediatrico Meyer per lo sviluppo della ricerca sui tumori infantili. Il 6 gennaio, giorno della Befana, il Presidente Mauro Baruffi consegnerà l'assegno del ricavato e numerosi doni ai bambini del reparto Oncologico dell'Ospedale Meyer.

La “Pedalata per il Meyer” sarà aperta a tutti: tesserati UISP ed Enti della Consulta e sarà valevole anche per il 5° Trofeo Mecocci, il 14° Trofeo Circolo Arci San Donnino e il 2° Trofeo Marisa Baruffi ma vi potranno partecipare tutti coloro che, anche non tesserati, vorranno contribuire a questo gesto di solidarietà. Sarà sufficiente presentarsi con bici e casco dalle 10 alle 12 alla Casa del Popolo di San Donnino e, per i ciclisti in "erba", ci sarà la golosissima “Pedala-Nutella” che, tra divertimento e cioccolato, li aiuterà a comprendere l’importanza di un gesto così prezioso.

]]>
emiliano@dskl.dfs (Emiliano Nesti) Amatori Sat, 20 Oct 2018 14:49:49 +0200
Si apre a Prato la stagione ciclocampestre http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/10572-si-apre-a-prato-la-stagione-ciclocampestre http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/10572-si-apre-a-prato-la-stagione-ciclocampestre Si apre a Prato la stagione ciclocampestre

PRATO -  Si apre domenica la stagione del ciclocross in Toscana con la prima gara in programma a Prato.

Il G.S. Borgonuovo ha scelto per la manifestazione (Trofeo Ciclocross-Città di Prato), che sarà anche la prima prova dello speciale trofeo Toscana&Umbria Cross istituito quest’anno, la zona di via San Martino per Galceti a Prato, dove sorge lo stadio di atletica leggera Mauro Ferrari. Qui il ritrovo della gara a partire dalle ore 11, mentre l’inizio delle prove a partire dalle 13,30. In gara le categorie giovanissimi, esordienti, allievi, juniores, sia del settore maschile che femminile, oltre ai dilettanti élite under 23 e le donne under 23 ed élite. Il percorso della prova pratese è misto, con un tratto sterrato, oltre all’anello asfaltato della pista di atletica leggera Mauro Ferrari. In merito alla stagione ciclocampestre, va segnalata la novità della stesura del calendario gare tra Regioni confinanti. E’ quanto sono riusciti a fare Toscana e Umbria. Sono 13 le gare previste nelle due regioni, il cui calendario tiene conto naturalmente degli impegni del Giro d’Italia di ciclocross e di altre manifestazioni. Un bel lavoro quello che porta la firma per la Toscana del responsabile del settore il valdarnese Fabio Forzini, con il contributo di Roberto Cecchi e naturalmente di altri dirigenti toscani e umbri, oltre a quello delle società che organizzeranno le gare da qui a gennaio. Con questa nuova impostazione l’attività del ciclocross può davvero decollare. Questo il programma completo.

OTTOBRE: 21 Prato (Org. Borgonuovo); 27 Gualdo Tadino (Pg) - prova in notturna org. Avis Gualdo)-. NOVEMBRE: 4 Petrignano (Pg) Org. Uc Petrignano; 18 Cavriglia (Ar) Org. Olimpia Valdarnese; 25 Città di Castello (Pg) Org. Bikeland Team. DICEMBRE: 2 Lammari (Lu) Org. Pedale Lucchese; 8 Pieve a Presciano (Ar) Org. Tecnicolor Vaio; 16 Foligno (Pg) Org. Uc Foligno; 23 Cinquale (Ms) Org. Montignoso Ciclismo; 26 44° Parallelo (Pt) Org. Fosco Bessi; 30 Santa Croce sull’Arno (Pi) Org. Uc S.Croce). GENNAIO 2019: 20 Bibbiena (Ar) Org. Casentino Bike; 27 Castiglion Fiorentino (Ar) – Prova finale org. Steels Bike. ANTONIO MANNORI 

]]>
ginanesti@hdsjh.cop (Gina Nesti) Amatori Fri, 19 Oct 2018 11:16:29 +0200
Gli stranieri spingono L’Eroica oltre il muro dei 7500 partecipanti http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/10459-gli-stranieri-spingono-l-eroica-oltre-il-muro-dei-7500-partecipanti http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/10459-gli-stranieri-spingono-l-eroica-oltre-il-muro-dei-7500-partecipanti Gli stranieri spingono L’Eroica oltre il muro dei 7500 partecipanti

GAIOLE IN CHIANTI - Sono i numeri a stupire nei titoli di coda della ventiduesima edizione de L’Eroica, la cicloturistica più amata al mondo che si è svolta oggi a Gaiole in Chianti, in provincia di Siena.

Nonostante il numero chiuso questa mattina da piazza Ricasoli sono partiti oltre settemila cinquecento ciclisti. Un numero di appassionati in forte crescita che nemmeno il limite imposto all’apertura delle iscrizioni a gennaio dall’organizzazione riesce a contenere.

La spiegazione di tanta partecipazione è affidata a Giancarlo Brocci che questo evento lo propose nel 1997 innanzitutto per salvaguardare le strade bianche della provincia di Siena: “Un tempo questa caratteristica sembrava un limite allo sviluppo del territorio – ha dichiarato oggi Brocci a fatica ultimata – oggi ne rappresentano la grande opportunità”. Sulla crescita inarrestabile del numero di partecipanti Brocci offre questa osservazione: “In questa edizione de L’Eroica si è respirata un’atmosfera ancora più internazionale. Inoltre sempre più mondi si avvicinano ai valori di Eroica. Evidentemente c’è un calo di gradimento nei confronti dello sport – spettacolo. La gente ha esigenza di riscoprire l’autenticità, le radici del ciclismo; niente esibizionismo ma fatica e gioia vera. Da qui nasce il successo de L’Eroica che, nel corso degli anni, ha selezionato gente di rara umanità.

E nel mondo di queste persone ce ne sono in gran quantità. Da qui la spinta a rendere sempre più internazionale L’Eroica con i suoi eventi all’estero. Un modo di vivere lo sport e condividere i valori tanto da far nascere dei luoghi, gli Eroica Caffè, nei quali anche chi non è ciclista può vivere tutto l’anno l’atmosfera di “bellezza della fatica e gusto dell’impresa” che caratterizzano gli eventi Eroica.

Il successo internazionale de L’Eroica 2018 sta anche nei numeri oltreché nei valori espressi da Giancarlo Brocci: “Più di 7500 i partecipanti, di cui 2700 provenienti dall’estero. Un record firmato dai tedeschi, oltre 700, poi 350 dalla Gran Bretagna, 340 dalla Svizzera, 150 dagli USA, 140 dalla Francia, 105 dalla Polonia, 14 dal Brasile, 9 dal Giappone, 8 dall’Afghanistan, 7 dal Messico, 3 dalla Cina solo per citare i ciclisti in arrivo da più lontano. Ben più di cinquecento le donne al via.

L’Eroica non finisce stasera. Perché domani, lunedì, giorno tradizionalmente dedicato al pranzo tra volontari, organizzatori ed autorità locali, è in programma un ulteriore evento entrato a far parte della ventiduesima edizione de L’Eroica. Domani mattina a Casa Eroica si svolgerà il matrimonio fra Gianfranco Trevisan, settant’anni, e Dorina Andries, un bel po’ meno, coppia nata dieci anni fa.

Gianfranco è considerato uno tra i collezionisti più competenti al mondo. La “promessa” è avvenuta a Buonconvento, la cerimonia nelle ex Cantine Ricasoli, il banchetto a Eroica Caffè, con tutti quelli che vorranno esserci. Domanda opportuna; il viaggio di nozze? “ A Roma – ha risposto lo sposo – domenica c’è un altro evento di ciclismo e noi non possiamo mancare!”

]]>
emiliano@dskl.dfs (Emiliano Nesti) Amatori Sun, 07 Oct 2018 20:50:03 +0200
Saranno 7500 i ciclisti al via della XXII edizione de L’Eroica. http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/10448-saranno-7500-i-ciclisti-al-via-della-xxii-edizione-de-l-eroica http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/10448-saranno-7500-i-ciclisti-al-via-della-xxii-edizione-de-l-eroica Saranno 7500 i ciclisti al via della XXII edizione de L’Eroica.

GAIOLE IN CHIANTI- Saranno 7500 “e spicci” i ciclisti che domani, domenica 7 ottobre, parteciperanno a L’Eroica che da ventidue anni la prima domenica di ottobre dà appuntamento agli appassionati di ciclismo e collezionisti di belle emozioni.

Arrivano da tutto il mondo; sono infatti ben cinquantotto i Paesi rappresentati, nessun continente escluso. Una gioia prendere il via a L’Eroica introdotta da giorni e giorni di iniziative che fanno sempre più di Gaiole in Chianti il “Paese delle Meraviglie a Pedali”. Tutto qui racconta un bel pezzo di storia. Storia di uno sport antico, mai vecchio, che continua ad affascinare giovani e vecchi, donne e uomini di ogni provenienza ed estrazione sociale. Chi va in bici, tantopiù sulle strade bianche della provincia di Siena, con biciclette eroiche indossando maglie di lana, lo fa abbandonando per un lungo e magico week end la vita frenetica di ogni giorno, la rincorsa al tempo che manca, l’incontro rinviato senza un vero perché. A L’Eroica si sorride e ci si aiuta. Il più forte in salita spinge il più debole, ci si aspetta al ristoro e con i compagni di avventura si divide un piatto di ribollita, qualche fetta dii finocchiona, un bel tocco di formaggio, un salsiccia e un bicchiere di buon Chianti. Poi si torna insieme a pedalare, a far fatica bestia lungo la salita di Monte Sante Marie oppure sulle strade bianche delle Crete Senesi. Belle strade ma assai lontane da Gaiole in Chianti.

Chi sceglie il percorso di 209 chilometri parte con il buio e torna con il buio dopo aver messo sotto le ruote quasi 4000 metri di dislivello. Non basta essere un po’ allenati per pedalare tutti quei cholometri. Bisogna essere ben allenati e pronti a soffrire nell’attesa di regalarsi il regalo più bello e ambito al traguardo. Topolino in edicola racconta “L’Eroica Sfacchinata” di Paperino costretto dallo Zio Paperone a pedalare su una bici sgangherata. Chissà quanti penseranno la stessa cosa domani mattina arrancando già sulla salita che porta al Castello di Brolio. Anche chi sceglie il percorso di 130 chilometri deve avere “buone gambe e buona testa”; perché la strada bianca è esigente sempre e comunque. Persino nei percorsi di 78 e 46 chilometri si fa fatica. Il percorso di 32 chilometri è adatto a chi vuole pedalare con tutta la famiglia e “vedere un po’ l’effetto che fa”. L’Eroica è dunque “bellezza della fatica e gusto dell’impresa”, come dichiara sempre Giancarlo Brocci che per primo ha pensato ad una proposta del genere. Una gioia pedalare a L’Eroica anche nel ricordo di Luciano Berruti, il ciclista eroico numero uno per antonomasia e Gigi Agnolin che battezzò L’Eroica innamorato di quell’idea così romantica ma così moderna da suggerire come un modello ed uno stile di vita. Fotogallery L’Eroica 2017: https://www.dropbox.com/sh/zfiadfi88nsl27b/AADQ9WciMC4n8KKQjBHDkPTka?dl=0 Video ufficiale L’Eroica 2017: https://www.dropbox.com/s/pnf8gtay7clz7ac/L%27Eroica%202017%20-%20official%20video.mov?dl=0 DOMENICA 7 Ottobre -

L’Eroica Ore 5:00/7:00 - partenza percorsi km 209 e 130 Ore 8:00/9:30 - partenza percorsi km 78 e 46 Ore 9:00/9:30 - partenza percorso km 32 Ore 6:45 - TOUR DEI RISTORI PER GLI ACCOMPAGNATORI Per informazioni: info@animatoscana.it - +39.3288264014 Ore 9:30 - TOUR DEI RISTORI PER GLI ACCOMPAGNATORI Per informazioni: info@animatoscana.it - +39.3288264014 Via Ricasoli 88 - di fronte a LA BOTTEGA Dalle ore 10:00 BARBERIA EROICA a cura di PRORASO DAVANTI AL GALLO Ore 10:15/21:30 –

L’ARRIVO DEGLI EROI: accoglienza e omaggi per tutti i “Finisseurs” dei 5 percorsi DAVANTI AL GALLO Ore 17:00 – ESIBIZIONE DELLA BANDA della Società Filarmonica di Gaiole in Chianti e a seguire musica dal vivo Gaiole in Chianti (SI), 6 ottobre 2018 L'Eroica poteva nascere solo in Toscana. Questione di anima, di terra, di strade bianche, di paesaggi, di vino e buon cibo, di cultura e di passioni, di storia e di Bartali. Oggi Eroica, conosciuta in tutto il mondo per la sua gente speciale ed i suoi valori, rappresenta in se l'idea della Toscana bella, capace di proporsi al mondo per uno stile di vita che guarda al futuro, nel rispetto di identità e ambiente, alla ricerca delle radici autentiche di un grande sport come il ciclismo.  

]]>
ginanesti@hdsjh.cop (Gina Nesti) Amatori Sat, 06 Oct 2018 19:11:55 +0200
Eroica, quest’anno saranno più di settemila http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/10385-eroica-quest-anno-saranno-piu-di-settemila http://reportsport.it/index.php/ciclismo/amatori/item/10385-eroica-quest-anno-saranno-piu-di-settemila Eroica, quest’anno saranno più di settemila

GAIOLE IN CHIANTI - Esattamente un terzo degli oltre settemila iscritti a L’Eroica, in programma domenica prossima a Gaiole in Chianti, arriverà da oltre confine.

Chi per la prima volta, chi per felice consuetudine stagionale, saranno duemilatrecento gli stranieri che sulle strade bianche della provincia di Siena vivranno “la bellezza della fatica ed il gusto dell’impresa”, valori sempre più universali che affascinano ciclisti ed appassionati o semplicemente collezionisti di belle emozioni in ogni angolo del mondo. Gli stranieri più numerosi sono i tedeschi che hanno sfondato il muro dei seicento partecipanti, doppiando quasi inglesi e svizzeri. Subito dopo ci sono gli statunitensi che precedono francesi e polacchi. Dai Paesi più lontani si segnalano cento tra australiani e canadesi, quindici dal Brasile, dieci dal Giappone, sette da Argentina e sette dal Messico, questi ultimi accompagnati dal console in Italia. Poi via via tutti gli altri Paesi, ben cinquantotto per gli amanti della statistica, senza esclusione di continenti, razze e religioni. Ad aspettarli quest’anno c’è una bella novità che corre incontro a chi, nel passato, ha chiesto di avere l’opportunità di conoscere L’Eroica pur non avendo nella gambe la preparazione adatta, il percorso inedito di 32 chilometri aperto a tutti: “I percorsi rappresentano gli scenari sui quali glii oltre 7.000 eroici realizzano le proprie gesta ogni anno a Gaiole in Chianti, mai fatte di competizione o agonismo ma di “bellezza della fatica e gusto dell’impresa” – ha sottolineato Alberto Gnoli, responsabile dell’organizzazione degli eventi Eroica in Italia - Per questa ragione abbiamo scelto il Touring Club Italiano come partner specialissimo per realizzare il roadbook 2018 con le indicazioni tecniche sui percorsi, la raccolta dei timbri e una bella e chiara rappresentazione cartografica. Siamo “tornati alle origini” sul percorso lungo 209 km ripercorrendo la strada bianca di Montauto, tra Monteroni d’Arbia e Asciano impraticabile fino al 2017, grazie alla determinata volontà delle comunità, delle amministrazioni locali nonché di Eroica Italia SSD. Novità 2018 è il percorso da 32 km, ideale per avvicinare L’Eroica alle famiglie ed agli amanti della bici poco allenati alle salite dure ma desiderosi di provare un primo assaggio, …chissà che la passione non si accenda!” Intanto lungo tutto il percorso si prepara l’accoglienza a tanto splendore; da Castelnuovo Berardenga ad Asciano, Murlo, Buonconvento, Montalcino, Radda in Chianti, le comunità del Chianti e della Val d’Orcia si preparano alla festa di polvere e fatica di domenica prossima, si iniziano ad allestire i ristori in piazza e in campagna, si accarezzano il paiolo per la ribollita e gli strumenti per l’intrattenimento musicale. A proposito di intrattenimento quest’anno gli appassionati possono iniziare a sognare già oggi sintonizzandosi su Radio Techetè che dedica l’intera programmazione settimanale al ciclismo eroico. In onda le radiocronache più belle del ciclismo senza tempo firmate da Alfredo Provenzali, Claudio Ferretti, Sandro Ciotti, Giacomo Santini, Enrico Ameri, Adone Carapezzi, Luigi Coppola, Enzo Foglianese, Giampiero Bellardi. L’EROICA 2018 MOSTRA BICI STORICHE da GIOVEDI 4 a DOMENICA 7 OTTOBRE Castello di Brolio Le suggestive cantine Ricasoli a Madonna di Brolio ospiteranno bici e cimeli che hanno fatto la storica della bicicletta. EROICA CAFFE’ - BROLIO Loc. Madonna a Brolio – Cantine del Castello di Brolio Aperto tutti i giorni dalle 7:30 alle 20:00 Domenica 7 ottobre dalle 4:00 alle 20:00 Tutti gli eroici saranno i benvenuti. EROICA CAFFE’ – Gaiole in Chianti da GIOVEDI 4 a DOMENICA 7 OTTOBRE Ex Cantine Ricasoli Giovedì 04/10/2018: dalle 12:00 alle 18:00 Venerdì 05/10/2018: dalle 8:00 alle 20:00 Sabato 06/10/2018: dalle 8:00 alle 20:00 Domenica 07/10/2018: dalle 5:00 alle 18:00 

]]>
ginanesti@hdsjh.cop (Gina Nesti) Amatori Mon, 01 Oct 2018 13:21:42 +0200