Reportsport-ciclismo
 
.

 

.

 

Sabato, 07 Luglio 2018 16:00

A Samuele Porro la Dolomiti Superbike 2018

di Alberto Vivarelli

VILLABASSA (BZ) – Samuele Porro (Trek-Selle San Marco) si è aggiudicato la Dolomiti Superbike 2018.

Il Il ventisettenne comasco, campione italiano Marathon in carica, ha corso i 119 chilometri della gara (3.357 m di dislivello complessivo) in 4:31.27,3. Sulla vetta più alta del podio femminile è salita l'austriaca Christina Kollmann Forstner (campionessa europea XCM 2017) che ha percorso la medesima distanza in 5:17.21.

Podio femminileTra gli uomini della cateoria Elite, dietro Porro sono arrivati Alban Lakata (Austria) in 4:31.28,4, terzo posto per il colombiano Leonardo Paez Leon Hector in 4:31.29,8.
Tra le donne Elite, sul podio dietro la Kollmann, la giovanissima italiana Mara Fumagalli (5:22.11,8) e l'altra italiana Sini Alusniemi.

Questo il podio maschile Elite 60 km: Mareco Rebagliati, Italia (2:09.36,9), Paolo Colonna, Italia (2:10.59,6), Simon Schupfer, Austria.

Tutto italiano il podio femminile Elite 60 km (nella foto a sinistra): Anna Oberparleite , Italia (2:37.56,8), Elisabeth Steger, Italia (2:43.17,9), Lorenza Menapace (2:48.36,5).

42Oltre quattromila concorrenti al via questa mattina da Villabassa. Tra gli atleti, nomi illustri: Cadel Evans, ex campione del mondo su strada che ha un passato titolato anche nella mtb. Il campione australiano si è iscritto come un normalissimo “amatore” essendo in vacanza in queste zone. Le altre “stelle” della mbt in gara: Lakata, Ilias, Ferreira, Paulissen, Paez, Ragnoli, Medvedev, Porro; tra le donne Sosna, Bigham (campionessa d’Europa 2016, 16 volte vincitrice dell’UCI World Marathon Serie), Steinburg e le azzurre Fumagalli, Nisi e Gaddoni.

Poco dopo la partenza plotone subito sfilacciato, un nutrito gruppo di testa prende il largo poco sopra il Baranci e San Candido, da lì, si prosegue fino a Sesto di Pusteria per inerpicarsi sulla Croca Rossa e puntare a valle verso Versciago. Alla stazione di partenza della pista Monte Elmo passa per primo un gruppetto di dieci atleti (nella foto a destra) gli altri indietro con distacchi consistenti. Qui, a 90 chilometri dalla partenza, inizia la parte più difficile dell'intero percorso: in tre chilometri i corridori devono superare un dislivello di 400 metri. Ed è qui che avviene la selezione.

Superati i masi, i corridori hanno attraversato la valle San Silvestro, a nord di Dobbiaco per poi scendere verso Villabassa, dove Porro è arrivato solitario.

SEDONI 300x425banner