Reportsport-ciclismo
 
.

 

.

 

Lunedì, 09 Aprile 2018 17:06

Prove di coraggio per Mensi e Cominelli alla Roc Laissagais

LAISSAC (FRA) - Nella prima trasferta internazionale SOUDAL-LEE COUGAN Racing Team si è preso la soddisfazione di entrare nella top ten della Roc Laissagais, la marathon di 90 Km che ha inaugurato il calendario europeo delle UCI Marathon Series.

Nonostante sia partito in salita, il week end francese ha visto Daniele Mensi e Cristian Cominelli davanti con i primi, ma per diversi motivi, raccogliere meno di quello che era nelle loro possibilità.  erché nonostante tutto ho fatto un buon passo, mi sono divertito guidando bene e ho costantemente recuperato posizioni – racconta Daniele – Ho forato dopo solo sette chilometri dalla partenza, ho dovuto riparare la gomma e una volta ripartito, ho raggiunto il box per cambiare la ruota. Sono ripartito molto indietro e ho recuperato fino ad entrare nella top ten. Durante la rimonta, quando mancavano 30 Km ho anche sbagliato strada, ho incontrato un gruppetto che ha avuto la mia stessa disavventura e stava tornando nella direzione giusta del percorso, con loro c’era anche Riccardo Chiarini. Con lui ho trovato un’ottima intesa e abbiamo recuperato tante posizioni.

Non è stata una gara facile ma quest’anno mi sono preso finalmente la soddisfazione di entrare nelle top ten” Cristian Cominelli ha fatto un passo buonissimo fino al 50° chilometro. Il biker bresciano stava facendo la gara che si aspettava, stando davanti con i primi, ma ha concluso 11° soffrendo per dei dolori alla schiena che non gli hanno permesso di guidare al meglio. ”Questa gara è stata molto dura. Mi sentivo molto bene, ma purtroppo i miei problemi sono iniziati dopo il 50° Km, mi dispiace davvero perchè fino a quel momento ero nel primo gruppo dietro alla coppia al comando e potevo giocarmi un posto sul podio nelle ultime salite. Stavo ripetendo l’ottima gara del 2017 che avevo concluso in quinta posizione, ma purtroppo ho avuto dei forti dolori alla schiena che hanno reso il finale della gara frustrante. Guardando il bicchiere mezzo pieno posso dire, che ho preso importanti punti UCI per il Campionato Europeo e che la condizione era comunque ottima, quindi risolto questo problema non posso che essere fiducioso per le prossime gare” Porta a casa punti anche Stefano Valdrighi, 24°. La sua prima parte di gara è stata molto buona, ma non è riuscito a mantenere lo stesso passo fino al traguardo, non riuscendo ad esprimere il vero valore in termine di classifica finale.

SEDONI 300x425banner